Domenica 25 Ottobre 2020
   
Text Size

La Gatti alle minoranze: "molte maschere, pochi volti"

50064749627_75df52c1ce_o (1)

Dalla Presidente del Consiglio Comunale di Cassano delle Murge, avv.ta Antonia Gatti riceviamo e pubblichiamo una nota in risposta al Comunicato Stampa diffuso qualche giorno fa dai cinque Consiglieri Comunali di minoranza in merito al punto (l'unico) in discussione questo pomeriggio nel Consigio Comunale convocato (senza pubblico) per le 17.30 in Sala Consiliare.

 

La sottoscritta (...) innanzitutto, esprime notevole stupore e meraviglia nell’apprendere quanto sottoscritto dai capigruppo di minoranza a nome di tutti i consiglieri di opposizione.

            Ciò perché, il Presidente del Consiglio Comunale, convocando il consiglio comunale del 28 luglio 2020 non ha fatto altro che rispondere in maniera tempestiva e puntuale ad una precisa istanza dei suddetti consiglieri.

            Le dichiarazioni contenute nella nota in esame sono smentite in maniera eclatante dalle dichiarazioni degli stessi sottoscrittori, dai loro silenzi e dalla loro istanza di convocazione del consiglio comunale del 16.7.2020 prot. n.7151.

Preliminarmente, si rileva che nel consiglio comunale del 25 giugno scorso convocato in data 22 giugno, su richiesta “urgente” delle minoranze formulata per iscritto lo stesso 22 giugno prot. n. 6025/2020, veniva inserito all’ordine del giorno il punto: “annullamento in autotutela delle DCC n.11 del 6.6.2020 di approvazione del DUP 2020 e DCC n. 12 del 6.6.2020 di approvazione del Bilancio 2020/2022”.

I consiglieri proponenti in quella occasione si ritennero più che soddisfatti di aver avuto immediato riscontro (praticamente il giorno stesso della presentazione) alla loro istanza e dell’inserimento del punto da loro proposto già al Consiglio Comunale del 25 giugno.

Il Presidente del Consiglio, infatti, pur avendo 20 giorni di tempo per valutare ed accogliere l’istanza della minoranza, senza neppure avere il tempo di notiziare il Sindaco, la giunta e gli atri consiglieri di maggioranza, per spirito di collaborazione, diponibilità, apertura nei confronti delle istanze della minoranza, inserì immediatamente il suddetto punto nel convocando consiglio comunale da tenersi tre giorni dopo, ovvero il 25 giugno.

Sicchè, al momento della discussione di tale punto all’odg la maggioranza tutta abbandonava i lavori consiliari facendo venir meno il numero legale.

            Pertanto, durante il consiglio comunale del 16 luglio scorso è stata reiterata da parte dei consiglieri di minoranza una istanza di convocazione del consiglio comunale, ai sensi dell’art. 16 del Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale, protocollata dall’ufficio di segreteria dell’ente in data 20.7.2020.

            Al momento della presentazione della nuova istanza, il capogruppo di Primavera Cassano, a nome di tutti i consiglieri di opposizione chiedeva una convocazione urgente del Consiglio Comunale e testualmente dichiarava di volerla “a ventiquattro ore lavorative” da quel giorno (si veda registrazione della diretta streaming 3.54.00 – 3.55.05)

            Con la stessa istanza scritta del 16.7.2020 prot.n. 7392 testualmente” i sottoscritti consiglieri… chiedono la trattazione urgente” 

            Quindi, questo Presidente, proprio per venire incontro alla richiesta urgente delle minoranze e non comprimere le loro aspettative, ha convocato il Consiglio Comunale alla prima data utile tenendo conto tanto della data di protocollazione della istanza (20 luglio) quanto dei termini previsti dal regolamento per la convocazione del consiglio allorquando si discute di bilancio comunale.

            Con riferimento alla mancata convocazione della commissione si rileva innanzitutto che non compete al Presidente del Consiglio convocarla, bensì al Presidente della Commissione consiliare competente, pertanto, non può attribuirsi allo stesso Presidente la responsabilità della mancata convocazione della stessa.

            Vi è dippiù!

            Il punto, come si è detto, era già stato inserito nel consiglio comunale del 25 giugno scorso, su richiesta espressa dei sottoscrittori e senza passaggio in commissione senza che perciò sia stata sollevata alcuna contestazione né scritta né orale né nel consiglio comunale del 25 giugno né in quello del 16 luglio scorso.

            Nessuno dei consiglieri di minoranza ha lamentato nulla se non nel consiglio comunale del 16 luglio scorso, quando, con sorpresa ed impreparazione di tutti, (nessuno aveva nemmeno una copia della delibera che chiedevano di discutere e votare) gli stessi chiesero di discutere il punto non discusso nel consiglio precedente per abbandono dell’aula da parte della maggioranza.

