Martedì 24 Novembre 2020
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/larciere_martinelli.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/larciere_martinelli.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

TIRO CON L'ARCO, MEDAGLIA DI BRONZO PER L'ATLETA MARTINELLI DEGLI "ARCIERI DELLA MURGIA"

larciere_martinelli.jpg

Ancora un successo per la società cassanese di tiro con l’arco “Arcieri della Murgia”.

 

L’arciere santermano ma tesserato copn la società di Cassano, Claudio Martinelli si è classificato terzo nella divisione Arco Nudo, classe Seniores Maschile, alla XXXVI edizione dei Campionati Italiani Indoor di tiro con l'arco, svoltasi a Montichiari (Bs) dal 27 febbraio al 1° marzo scorsi.

Un risultato straordinario e, per certi versi, inatteso che ha premiato l’intenso lavoro svolto col coach Mallardi. Claudio Martinelli, sebbene al cospetto di atleti più quotati e con maggiore esperienza, con un prodigioso rush finale, un 28+28 alla terz’ultima e penultima serie di tre frecce, ed un perfetto 30 di chiusura, con 535 punti su 600 ha portato a casa la medaglia di bronzo.

Un risultato che da' prestigio agli arcieri di Puglia ed in particolare alla instancabile opera sportiva della società cassanese “Arcieri della Murgia”.

 

A Martinelli abbiamo rivolto alcune domande.

 

Come ha scoperto questa passione per il tiro con l'arco?

Il mio interesse per il tiro con l'arco ha radici lontane, di gran lunga antecedenti allo strepitoso risultato delle olimpiadi di Atene 2004 (oro individuale di Marco Galiazzo) e, purtroppo, non ho potuto assecondarlo, dati i miei trascorsi rugbystici che mi vedevano totalmente impegnato in questa meravigliosa disciplina sportiva. Con l’infortunio accorsomi nell’ottobre 2007, ed impossibilitato nel proseguire la via agonistica, che per 8 anni mi ha portato sui campi da rugby, pugliesi e non, ho deciso che, per porre fine all’ozio, potevo provare a cimentarmi con l’arco ... ed è stata passione fin da subito. 

Quali difficoltà ha incontrato nell'approccio e nella pratica?

Indubbiamente, passare da uno sport di squadra, altamente adrenalinico, ed “apparentemente” molto confusionario, ad un altro individuale, che richiede una bassissima carica emotiva, nel quale la calma e la concentrazione la fanno da padrone, di certo non è stato semplice. Tuttavia, la mia “innata” predisposizione mi ha notevolmente agevolato. Per quanto riguarda la pratica, sono stato abbastanza fortunato, in quanto la mia struttura fisica e la mia precedente esperienza sportiva, mi hanno permesso di bypassare la fase del potenziamento atletico, necessario per approcciare, sempre nella fase istruttiva, ad archi più potenti. 

Quali sono state le reazioni di chi ascoltava per la prima volta del tiro con l’arco?

La prima delle reazioni è senza dubbio lo stupore, incalzato nell’immediato dalla curiosità. Infatti, dato il relativamente scarso sviluppo di questa disciplina, a livello locale, che comunque nel nord Italia ha un larghissimo bacino di utenza, la prima domanda che mi viene rivolta è: “... ma dove lo pratichi ? ...”, consci del fatto che a Santeramo non è uno sport diffuso.

Chi le è stato più di aiuto nel passaggio a quest’altra disciplina sportiva?

Senza ombra di dubbio il mio allenatore, il maestro Vincenzo Mallardi, al quale va il grandissimo merito di avermi dato ottime basi tecniche, ma soprattutto di aver frenato la mia, molto spesso, eccessiva curiosità, impedendomi di saltare le tappe del processo istruttivo. Scoccare una freccia è l’insieme di una sequenza di gesti tecnici che, se realizzati correttamente, portano al risultato desiderato. Far propri questi movimenti necessita di un certo intervallo di tempo; una volta “metabolizzati” si può passare allo step successivo.  

Si è parlato della divisione arco nudo. Di che si tratta? E come è strutturata una gara.

Ci sono 3 divisioni nell’arceria, in funzione del tipo di Arco : Nudo, Olimpico e Compound.Quello nudo, come la stessa denominazione lascia trasparire, è un arco ricurvo, privo di qualsiasi accessorio, che mette alla prova la tecnica pura dell’arciere, senza alcun tipo di aiuto e differisce dall’olimpico solo perchè l’olimpico ha in dotazione degli strumenti accessori, ovvero mirino, bilanciere, stabilizzatori e clicker, che gli consentono un rendimento balistico decisamente migliore. Il compound, invece, è un arco di nuova generazione, che sfrutta l’uso di componenti e strumenti tecnologicamente più avanzati, come carrucole e mirini ottici, per portare, a livelli estremi, le prestazioni balistiche. Per quanto riguarda le gare, ce ne sono di 3 tipologie: indoor, nelle quali si tira a 18 metri dal bersaglio, che ha una dimensione di 40 cm di diametro, fita, nelle quali le distanze arrivano a 70 metri e sono simili a quelle olimpiche, ma col bersaglio molto più grande e poi c’è l’Hunter&Field, ovvero il tiro di campagna, per il quale l’arco nudo ha la sua maggiore affinità.

Scendo nel merito solo per le gare indoor, dato che ho disputato solamente questo tipo di competizione, dai primi di ottobre 2008 ad oggi. In una sessione si scoccano 20 volèe da 3 frecce ciascuna, per un totale di 60 frecce.In una gara di questo tipo, marcare 10 punti, il massimo possibile, con una freccia, equivale a centrare un’area delle dimensioni di una moneta da 2€, a 18 metri di distanza. Ovviamente chi marca il punteggio maggiore, alla fine vince la gara! 

 

Chiunque sia interessato a questa disciplina sportiva, può contattare il presidente Alfredo Briganti al numero 080.772058 o scrivere una mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.