La Di Medio: "Bilancio rinviato per far studiare le minoranze"

safe_image

La maggioranza che sostiene la Sindaca Maria Pia Di Medio ha diffuso ieri sera questo comunicato in merito al rinvio al 6 giugno della discussione sul Bilancio e sul DUP che avrebbero dovuto tenersi ieri mattina, in Consiglio Comunale.

 

 

Per amore di verità, si ritiene di specificare che l’odierno consiglio comunale è stato rinviato al solo fine di soddisfare l’esigenza manifestata dalle opposizioni, di avere qualche giorno in più per studiare le carte.

Nessuna illegittimità, nessuna cifra ballerina e nessuna errata corrige di troppo.

Infatti, delle due l’una, o il Comune di Cassano delle Murge annovera un Revisore dei Conti, una Direttrice di Ragioneria ed un Vicesegretario Generale che certificano il falso, oppure le minoranze devono tornare a studiare.

Noi propendiamo per la seconda, d’altronde, se il Consigliere Santorsola (già assessore al Bilancio per 10 anni) ha oggi pubblicamente affermato che, per amministrare in dodicesimi, basta trovare il modo di far dichiarare ai dirigenti che una determinata spesa non è frazionabile, vuol dire che un ripasso al TUEL dovrebbe essere, non consigliabile ma, assolutamente NECESSARIO.

La scelta consiliare odierna, infatti, rappresenta l’esempio del garbo istituzionale che la maggioranza ha usato nei confronti delle minoranze che si sono lamentate di aver avuto 10 giorni in meno per studiare le carte.

In realtà le minoranze hanno ricevuto il:

-       DUP in data 09.04.2020, al quale non hanno proposto osservazioni (48 giorni fa)

-       Il bilancio e gli allegati in data 07.05.2020 (20 giorni fa)

Successivamente l’assessore al Bilancio e la direttrice di ragioneria (alle quali va il nostro plauso) hanno -per mero scrupolo- deciso di controllare manualmente i dati diffusi dal programma informatico.

Di qui la scoperta che in alcune schede, il programma informatico aveva omesso di stampare UN SOLO IMPORTO il cui inserimento, tuttavia, NON MODIFICAVA gli EQUILIBRI di BILANCIO.

Ovviamente, tale omissione è stata immediatamente recepita dalla Giunta, in data 22.05.2020, che provvedeva a sostituire le schede al solo fine di una regolarità formale atteso che la regolarità SOSTANZIALE era conservata.

Di tanto ne hanno dato atto il Segretario comunale, il Revisore e la stessa Ragioneria anche oggi in Consiglio Comunale.

Perché allora i lavori sono stati sospesi e rinviati?

La risposta è insita nelle parole di chi ha tacciato i cassanesi come DIVISIVI e FAZIOSI.

I lavori sono stati rinviati al solo fine di dare più tempo alle minoranze di studiarsi il bilancio atteso che- come affermato- NON HANNO AVUTO MODO di studiare.

Certamente per il 5 Giugno lo avranno imparato a memoria e- FINALMENTE- si potrà tornare a parlare di ESIGENZE REALI del paese e dei concittadini …..forse.