            Tuttavia, questo Presidente proprio per non deludere le aspettative della minoranza e venire incontro alla loro richiesta suggerì loro di ripresentare seduta stante l’istanza di convocazione di un consiglio comunale sul punto.

            Cosa che è accaduta con conseguente “urgente” (come chiesto dai consiglieri di minoranza) convocazione del consiglio comunale del 28 luglio prossimo ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 16 del Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale che statuisce: “su richiesta di almeno un quinto dei Consiglieri in carica o del Sindaco, il Presidente è tenuto a riunire il Consiglio Comunale entro venti giorni dalla data in cui viene registrata la richiesta al protocollo dell’Ente”.

            Laddove i fatti descritti non dirimessero la questione posta alla attenzione dei destinatari della nota in oggetto, si precisa quanto segue in punto di diritto.

            Più precisamente dal punto di vista regolamentare, si eccepisce innanzitutto che non sussiste alcuna violazione dell’art. 28 citato dai capigruppo firmatari il quale, a differenza di quanto essi sostengono, disciplina le “Modalità della discussione” degli argomenti iscritti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale e non la Conferenza dei Capigruppo.

            La norma che invece si riferisce alla Conferenza dei Capigruppo è l’art. 50 del Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale.

            Lo stesso, nel descrivere la Conferenza dei Capigruppo come organo consultivo del Presidente del Consiglio, non definisce il parere della Conferenza dei Capigruppo come obbligatorio e vincolante per il Presidente del Consiglio e, dunque, non vi è alcun obbligo per il

Presidente del Consiglio di chiedere il parere dei Capigruppo né lo stesso, laddove espresso, vincola il Presidente nelle su decisioni.

            In ultimo, ma non meno importante rispetto a quanto si è detto sopra, vi è che il comma 2 dell’art. 50 citato stabilisce che la Conferenza dei capigruppo, oltre che dal Presidente del Consiglio può essere convocata anche dalla maggioranza dei capigruppo.

            Ebbene, nella fattispecie concreta che ci occupa, i Capigruppo sono 4 di cui 3 di opposizione, ben rappresentando quindi la maggioranza.

            Per queste ragioni, fra le altre, si respingono le contestazioni mosse e si confida in un dialogo più sereno al quale sempre questa presidenza continua ad aspirare.

 

    

 

 

Commenti  

 
#12 FALSA POLITICA 2020-07-30 08:52
X # 11: Mi dice dove c'è scritto che questa e' una risposta alle accuse dell'opposizione solamente indirizzata alla prefettura? Io leggo che la presidente ha fatto espressa e sola richiesta di pubblicazione a questo giornale. Se la politica vola bassa, caro amico/a è proprio per quelli come lei che continuano a difendere l'indifendibile solo perché li si ritiene, sulla carta, capaci di saper amministrare. Per me sono sempre i fatti che contano e qui i fatti parlano più delle parole. Non sto ad elencarglieli. Lei, che sicuramente non è ignorante come me li conoscerà molto bene e la presidente ne è corresponsabile in egual misura a tutti i componenti dell'accozzaglia di maggioranza.
 
 
#11 Abbasso ignoranza 2020-07-29 16:57
Per commento 10 (falsa politica)
A parte il fatto che concordo che la Gatti non doveva candidarsi con questa gentaglia, ma sono in disaccordo con il resto. Ma non ha letto che quella pubblicata della Presidente è solo la risposta alla Prefettura sulle accuse rivolte dalla minoranza? ...che c'entrano fatti,risultati, obiettivi raggiunti. .. dalla maggioranza...si vede che Lei non ha approfondito ma si è limitato a esprimere un giudizio supericiale e di parte! Cosi la politica vola bassa...Noi cittadini con il nostro senso critico dobbiamo controllare i nostri politici, ma dobbiamo farlo oggettivamente.
Per me la Gatti, nonostante tutto, ha un alto senso della Politica! Sfido chiunque a gestire un consiglio comunale come quello di Cassano, senza alzare la voce , con la magggioranza che gioca con i cellulari e l'opposizione che attacca col bazuca.
 
 
#10 FALSA POLITICA 2020-07-29 13:36
Grande Ernst, se la cara presidente fosse stata coerente con il mondo a cui dice di appartenere e dal quale ha preso consensi, non si sarebbe dovuta nemmeno candidare in quella lista, invece si è adagiata comodamente amalgamandosi e conformandosi a quelle che sono le logiche più squallide della politica. Non giudico l'operato di un amministratore dal fatto che conosca o meno il regolamento, ciò che conta sono i fatti. Lei avrebbe dovuto, se fosse stata nelle condizioni opportune, screditare l'opposizione con poche parole che parlassero di fatti, risultati, obiettivi raggiunti dall'operoso e silenzioso operato suo e della sua maggioranza, invece si è adoperata in uno sfoggio di parole orientate semplicemente a mettere in risalto il suo sapere, le sue doti da azzeccagarbugli. Praticamente il nulla, e sono buono, conformemente a quello che avete prodotto.
 
 
#9 Ernst 2020-07-29 06:50
Per commento ex UTE (n. 3). Immagino lei sia anziano e capisco perché sto paese non cambierà mai. Per quelli come lei e per la cultura che hanno insegnato ai figli. Ma come si fa a votare una persona sulla base della parentela, della stima professionale senza valutare le scelte politiche? Puoi essere uno stimato professionista, anche mio cugino, ma se scendo in lista con personaggi di dubbia reputazione a casa mia ti sei giocato la stima e l’integrità. Non esiste una verginità di ritorno laddove la sua candidata non è più circondata da certi personaggi. Perché adesso ci sta lavorando assieme. Diciamo che ci sta passando il tempo assieme, perché di lavoro qui se ne vede poco
 
 
#8 Miao 2020-07-29 01:44
Cara Gatti, le prime maschere le avete indossate voi di questa Amministrazione quando in campagna elettorale avete illuso gli elettori con le solite promesse! Avete continuato a prendere in giro tutti i cittadini ed in tre anni le cose sono sotto gli occhi di tutti!
Ora ovviamente con la consapevolezza che tra meno di due anni scadrà il vostro mandato, state incominciando a farvi vedere interessati al Paese....speriamo che la gente non ci ricaschi piu'!!!
 
 
#7 #Giovanna 2020-07-28 22:34
Lettera aperta al sindaco:
Buonasera sono una cittadina di Cassano delle Murge, nella giornata odierna mi sono imbattuta in Viale Unità d’Italia, come sempre super trafficata a qualunque ora del giorno, nel percorrerla un auto che veniva nel senso opposto di marcia per evitare le auto parcheggiate a sfiorato la mia rompendo lo specchietto della mia auto, lui gentilmente si è accostato ed è venuto da me a verificare il danno, la mia domanda è una e sola, ma come posso chiedere i danni ad una persona che guidando cercava come me di fare il salto all’ostacolo/ auto parcheggiate su una strada così stretta? Perché si permette di parcheggiare su quella strada a doppio senso di marcia? Perché su quella strada il parcheggio non è a pagamento e su tante altre si? E soprattutto ci rendiamo conto che su quella strada i marciapiedi sono praticamente inesistenti e per quel po che ci sono sono occupate da alberi che ostacolano il passaggio pedonale ed è impensabile praticarla con un passeggino? Che fine ha fatto il senso civico stradale e morale?piuttosto che prediligere un parcheggio gratuito non si possono ampliare i marciapiedi lasciando intatto quel po di verde che c’è?
È gradita risposta a stretto giro, per giusta causa, nonché rispetto di un comune cittadino.
GRAZIE
 
 
#6 Un cittadino 2020-07-28 20:48
Per ex UTE,
Ma che brava e brava, grida come una pazza da legare, +++
 
 
#5 luchetto 2020-07-28 18:58
Maggioranza vergogna di questo nostro paese. Signora Gatti si dimetta per salvarsi la faccia
Incapacità politica e costruttiva totale.
E non pensate di ricandidare il vice sindaco o l'assessore alle tasse.
Chiaramente non si ricandidi nemmeno il signor Primavera.
 
 
#4 testa pensante 2020-07-28 15:49
x per commento 2
E' vero quello che scrivi ma è pur vero che anche il cittadino medio se si informa, può valutare se le motivazioni dell'avvocato (Presidente Gatti) sono fondati o si sta arrampicando sugli specchi.
In questo caso è sufficiente scaricarsi il regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale (è sul sito del Comune) e mettere a confronto le accuse delle opposizioni e le risposte del Presidente del Consiglio. E' facile ... ci vuole solo un po' di buona volontà e desiderio di conoscere la verità, almeno per capire che gente è chi ci amministra e che gente è chi sta all'opposizione.
Non vi fidate nè degli uni nè degli altri, verificate voi personalmente prima di esprimere giudizi.
P.S. se mi consentite vorrei farvi notare anche i toni e gli aggettivi con cui scaglia le accuse l'opposizione e quelli con cui risponde la Gatti...
 
 
#3 ex UTE 2020-07-28 14:28
Presidente Gatti ti ridarei il voto senza problemi...però devi cambiare alcuni membri della maggioranza!
Brava
 
 
#2 ... 2020-07-28 11:24
Care minoranze, mai attaccare un avvocato. Cadono sempre in piedi ed usano codici, codicilli, articoli di legge, norme a proprio piacimento. Loro non sbagliano mai. Ma vi immaginate che mondo meraviglioso sarebbe quel mondo in cui gli avvocati che sbagliano vengano cacciati dal loro Albo?
 
 
#1 Bart 2020-07-28 11:23
ma quando raccogliete i ferri e andate tutti a casa? Maggioranza e minoranza.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.