Primo K.O. interno per l’Atletico Cassano

DSC_8235

L’ultima partita del 2020 segna anche la prima sconfitta interna della stagione per l’Atletico Cassano che ieri, sabato 19 dicembre, ha perso 3-2 al PalAngelillo contro il Giovinazzo Calcio a 5.

Gara maschia e avara di emozioni quella vista ieri, decisa da alcuni errori personali dei giocatori in campo che condannano l'Atletico Cassano alla quarta sconfitta in cinque gare finora disputate (sulle dieci in calendario).

LA PARTITA

Mister Chiereghin affronta la sua ex squadra con lo starting five ormai consolidato e composto da Dibenedetto, Perri, Caio, Cutrignelli e Alemão Glaeser. Sono proprio gli ultimi due a confezionare la prima occasione dopo un 1’10’’ con l’italo-brasiliano che fa sponda per il capitano il cui tiro impatta contro l’incrocio dei pali.

Un minuto e mezzo dopo è nuovamente Alemão Glaeser a portare grattacapi alla difesa ospite calciando dalla destra: una provvidenziale deviazione di Rafinha facilita l’intervento a Di Capua.

Ed è proprio dai piedi di Rafinha che, nel giro di un minuto, partono le azioni che regalano il doppio vantaggio ai suoi: prima calcia dalla distanza trovando la deviazione decisiva di Lucão che tocca quel tanto che basta a mettere fuori gioco Dibenedetto, poi libera Mongelli che dalla destra beffa nuovamente l’estremo difensore biancoceleste. Alves prova a dilagare, ma questa volta Dibenedetto è attento e mette in angolo.

L’Atletico Cassano si rivede intorno alla metà della prima frazione di gioco con Perri che con un rasoterra regala l’illusione del gol, ma il pallone si spegne sull’esterno della rete. Sempre Perri, in contropiede, serve Alemão Glaeser che, però, non alza il pallone e Di Capua può chiudere senza troppi problemi. Il portiere giovinazzese si oppone poi a Cutrignelli in tre occasioni ravvicinate e i “pellicani” riescono finalmente ad accorciare a poco più di un minuto dal suono della sirena con Lorusso ben appostato sul secondo palo su assist di Zafra.

Gli ultimi sessanta secondi del primo tempo sono i più emozionanti del match: Lorusso ci prova ancora senza troppa precisione, Dibenedetto deve superarsi con un doppio intervento su Lucão, uno-due Lorusso-Lana con lo spagnolo che la mette fuori da due passi.

La ripresa, invece, ci mette un po’ a decollare, tanto che la prima occasione arriva dopo quattro minuti con Cutrignelli che, dalla destra, calcia anche lui sull’esterno della rete. Il capitano ci prova anche di sinistro ma trova l’opposizione di Di Capua, bravo ad alzarla in angolo. È preludio al gol che arriva all’8’ grazie a un contropiede di Caio.

Scosso, il Giovinazzo torna a farsi vedere dalla parti di Dibenedetto che mette in angolo una conclusione di Lucão che, però, poco dopo batte nuovamente il portiere biancoceleste approfittando di un’ingenuità di Zafra a centrocampo.

Il Giovinazzo C5 potrebbe allungare con Roselli, ma Dibenedetto chiude. Nel finale Zafra fa il portiere di movimento, ma l’unica occasione è neutralizzata da un colpo di testa di Rafinha sulla linea di porta.

Ora c’è la lunga pausa per le festività natalizie, in attesa di un gennaio che si prevede intenso anche per le numerose partite che i “pellicani” dovranno recuperare. Servirà mettere in ordine le idee e cambiare rotta, perché il campionato, che già non si prevedeva facile per le più svariate ragioni, si sta rivelando una sorta di incubo per l’Atletico Cassano.

 

ATLETICO CASSANO – GIOVINAZZO CALCIO A 5 2-3 (p.t. 1-2)

 

ATLETICO CASSANO: Dibenedetto, Caio, Perri, Cutrignelli, Alemão Glaeser; Rella, Lorusso, Lana, D’Ambrosio, Zafra, De Cillis, Pellecchia. Allenatore: Roberto Chiereghin

GIOVINAZZO CALCIO A 5: Di Capua, Rafinha, Mongelli, Jander, Lucão; Pablo Gonzalez, Piscitelli, Alves, Misurelli, Prisciandaro, Restaino, Roselli. Allenatore: Michele Pio Grassi

ARBITRI: Gianluca Rutolo di Chieti e Marco Di Filippo di Teramo

CRONO: Nicola Acquafredda di Molfetta

MARCATORI: 2’47’’ pt Lucão (G) - 3’39’’ pt Mongelli (G) - 18’52’’ pt Lorusso (AC) - 8’45’’ st Caio (AC) - 13’06’’ st Lucão (G)

AMMONITI: 11’02’’ pt Restaino (G) per gioco scorretto - 12’31’’ pt Alves (G) per gioco scorretto - 11’17’’ st Cutrignelli (AC) per proteste.

 

Foto di Alessandro Caiati