Atletico Cassano: “pellicani” fermati sul 3-3 dal Manfredonia

manfredonia calcio a 5 - atletico cassano 3-3 gol perri 1-1

Il PalaScaloria si conferma inespugnabile per l’Atletico Cassano: i “pellicani”, nella 1ª giornata del Girone C di Serie A2, impattano 3-3 contro i padroni di casa del Manfredonia Calcio a 5 in una partita dal doppio volto che ha visto gli uomini di mister Parrilla un po’ ingessati nella prima frazione di gioco e più reattivi nella ripresa.

 

LA PARTITA

Con Dibenedetto ai box per un problema alla schiena, è l’ex di turno Angiulli a difendere la porta dell’Atletico Cassano. Con lui in campo Caio, Sviercoski, Manzalli e Fred.

La partenza è tutta di marca sipontina: i padroni di casa si dimostrano subito squadra arcigna e fisica e la sbloccano dopo appena un minuto di gioco con La Torre che intercetta una palla persa da Caio a centrocampo e calcia dalla distanza beffando Angiulli che vede il pallone infilarsi nell’angolino basso alla sua sinistra.

L’Atletico Cassano prova a reagire con Fred che prima è chiuso in angolo su assist di Sviercoski, poi è in ritardo sul secondo palo sul pallone servitogli da Tiago. Un rinvio affrettato di Angiulli sui piedi di Riondino fa tremare le coronarie dei tifosi biancocelesti ma il pallone impatta sul palo prima di tornare tra le mani del portiere. I “pellicani” si riversano in avanti con un po’ più di insistenza e ottengono un calcio di punizione dal limite dell’area di rigore quando Riondino atterra Cutrignelli che andava in velocità: Perri è un cecchino e, direttamente dal calcio piazzato, riporta in parità l’Atletico Cassano.

Dopo una parata di Angiulli su Riondino, Perri insiste ma non centra lo specchio della porta, Fred si fa anticipare da Boutabouzi in area dopo un bello scambio con Sviercoski e Angiulli, dall’altra parte, sbaglia l’uscita trovando ancora la deviazione di Riondino con il palo che nega ancora il raddoppio ai padroni di casa.

È un Angiulli visibilmente emozionato per l’esordio contro la sua ex squadra e un suo “infortunio” regala il gol del 2-1 al Manfredonia: Lupinella rinvia con i piedi dalla propria area di rigore, il tiro sembra innocuo ma il portiere dei cassanesi non trattiene il pallone che termina la sua corsa nel sacco.

Di nuovo sotto, i “pellicani” provano a scuotersi con Cutrignelli che però è impreciso, Sviercoski e Fred che vedono Lupinella fare miracoli mentre dall’altra parte è Dani Aguilera a togliere letteralmente dalla porta il pallone messo in mezzo da La Torre dalla sinistra ad Angiulli battuto. A cinque secondi dal suono della sirena Boutabouzi e Cutrignelli fanno a sportellate e finiscono a terra entrambi: per gli arbitri è fallo del capitano biancoceleste e tiro libero per i padroni di casa. Jesulito Aguilera va dai 10 metri ma, questa volta, Angiulli è impeccabile e smanaccia in angolo consentendo ai “pellicani” di andare al riposo con un solo gol al passivo.

L’avvio di ripresa è un po’ più statico. La prima emozione la regala Boutabouzi al 5’ con un’azione personale neutralizzata da un attento Angiulli. Dall’altra, in ripartenza, Cutrignelli e Fred non riescono a concretizzare il due contro zero e l’Atletico Cassano comincia a provarci con un po’ più di insistenza: Sviercoski e Caio non sono precisi. Perri calcia sul portiere avversario in uscita. Lupinella chiude lo specchio a Fred e Perri ma nulla può, al 13’, quando è proprio Fred, di tacco, a liberare Tiago in area di rigore per il tap in che vale il 2-2.

Proprio quando il Manfredonia sembra alle corde e l’Atletico Cassano pare poter provare a portare a casa il bottino pieno, a 5’ dalla fine i padroni di casa tornano in vantaggio con un’invenzione di Ganzetti. Dura poco, però, perché Parrilla non perde tempo e schiera subito Caio nel ruolo di portiere di movimento: i “pellicani” trovano il nuovo pareggio con Fred.

Un intervento scomposto di La Torre che falcia contemporaneamente Perri e Cutrignelli vale l’espulsione al numero 2 dei sipontini ma, in superiorità numerica, l’Atletico Cassano non affonda il colpo e rischia anche di soccombere quando gli arbitri, con troppa solerzia, decidono di espellere anche Sviercoski, reo di essersi trascinato in campo da infortunato dopo essersi accasciato sulla linea della rimessa laterale per i crampi.

I secondi finali sono al cardiopalma per entrambe le formazioni, ma non succede più nulla. Finisce 3-3 con il Manfredonia Calcio a 5 che porta a casa un punto all’esordio assoluto in Serie A2 e l’Atletico Cassano che, dopo un inizio un po’ opaco, aveva cominciato a trovare la quadratura del cerchio, senza però riuscire ad affondare il colpo di grazia.

Si torna in campo sabato prossimo per l’esordio stagionale al PalAngelillo: lì servirà un altro Atletico Cassano perché l’avversario è uno di quelli candidati alla vittoria finale e non saranno ammessi cali di concentrazione. Arriva il Magic Crati Futsal Bisignano che avrà già voglia di riscatto dopo la sconfitta interna subita ieri contro l’Assoporto Melilli. Insomma, ci sarà da divertirsi!

 

MANFREDONIA CALCIO A 5 - ATLETICO CASSANO 3-3 (pt 2-1)

MANFREDONIA CALCIO A 5: Lupinella; La Torre; Spano; Trimigno; Boutabouzi; Riondino; J. Agiulera; Soloperto; Dani Agiulera; Ganzetti; Murgo. Allenatore: Massimiliano Monsignori

ATLETICO CASSANO: Dibenedetto; Rella; Caio; Sviercoski; Cutrignelli; Perri; Manzalli; Fred; Tiago; Volarig; Angiulli; Pellecchia. Allenatore: Pablo Parrilla

ARBITRI: Fabio Maria Malandra di Avezzano, Domenico Donato Marchetti di Lanciano

CRONO: Giuseppe Costrino di Termoli

MARCATORI: 1’01’’ pt La Torre (M) - 6’48’’ pt Perri (AC) - 11’45’’ pt Lupinella (M) - 12’43’’ st Tiago (AC) - 14’20’’ st Ganzetti (M) - 16’07’’ st Fred (AC)

AMMONITI: 6’47’’ pt Riondino (M) per gioco scorretto - 9’41’’ pt La Torre (M) per gioco scorretto - 15’37’’ pt Perri (AC) per gioco scorretto - 17’51’’ pt Sviercoski (AC) per gioco scorretto - 9’55’’ st Boutabouzi (M) per gioco scorretto - 11’33’’ st Dani Aguilera (M) per gioco scorretto - 13’02’’ st Murgo (M) per proteste

ESPULSI: 16’43’’ st La Torre (M) per gioco scorretto - 18’17’’ st Sviercoski (AC) per somma di ammonizioni

NOTE: 19’55’’ pt Angiulli (AC) para un tiro libero a J. Agiulera Vito Surico