Prima uscita stagionale per l’Atletico Cassano

amichevole futsal noci - atletico cassano 0-3

A poco più di una settimana dall’avvio della preparazione, l’Atletico Cassano è tornato a respirare aria di partita nella prima amichevole del precampionato: ieri, al PalaIntini di Noci, i “pellicani” si sono resi protagonisti di una buona prestazione, condita dalla vittoria per 3-0 sui padroni di casa del Futsal Noci dell’ex tecnico biancoceleste Angelo Mastrocesare.

Prima gara che è servita, più che altro, per ricominciare a prendere confidenza con il ritmo partita e per mettere in pratica quanto appreso in questa prima settimana di allenamenti agli ordini di mister Roberto Chiereghin.

L’avversario della prima amichevole dell’Atletico Cassano si appresta a cominciare il campionato di Serie C1 (la prima giornata si giocherà sabato prossimo): a dispetto della categoria, dunque, gli uomini di Mastrocesare venivano da più settimane di preparazione rispetto ai biancocelesti e, ovviamente, la cosa ha pesato un po’ sull’inerzia della gara.

Il primo quintetto di Chiereghin era composto da Dibenedetto, Perri, Caio, Cutrignelli e Alemão Glaeser. In avvio di gara è stato il Futsal Noci a provare a rendersi più pericoloso ma, con il passare dei minuti, l’Atletico Cassano ha cominciato a carburare e creare qualche grattacapo, specie con Perri e Cutrignelli, al bravo portiere avversario. A pochi minuti dalla fine del primo tempo Perri ha calciato sul palo anche un tiro libero.

Nella ripresa Chiereghin ha cambiato poco nello starting five, inserendo Pellecchia per Dibenedetto e Pedaleira al posto di Cutrignelli. I “pellicani” hanno sbloccato subito la gara con Perri che ha insaccato dal limite dell’area di rigore sinistra. Il raddoppio è arrivato grazie ad un Ciccio Lorusso già in ottima forma che ha intercettato il pallone a centrocampo e ha lanciato il tre contro due accompagnato da Cutrignelli e Alemão Glaeser che ha ricevuto palla sulla sinistra e ha battuto il portiere avversario. Al quarto d’ora, su schema da rimessa laterale, l’Atletico Cassano ha siglato il gol del 3-0 grazie agli altri due volti nuovi di questa stagione: Ruben Zafra ha battuto mettendo in area per il velo di Caio per l’accorrente Pedaleira che non ha sbagliato il tap-in.

Più che il risultato, comunque, in questo tipo di gare è sicuramente la prestazione quella che più interessa e quella dei “pellicani”, nonostante i pochi giorni di preparazione, può considerarsi sicuramente buona.

«A dispetto della condizione fisica, visto i carichi di lavoro a cui i ragazzi sono sottoposti da una settimana, - afferma, infatti, mister Roberto Chiereghin - temevo che la squadra potesse essere un po’ più sulle gambe, più imballata. Invece, paradossalmente, ho visto più difficoltà nella parte iniziale. Poi i ragazzi mi sono sembrati più sciolti e più propositivi, mentalmente sgombri dalla paura e dalla fatica. Sono veramente contento della prestazione considerato che era la prima uscita stagionale».

Buone indicazioni, poi, anche dall’intesa tra i giocatori, fattore sicuramente agevolato dal fatto che l’Atletico Cassano non ha stravolto il roster durante la sessione estiva di futsalmercato, offrendo a Chiereghin (che ieri ha fatto giocare tutti i suoi uomini) una squadra già ben rodata. E il tecnico barlettano è molto soddisfatto di quanto visto ieri in campo: «avere uno zoccolo duro fa sì che ci siano dei meccanismi già ben rodati. È normale che all’interno di questi meccanismi andrò ad inserire alcune situazioni come quanto accaduto in occasione del primo gol quando si è visto un tipo di movimento che io ho chiesto ai ragazzi in settimana e che è riuscito alla perfezione. Non stravolgerò quello che era il “credo tattico” del cassano, andrò ad inserire e cercare di introdurre alcune situazioni che mi garbano di più a livello di futsal».

Prossimo impegno, per i “pellicani”, sabato prossimo al PalaWojtila di Martina Franca, per il Memorial Peppino Caroli in un test che, sulla carta, sarà sicuramente più impegnativo visto il livello delle avversarie: l’FF Napoli che promette di essere protagonista assoluto nel Girone D di Serie A2 e il Signor Prestito CMB, realtà ormai consolidata della Serie A.