Esordio casalingo vincente per l'Atletico Cassano

logo atletico

Una vittoria strameritata, arrivata solo a poco più di un minuto dal suono della sirena ma che l’Atletico Cassano ha cercato praticamente per tutta la partita. I “pellicani”, nella 2ª giornata del Girone C di Serie A2, all’esordio al PalAngelillo, battono in rimonta per 2-1 il Magic Crati Futsal Bisignano.

Sotto di un gol a fine primo tempo, gli uomini di mister Parrilla trovano il pareggio a inizio ripresa e completano la rimonta quando ormai il match sembrava indirizzato verso il pareggio. Arriva così, dopo il pareggio di sabato scorso a Manfredonia, la prima vittoria in campionato per l’Atletico Cassano: una vittoria di carattere e cercata con tutta la voglia di regalare la prima gioia stagionale al proprio pubblico.

LA PARTITA

Parrilla ha gli uomini contati dovendo rinunciare allo squalificato Sviercoski e all’infortunato Manzalli (che ne avrà per un po’) e opta per lo starting five composto da Dibenedetto, Perri, Caio, Cutrignelli e Fred.

Il primo brivido della gara, però, arriva dai piedi dell’ex Moraes che, in ripartenza, calcia da fuori area senza centrare lo specchio della porta difesa da Dibenedetto. Dall’altra parte, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Caio cerca Cutrignelli anticipato in area dall’estremo difensore avversario.

L’Atletico Cassano prova a costruire con Tiago che imbuca per Fred, il pivot brasiliano cerca Perri sulla destra con un pregevole colpo di tacco: il tiro dell’argentino è respinto in angolo da Levato.

Al 6’ due minuti di fuoco accendono la gara: Lima, dalla destra, impegna Dibenedetto e respinge sui piedi dello stesso Lima pronto a servire l’altro ex della partita, Thomas Egea, il brasiliano vede ancora la pronta risposta dell’estremo difensore biancoceleste che fa subito ripartire Alemão Glaeser che, dall’altra parte, appoggia a Fred che gliela restituisce e calcia. Un evidente e clamoroso fallo di mano sulla linea impedisce al pallone di finire in rete. Ma gli arbitri non vedono. Sull’ennesimo rovesciamento di fronte Scigliano va in gol sugli sviluppi di un calcio di punizione: prima calcia su Dibenedetto, sulla respinta è bravo ad infilare il portiere cassanese e portare in vantaggio i suoi.

L’Atletico Cassano non sta a guardare e ci prova con Tiago (bello il suo uno-due con Alemão Glaeser), Perri, Caio e Alemão Glaeser che non sono precisi o vedono Levato respingere i propri tiri. Fred, invece, con una botta dalla distanza colpisce la base del palo alla sinistra del portiere avversario.

Negli ultimi minuti della prima frazione è Dibenedetto a negare il gol del raddoppio a Moraes mentre Levato chiude per due volte la porta ad Alemão Glaeser.

In avvio di ripresa l’Atletico Cassano continua a dettare i ritmi e trova il gol del pareggio con un’invenzione di Caio da fuori area dopo appena 30’’ di gioco: il suo rasoterra finisce nell’angolino basso alla sinistra di Levato.

I “pellicani” vanno quindi a caccia della vittoria con convinzione e un buon ritmo nelle gambe: Dibenedetto serve lungo Alemão Glaeser in banda sinistra, palla a Fred dall’altra parte, alto; Cutrignelli scatenato sulla destra riceve sulla corsa dal solito Fred ma Levato c’è e respinge. Dall’altra parte Lima libera Pereira che, solo davanti a Dibenedetto, si fa ipnotizzare dal portiere biancoceleste. Cutrignelli insiste dal limite ma Levato è ancora reattivo. L’indomabile Scigliano costruisce una bella azione al 13’, serve sulla destra per Lima che vede Egea libero ma l’ex “pellicano” non è preciso e manda al lato. Una “bomba” di Fred dalla sinistra costringe Levato a metterci la manona per mandare in corner, mentre quello di Tiago è un tiro “telefonato” che il portiere calabrese blocca senza problemi.

