Domenica 26 Maggio 2019
   
Text Size

“Pellicani” sconfitti dal Sandro Abate 7-3

sandro abate - atletico cassano 7-3 gol 5-3 gargantini

 

Che sarebbe stata una trasferta a dir poco complicata era chiaro, ma l’Atletico Cassano, sul campo della corazzata Sandro Abate, ha venduto cara la pelle nella 17ª giornata del Girone C di Serie A2.

Complice l’ennesimo arbitraggio decisamente inadatto alla categoria e all’importanza della partita, i “pellicani” hanno però dovuto soccombere ai campani per 7-3 al termine di un match avvincente e combattuto a viso aperto fino al quarantesimo minuto.

LA PARTITA

Mister Parrilla parte con lo starting five composto da Dibenedetto, Perri, Pina, Cutrignelli e Gargantini e la partita si dimostra subito ad alto tasso di emozioni: dopo appena 4’’ Fantecele sfiora il palo dalla distanza, risponde Gargantini che, di spalle alla porta, riesce a girarsi ma deve allargarsi e così il suo tiro termina alto.

Il Sandro Abate la sblocca dopo 1’20’’, proprio con Fantecele, che riceve da Schininà e ha la meglio in un contrasto con lo stesso Gargantini, potendo così andare al tiro indisturbato e battendo Dibenedetto. Victor Mello cerca il raddoppio dalla sinistra ma calcia alto.

L’Atletico Cassano, però, non sta a guardare: ci prova Perri dalla distanza, mettendo alla prova i riflessi di Tondi che alza in angolo. Sugli sviluppi il portiere si oppone anche a un tiro di Cutrignelli.

Victor Mello colpisce il palo con un tiro dalla distanza ma è l’Atletico Cassano a trovare il gol del pareggio con Alemão Glaeser: De Cillis vince un contrasto con De Crescenzo e lancia Caio, il numero 7 mette in area per il vicecapitano che trova una prima respinta di Tondi ma sulla ribattuta è implacabile.

Luka Dian prova a girarsi al volo ma Dibenedetto gli chiude lo specchio, Fantecele calcia nuovamente dalla distanza chiamando alla presa il portiere cassanese, Lolo Suazo, invece, sfiora il palo con un tiro da fuori area.

In un minuto e mezzo gli arbitri decidono di prendersi la scena: all’11’ ammoniscono Perri, atterrato dopo un contrasto con un avversario, per una presunta simulazione. Al 12’30’’, lo stesso Perri intercetta palla a centrocampo con le mani dietro le spalle attaccate al corpo. Per i direttori di gara è fallo e secondo cartellino giallo per l’argentino costretto a lasciare il campo.

In inferiorità numerica l’Atletico Cassano soccombe: Victor Mello, dalla distanza, fa 2-1. Nemmeno il tempo di riprendersi che, otto secondi dopo, è Luka Dian a portare i suoi sul 3-1.

È Gargantini, allora, a caricarsi sulle spalle i compagni: il numero 96 ci prova con un’azione personale, ma è impreciso. Si riscatta poco dopo quando si fa trovare ben appostato davanti a Tondi e manda in rete, di tacco, un delizioso assist di Manzalli.

Il primo tempo si chiude con un tiro dal limite di Luka Dian respinto da Dibenedetto e con una bella azione De Cillis-Alemão Glaeser-Cutrignelli che finisce in un nulla di fatto.

In avvio di ripresa l’Atletico Cassano ci prova subito con Pina che mette in area per Gargantini: l’ex Civitella salta Tondi, ma il rimbalzo del pallone lo beffa e non riesce a concludere a rete.

Il Sandro Abate, allora, colpisce ancora: Schininà, dalla distanza, vede il suo tiro rimpallare sul palo. Si avventa Lolo Suazo che non sbaglia e fa 4-2.

Cutrignelli, direttamente da calcio di punizione, vede Tondi opporsi. Alemão Glaeser imbuca per Pina, ma il pallone è troppo sul portiere che blocca. In ripartenza, i padroni di casa colpiscono ancora con Felipe Mello che fa 5-2.

