Martedì 13 Aprile 2021
   
Text Size

Dedicato un giardino a Norma Cossetto, vittima delle foibe

pixiz-10-02-2021-15-29-32

Nel “Giorno del Ricordo” che la Repubblica Italiana dedica alla memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo istriano-giuliano-dalmata, con oltre 300mila italiani costretti a lasciare gli antichi insediamenti delle città dell’Alto Adriatico passate a quella che fu la Jugoslavia, la Giunta Comunale cassanese decide di guardare anche ad un altro aspetto del dramma che vissero quelle popolazioni nell’immediato dopoguerra ovvero la ritorsione delle truppe slave nei confronti degli ex occupanti fascisti e dei loro familiari.

E’ il caso di Norma Cossetto, 23enne studentessa italiana che viveva in Istria, brutalmente ammazzata dai partigiani del Maresciallo Tito (in collaborazione con alcuni italiani) e “infoibata” per il solo fatto di essere figlia di un dirigente locale del Partito Nazionale Fascista, Giuseppe Cossetto.

La ragazza studiava Lettere e Filosofia a Padova e aderì ai Gruppi Universitari Fascisti: il 25 settembre del 1943 fu fermata, quindi rilasciata e poi nuovamente arrestata dal Comando partigiano del suo paese (Visinada, attuale Croazia) e dopo essere stata stuprata e violentata, fu lanciata assieme ad altri italiani nella foiba nei pressi di Villa Surani: alcuni di essi erano ancora vivi.

Alla Cossetto nel 2005 venne conferita la medaglia d'oro al valor civile dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

La Giunta Di Medio, su decisione unanime del Consiglio Comunale, ha deciso di dedicare a “Norma Cossetto vittima della violenza titina” il giardino che si trova fra via F.lli Rosselli ad angolo con via Salvo d'Acquisto, nei pressi della Scuola Media, da poco ristrutturati e resi agibili.

 

Commenti  

 
#31 Loy 2021-02-24 14:11
Hanno lavorato nell'ombra, per pilotare la storia e la cultura. Prendono i ragazzi e li plagiano con concetti comunisti. Dovrebbero essere denunciati.
 
 
#30 Nocom 2021-02-24 14:10
La sinistra...chiamiamola così... La stessa sinistra che TRAMITE i PREPARATISSIMI DOCENTI a scuola indottrina il nostro futuro studiando poeti e narratori di unico culto... non indigeni ma promotori di una terra poco promessa e molto a usucapione.
 
 
#29 123 2021-02-24 13:55
Il male peggiore per il mondo mediatico e dell'istruzione si riduce al fascismo e al nazismo con lievissimi accenni ad altri regimi se ben peggiori in termini di numeri di morti, mostrando un'enorme ostentazione al vittimismo ebraico piuttosto corposa, e degli altri ... neanche se ne parla. Esiste l'apologia di reato applicato al nazismo e fascismo e mi chiedo come mai non è così per il comunismo, addirittura libero ai giorni nostri con un vanto impressionante. C'è poco da vantarsi sapendo che :

Unione Sovietica, 20 milioni di morti
Cina, 65 milioni di morti
Vietnam, un milione di morti
Corea del Nord, 2 milioni di morti
Cambogia, 2 milioni di morti
Europa dell'Est, un milione di morti
America Latina, 150 000 morti
Africa, un milione e 700 000 morti
Afghanistan, un milione e 500 000 morti
Movimento comunista internazionale e partiti comunisti non al potere, circa 10 000 morti.

Mettiamo in conto anche tutti i genocidi che hanno dovuto subire le popolazioni musulmane, mettiamo in conto quanti morti ha sulla coscienza la Grande America sterminando etnie, popolazioni con atti e violenze disumane su cui si siete la falsa democrazia che è etc ..... la storia va studiata tutta e senza filtri per poterla affrontare con argomentazioni valide per impedire ogni forma di influenza di massa a chi fa comodo.

Il mio rispetto totale a tutti gli ebrei e non ebrei per quello che hanno patito ma ogni tanto mi piacerebbe sentire dalla Segre non solo ringraziamenti verso l'armata rossa che la liberarono da Auschwitz e i terribili racconti di quello che ha patito ma vorrei sentire da un ebrea rispetto verso i diversi e anche una condanna del regime comunista pur se rappresentarono i suoi liberatori e di tanti altri. Quando c'è interesse di far andare la storia solo in un senso e sulla bilancia si posano le sorti della vita umana, diventa solo un atto di razzismo storico- psicologico con riscatti verso una falsità proprio da chi ha provato sulla propria vita la tragedia umana. Si pone troppa ed eccessiva attenzione su qualche squilibrato se ogni tanto compie atti antisemiti, da condannare ed è ovvio, ma pompare questi fenomeni è a mio avviso una ostentazione al vittimismo strumentalizzato da una società di stampo ebraico. Non è una sensazione ma un dato di fatto. I fascisti non esistono più oggi ma non vorrei nemmeno i comunisti a casa mia, liberi e fieri di sentirsi tali e che vanno a caccia di dittature e fantasmi per comoda visione politica in assenza di argomenti, come se fosse un atto dovuto e benedetto dalla storia , quando la storia è ben diversa in uno stato di oggi nel quale la politica globale ha fallito alla grande.
 
 
#28 Raja 2021-02-24 13:54
Ma una domanda sorge spontanea: perchè non parte mai nessun treno per visitare i Gulag sovietici? O perché non partono treni verso l’Istria dove furono decine di migliaia gli italiani infoibati da Tito? Anche questi luoghi, dove sono stati massacrati milioni di uomini e donne, meriterebbero visite di scolaresche.

O forse le vittime del comunismo non sono degne di essere riconosciute?
 
 
#27 Mhj2 2021-02-24 13:52
Il comunismo non ha mai documentato niente dei genocidi che ha perpetrato nel silenzio colpevole della storia. Queste spoglie sono di italiani senza colpe, solo quella di essere italiani.
 
 
#26 Mah 2021-02-24 13:46
Non dimentichiamo in questo giorno le innumerevoli vittime del #comunismo. Si tratto' di una spietata persecuzione consumata con arresti, interrogatori, trasferimenti in carri bestiame, lavoro coatto, sparizioni, il tutto realizzato con diabolica lucidità nel gelo della Siberia. Solo perché non erano allineati. Uomini, donne, anziani e bambini, trucidati in nome di una folle ideologia. Che la storia non si ripete mai più.
 
 
#25 LOL 2021-02-16 19:08
mina, nostalgico di che? Se siamo in una società che non funziona è proprio perché ci sono quelli che difendono l'indifendibile, anche nel 2021.
Mi hanno disgustato all'università certi comportamenti e mi disgustano ancora oggi.
Il lockdown ha fatto solo scoperchiare il contenitore più degli altri anni.
Imparate a conoscere anche quelli come te. Non è un caso se il paese non è mai avanzato di un millimetro dagli anni '80.
 
 
#24 Franco Campanale 2021-02-16 17:25
E quali sarebbero gli "ideali" dei nostalgici?

Vabbe' lasciamo perdere..
Leggetevi questo intanto:
https://www.ilpost.it/2021/02/16/foibe
 
 
#23 volavola 2021-02-16 10:22
A mina, meglio nostalgici con ideali e non ipocriti con la zucca vuota. Un saluto.
 
 
#22 mina 2021-02-16 08:25
Si si LOL, tu sei contro tutte le dittature se ti riguardano. Ma da come scrivi è evidente che la vorresti: per gli altri ovviamente.
Abbiamo imparato a conoscere quelli come te: i nostalgici che poi gridavano alla dittatura durante il lockdown.
 
 
#21 LOL 2021-02-15 21:02
Vi fanno con lo stampino. Toccati sul vivo, ripiegate sulle famiglie.
Se non l'hai capito, sono contro ogni dittatura. Se è conclamato lo schifo dei topi neri deve esserlo anche quello dei ratti rossi.
In paese oltre a giocare coi birilli e farvi finti difensori della legalità siete capaci di rovinare ogni targa o riconoscimento che va contro il vostro "ideale".
Siete alla stregua dei fascisti, solo che per loro esiste l'apologia.
Pertanto si, siete di una ignoranza galoppante.
 
 
#20 volavola 2021-02-15 18:27
Con incisività e senza mezzi termini LOL ha illustrato il vero volto del comunismo e non le/gli darò mai torto specialmente per ciò che dice nel post scriptum. Un saluto.
 
 
#19 ...LOL 2021-02-15 08:42
bla bla bla
senza andare troppo lontano abbiamo gente in paese ancora vivente che può raccontare cosa ha subito dai fascisti, gente che è andata in campi di concentramento a causa loro, gente che è stata maltrattata, violentata ed ha perso ala dignità a causa di suoi pari italiani.
quindi quando parli di "ignoranza galoppante" vai a parlare con sta gente che magari ha subito violenze da tuo padre o da tuo nonno magari.
 
 
#18 LOL 2021-02-15 04:49
Eccoli i veri fascisti. Soprattutto quando gli si punge il cul#.
Ignoranza galoppante, non solo storica.
Solo un paese di capre può permettere il proliferare di gente simile.
Legati bene il fazzoletto rosso caro Peppone delle Murge, le tue intimidazioni non fanno paura a nessuno.
Rintanati con i tuoi compari per far qualcosa di utile in vita tua.
IGNORANTE CON FALCE E MARTELLO

PS non bisogna essere "fascisti" per conoscere la storia e schifare le nefandezze che volete nascondere al pari dei topi neri. Ficcatelo in quel contenitore vuoto.
 
 
#17 ...LOL 2021-02-12 14:12
Apri gli occhi allora,che se i miei amici rossi sanno che stanno fascistelli in giro come te di sicuro te la regalano una giornata da ricordare.
IGNORANTE
 
 
#16 mik 2021-02-12 09:49
fascisti ne abbiamo?
gente che per sviare dai loro problemi ideologici la butta in casciara.
 
 
#15 LOL 2021-02-12 00:32
#3 i tuoi amici rossi non si sono lavati la coscienza con una laurea ad honorem.
Restano dei criminali osannati ed impuniti ma sempre criminali.
 
 
#14 LOL 2021-02-12 00:30
Le giornate del ricordo servono. Taci che fai miglior figura.
 
 
#13 Gigi 2021-02-12 00:09
La toponomastica urbana rivela ai posteri l'"affezione" dei propri antenati a personaggi famosi, momenti storici, luoghi simbolo, ecc.
Ciò premesso, i miei discendenti capiranno dalla recente intitolazione di certi luoghi cassanesi quanto imbarazzo si è creato nelle istituzioni per "assecondare" una stupida contrapposizione, per "accontentare" seguaci di ideologie morte e sepolte.
Insomma, i miei discendenti capiranno quanta povertà di valori e di personalità ha caratterizzato la Cassano dei nostri tempi e le figure che l'hanno guidata.

Lo dico senza polemica, ma spero si sia percepita la delusione, la rabbia e la tristezza della situazione.

Gigi
 
 
#12 Sir 2021-02-11 20:11
Io ricordo solo che quando abbiamo avuto la fascistella alla cultura alle commemorazioni c’erano esponenti di casa pound.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.