Mercoledì 02 Dicembre 2020
   
Text Size

Le minoranze chiedono il ritiro dell'ordine aggiuntivo al Consiglio

WhatsApp Image 2020-02-18 at 18.36.52

I tre gruppi di minoranza congiuntamente hanno inviato una nota al Presidente del Consiglio Antonia Gatti, al Sindaco, al capogruppo di maggioranza e al Segretario generale del Comune di Cassano delle Murge "perché venga immediatamente ritirato l’ordine aggiuntivo unilateralmente deciso su proposte avanzate da alcuni consiglieri della Di Medio, in vista del consiglio comunale del 25 giugno".

Stamattina, infatti, ai tre punti già previsti dal'Ordine del Giorno sono stati aggiunti i seguenti:

- Intitolazione luogo cassanese alle vittime di mafia e cittadinanza onoraria;

- Cittadinanza onoraria a Liliana Segre e intitolazione di un luogo cassanese per le vittime Norma Cossetto ed Elisa Springer.

"Non è possibile, infatti, registrare, ancora una volta - si legge in una nota delle opposizioni -  il mancato rispetto degli accordi sottoscritti in conferenza dei capigruppo e ritrovarsi, all’improvviso, di fronte ad una unilaterale iniziativa che prevederebbe l’aggiunta di due nuovi argomenti nella discussione del consiglio di giovedì 25 giugno.

Punti di discussione la cui delicatezza è assoluta, ma per i quali non vi è alcuna urgenza. Gli argomenti richiedono, invece, maggiori approfondimenti e il vaglio delle competenti commissioni consiliari. Tali violazioni sono state evidenziate dalle minoranze che hanno chiesto il ritiro dei punti  aggiuntivi che riguardano la cittadinanza onoraria alla Segre, atto modificato e mortificato, proposto dall’assessore Giustino con l’integrazione di strade e piazze a Norma Crosetto e Elisa Springer, e un altro ordine aggiuntivo, proposto dalla consigliere Marsico, per l’intitolazione di strade ai giudici Falcone e Borsellino vittime di mafia.

Si ricorderà che la proposta della cittadinanza alla Senatrice Segre è stata presentata dal consigliere comunale di Primavera Cassano, Amedeo Venezia, proposta osteggiata dalla maggioranza Di Medio ma sostenuta da tutte le minoranze.

Si confida nel buon senso che, ancora una volta, abbiamo visto ridotto al lumicino.

I lavori consiliari non possono subire variazioni e pressioni!".

 

Commenti  

 
#4 Conte di Montecristo 2020-06-25 09:52
Sinceramente io non vorrei cadere dalla padella alla brace. Se Venezia, autonominatosi in consiglio, il "Marchese del Grillo" e comportandosi come tale: "io pago o non pago, non esistono sconti" e intende seguire il noto personaggio di Sordi, celebre per la frase "...io sono io e voi non siete un ca..o", stiamo appost
 
 
#3 Rocco ant 2020-06-25 07:40
Piccinerie che non meritano attenzione. Spero che la minoranza abbandoni l'aula.
 
 
#2 X s.s.p. 2020-06-24 22:00
non scherziamo.
Cerchiamo veri politici che sappiano essere operativi
 
 
#1 S.S.P. 2020-06-24 18:08
Dr. Venezia Sindaco di Cassano
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.