E allora ci pensa Alemão Glaeser: la bandiera biancoceleste ruba palla a Lima in banda destra e, senza starci troppo a pensare, fa partire un missile che va nell’angolino dalla parte opposta e completa la rimonta dell’Atletico Cassano.

Scigliano indossa subito la maglia del portiere di movimento, ma i biancocelesti sono attenti e non concedono spazi agli avversari, portando così a casa la prima meritatissima vittoria in campionato. Tre punti preziosissimi perché ottenuti contro una delle favorite del Girone C e, soprattutto, perché arrivati prima della difficilissima trasferta di sabato prossimo contro la capolista Assoporto Melilli, un’altra delle squadre candidate alla vittoria finale.

LA VOCE DEI PROTAGONISTI

All’esordio in biancoceleste, come ormai ci ha abituato nei tre anni già vissuti a Cassano delle Murge, Alemão Glaeser si è confermato un giocatore fondamentale: sempre pronto a sacrificarsi in difesa e decisivo sotto porta. Suo il gol vittoria dei “pellicani” e l’esultanza, a fine partita, con gli ultras biancocelesti conferma l’amore dell’italo-brasiliano per la maglia che indossa: «questa unione tra giocatori, staff, società e tifosi è una cosa unica. È stata fondamentale oggi: serviva una partita di cuore, dovevamo lanciare il cuore oltre l’ostacolo. E chi è sceso in campo lo ha fatto insieme a chi è rimasto in tribuna. Eravamo una cosa sola. Nei momenti difficili vengono fuori i veri uomini e la nostra squadra ha dimostrato di essere composta di veri uomini con un grande cuore».

E si è visto in campo: l’Atletico Cassano ha dovuto rinunciare a due pedine fondamentali come Sviercoski (squalificato) e Manzalli (infortunato), ma chi è sceso in campo ha dato davvero il massimo regalando un’ottima prestazione e un pomeriggio di bellissimo futsal al pubblico cassanese: «ci saremmo potuti accontentare del pareggio - afferma Alemão Glaeser - ma noi ci tenevamo a vincere e lo abbiamo fatto contro una signora squadra che, secondo me, lotterà per vincere il campionato e ci ha fatto soffrire tanto oggi pomeriggio, ma noi eravamo pronti: il mister prepara molto bene le partite e studia gli avversari. L’abbiamo preparata bene in settimana. Sapevamo di dover rinunciare ai nostri due mancini e che sarebbe stata una partita diversa dalle altre. Abbiamo fatto bene, abbiamo difeso tutti benissimo e giocato la partita in maniera molto intelligente portando a casa 3 punti fondamentali».

Ora servirà lo stesso impegno e la stessa determinazione per arrivare pronti anche a Melilli, sabato prossimo: «hanno giocatori di Serie A e in Sicilia l’ambiente è sempre caldissimo. L’Assoporto Melilli è partito benissimo e sappiamo che ci aspetta un’altra finale», conclude Alemão Glaeser.

ATLETICO CASSANO - MAGIC CRATI FUTSAL BISIGNANO 2-1 (pt 0-1)

ATLETICO CASSANO: Dibenedetto; Rella; Caio; Cutrignelli; Perri; Lopane; Fred; Tiago; Volarig; Angiulli; Pellecchia; Alemão Glaeser. Allenatore: Pablo Parrilla

MAGIC CRATI FUTSAL BISIGNANO: Levato; Gervasi; Capasso; Egea; Casagrande; Pereira; Scigliano; Moraes; Metallo; Lima; Vernaglia; Strapazzon. Allenatore: Francesco Marco Barbuto

ARBITRI: Fabrizio Andolfo di Ercolano e Ugo Ciccarelli di Napoli

CRONO: Luigi Fiorentino di Molfetta