Il parziale si fa pesante, ma l’Atletico Cassano non resta a guardare: Manzalli indossa la maglia del portiere di movimento. I “pellicani” ci provano con Cutrignelli che vede, ancora una volta, respingersi il tiro da Tondi, ma trovano il gol del 5-3 a due minuti dalla fine, ancora con Gargantini, ben appostato sul secondo palo su assist di Pina dalla destra.

I biancocelesti insistono con il power play, ma gli avversari lasciano pochi spazi e trovano, nell’ultimo minuto, con Luka Dian e Lolo Suazo, i gol che fissano il risultato sul 7-3 finale.

La sconfitta rende più difficoltosa la classifica dell’Atletico Cassano che vede allontanarsi il Real Rogit (a +10 sui “pellicani”), ma i play off sono ancora lì: i biancocelesti dovranno conservare il quarto posto con le unghie e con i denti, continuando a giocare come sanno fare perché l’obiettivo è ancora a portata di mano.

 

SANDRO ABATE - ATLETICO CASSANO 7-3 (pt 3-2)

 

SANDRO ABATE: 22. Tondi; 13. Tatulli; 5. Attanasio; 19. Iandolo; 18. Victor Mello; 6. De Crescenzo; 17. Luka Dian; 10. Abate (Cap.); 12. Felipe Mello; 8. Schininà; 7. Lolo Suazo; 9. Fantecele. Allenatore: Alessandro Nuccorini

ATLETICO CASSANO: 1. Dibenedetto; 6. De Cillis; 7. Caio; 8. Lopane; 10. Cutrignelli (Cap.); 11. Perri; 13. Manzalli; 20. Volarig; 21. Pina; 23. Casati; 27. Alemão Glaeser; 96. Gargantini. Allenatore: Pablo Parrilla

ARBITRI: Ivo Colangeli di Aprilia, Simone Pisani di Aprilia e Fabrizio Andolfo di Ercolano (cronometrista)

MARCATORI: 1’20’’ pt Fantecele (SA) - 5’36’’ pt Alemão Glaeser (AC) - 12’55’’ pt Victor Mello (SA) - 13’03’’ pt Luka Dian (SA) - 13’33’’ pt Gargantini (AC) - 3’03’’ st Lolo Suazo (SA) - 5’45’’ st Felipe Mello (SA) - 17’42’’ st Gargantini (AC) - 18’28’’ st Luka Dian (SA) - 19’26’’ st Lolo Suazo (SA)

AMMONITI: 8’34’’ pt Gargantini (AC) per gioco scorretto - 10’58’’ pt Perri (AC) per simulazione - 15’04’’ pt Fantecele (SA) per gioco scorretto - 8’09’’ st De Cillis (AC) per simulazione

ESPULSI: 12’27’’ pt Perri (AC) per somma di ammonizioni

UNDER 19

 

Si interrompe, dopo sei vittorie di fila, la striscia positiva dell’Under 19 di mister Mazzarella: i “baby-pellicani” hanno perso 2-0, al PalAngelillo, lo scontro diretto per la zona play off contro l’Itria Football Club, valido per la 20ª giornata del Girone S.

Buona partenza degli ospiti che nei minuti iniziali impegnano in più occasioni un attento Pellecchia, ma poi l’Atletico Cassano tira fuori la testa dal guscio e crea tante occasioni che, però, Volarig e compagni non riescono a sfruttare. Da segnalare anche un palo colpito da Rella. Il primo tempo, dunque, si chiude sullo 0-0.

Nella ripresa la gara resta equilibrata, ma l’Atletico Cassano appare meno brillante e subisce il gol dell’1-0 all’8’. I “baby-pellicani” si perdono un po’, ma non demordono. Volarig indossa la maglia del portiere di movimento ma la manovra è sterile e gli ospiti trovano il gol del 2-0.

A 23’’ dal suono della sirena Pellecchia para anche un calcio di rigore.

In classifica l’Atletico Cassano si fa raggiungere proprio dall’Itria Football Club in quarta posizione, a quota 34, e deve guardarsi dalla Polisportiva Sammichele che sale a 33. I “baby-pellicani” restano in zona play off e, domenica prossima, ospiteranno il Futura Matera, seconda forza del campionato, ad appena due punti dalla capolista CMB, avversario dell’Atletico Cassano nell’ultima di campionato.

 

Foto di Alessandro Caiati

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI