Venerdì 03 Aprile 2020
   
Text Size

Minoranze a confronto: tante domande, poche risposte

WhatsApp Image 2020-02-18 at 18.36.52

A ben guardare l’unica novità dell’incontro di ieri sera fra i Consiglieri comunali di minoranza e i cittadini cassanesi è stata la presenza dei vertici locali del Partito Democratico: in prima fila, in Sala Consiliare, c’erano la Segretaria politica Enza Battista e il Presidente del Circolo cassanese del Pd Rino Palumbo.

Mai, nei tre incontri precedenti delle minoranze, era accaduto: durante la “gestione Pignatale” il Pd si teneva ben lontano da queste assemblee cittadine, nonostante fra i Consiglieri di opposizione sieda Amedeo Venezia, tesserato con il Partito Democratico.

Fatto nuovo, dunque, in un mare di problemi  già ascoltati e purtroppo senza soluzioni, al momento.

Non per colpa delle minoranze, ovviamente che anzi hanno il merito – riconosciuto da tanti fra i tanti presenti – di continuare a interpellare la cittadinanza, ascoltarla “arte che ogni amministratore dovrebbe avere nel suo DNA” ha detto Venezia nel suo intervento . Il fatto è che come ha detto Teodoro Santorsola “noi della minoranza suppliamo ad una mancanza, quella di una Amministrazione che dovrebbe dare risposte ai cittadini e che invece non governa, non ascolta, non colloquia”.

 

IMG_20200218_201127

 

Assente per malattia Linda Catucci, oltre ai rappresentanti di “Prima Vera Cassano” c’erano Davide Del Re e Rocco Lapadula nonché il Consigliere regionale Ignazio Zullo.

Oltre 40, a detta degli organizzatori, le domande dei cittadini giunti a #cassanochiede su tanti temi: dai Borghi ed i loro atavici problemi, alle opere pubblica, dall’abbandono del Centro Storico alla mancata costruzione della Circonvallazione, dall’abbandono dei rifiuti all’ex Fondazione “Maugeri” trasferitasi a Bari, fino al Polisportivo di via Grumo “simbolo del degrado”, l’ha definito Lapadula.

Tante le domande anche dei presenti ma purtroppo poche le risposte dei Consiglieri che hanno più volte ribadito: “l’Amministrazione non ci ascolta, si chiudono in un mondo fatto di arroganza e presunzione, autoreferenziale” mandando allo sfascio il paese.

Basti guardare a “Casa Bianca”, l’ex clinica nel cuore di Cassano, che potrebbe rendere alle casse comunali 125mila euro l’anno (somma peraltro scritta a Bilancio nel corso degli anni, per Santorsola un vero e proprio falso che inficia tutto il documento contabile) e che l’Amministrazione non si sa bene perché continua a tenere sfitta, ormai poco meno di un rudere nonostante possa essere rimessa a posto ed utilizzata anche per attività socio-sanitarie ad indirizzo pubblico.

Altro simbolo di una Cassano piena di potenzialità che la Di Medio & Co. non  vogliono sfruttare.

“Il paese guardi avanti – ha detto nel suo intervento Ignazio Zullo – non rimanga a piangere sul latte versato, così come successo per l’ex Centro Medico, ora a Bari: lavoriamo tutti insieme, ognuno con le proprie competenze, per portare a casa un risultato ovvero ospitare nella struttura del “Circito” un Centro per la cura della ludopatia e delle dipendenze, già previsto nel Piano Sanitario Regionale e che farebbe di Cassano delle Murge un faro per tutto il Sud Italia”.

Mancano poco più di venti mesi alle prossime elezioni amministrative. Cassano dovrà cambiare passo se vorrà tornare a crescere. Sullo sfondo una nuova coalizione: tutti insieme, questa volta contro chi erediterà lo scettro della Di Medio.

Una storia già vista, anche in alcuni dei suoi protagonisti. E che non sempre ha fatto il bene di Cassano.

 

Commenti  

 
#10 Fontana jimmy 2020-02-21 14:32
Curcuma ha ragione al tavolo delle minoranze tutti dipendenti pubblici.
Cosa possono capire dei problemi di imprenditori, disoccupati.
 
 
#9 #8 2020-02-21 12:24
Curcoma sindaco subito!
 
 
#8 Curcuma 2020-02-21 08:30
Tutti a casa minoranze e maggioranze.
Per il bene di tutti e tutto.
Questi delle minoranze stanno tutti bene alle case come dipendenti di regione di banca di ospedali. Beati voi.
Fuori vi è gente che muore di fame con i problemi.
Che ne sanno questi dei problemi.
 
 
#7 Vito Campanale 2020-02-20 09:53
Cito testualmente dall'articolo: "Tante domande, poche risposte; tanti problemi, senza soluzioni".
Come quando ci si riunì nella piazzetta davanti allo "Spetale Vecchio" per parlare dei problemi del centro storico: riunioni alle quali partecipano sempre gli stessi, si dicono le stesse cose, si ascoltano le stesse risposte.
 
 
#6 x partipilo joe 2020-02-19 20:45
Nessuno ti trattiene, vai vai pure a Santeramo dal tuo sindaco
 
 
#5 pane quotidiano 2020-02-19 18:09
Come dice il detto Chi è SAZIO non crede a chi è a DIGIUNO.
 
 
#4 Pinuccio b. 2020-02-19 16:32
A Santorsola, Del Re e Zullo.
Mi venite a parlare di latte versato a cui non bisogna pensare più.
Ma prima di fare proposte, mi volete spiegare oggi, per quale +++ di motivo oggi siete uniti e nel 2017 no?
Cosa cambiò a distanza di pochi mesi da quella elezione?
Voi sapete che la di medio è lì grazie a voi?
 
 
#3 Partipilo joe 2020-02-19 15:24
Zullo da quale pulpito.
Il pd di Cassano in due anni e mezzo di governo ha fatto peggio di questa maggioranza.
Quindi a Cassano siamo messi malissimo.
Meglio farci accorpare da santeramo
 
 
#2 Ignoto 1 2020-02-19 12:41
Che l’amministrazione prenda esempio dalla minoranza... ascoltare ed aiutare una popolazione che ha dei seri problemi. Ma i seri problemi sono provocati proprio da quelle persone che oggi hanno una bella poltrona al comune. Che si dimettano e diano spazio a questa minoranza che tanto merita
 
 
#1 Sigaro 2020-02-19 12:09
Questi personaggi predicano bene e rozolano male.Batista e lapadula per me non sono persone giuste per governare cassano.!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.