Venerdì 15 Novembre 2019
   
Text Size

Giustino resta al suo posto: no alla mozione di sfiducia

WhatsApp Image 2019-11-06 at 18.06.38 (1)

Resta nel suo ruolo di vice-Sindaco e Assessore alla Legalità e Lavori Pubblici Angelo Giustino: la “mozione di sfiducia” con la quale i tre gruppi di minoranza chiedevano alla Sindaca di Medio di rimuoverlo, non è stata ritenuta ammissibile dalla maggioranza del Consiglio Comunale.

Niente discussione di merito, dunque. Alle minoranze è stata tappata, di fatto, la bocca, ha pensato il pubblico presente in Sala Consiliare.

Una trappola ben congegnata dalle opposizioni nella quale, ancora una volta, la maggioranza è cascata mani e piedi. Per dirla con le stesse parole  del capogruppo di “X TE”, Pasquale Campanale “Arriverò alla fine del mandato e questa politica non la capirò mai!”.

Ma andiamo con ordine, partendo dai preliminari dei lavori consiliari di questo pomeriggio.

 

WhatsApp Image 2019-11-06 at 16.10.12 (1)

 

In apertura la Sindaca, commossa, ha ricordato la figura e l’esempio di Annamaria Centrulli, scomparsa prematuramente, un angelo della solidarietà “della quale siamo onorati di essere stati concittadini”; un ricordo del quale la Consigliera Linda Catucci (cognata della cofondatrice de "La Ginestra") ha reso grazie alla Di Medio.

Sempre nei preliminari del Consiglio il capogruppo di “Prima Vera Cassano” Teodoro Santorsola ha spronato la maggioranza a rendere con atti concreti l’impegno contro il “5G”, così come il Comitato cittadino sollecita: l’Assessore all’Ambiente Carmelo Briano ha assicurato la massima attenzione e, a breve, alcune novità in merito a proprietà pubbliche sul nostro territorio sulle quali sarà possibile installare le antenne, se vi dovessero essere richieste da parte dei gestori.

Le minoranze hanno poi presentato tre interpellanze: sulla gestione dei rifiuti, sull’impianto di pubblica illuminazione e sulla mancata apertura del MUTEC (il Museo su via Sanges) che a tre anni dal completamento dei lavori ha le porte ancora chiuse. Tutte questioni – comprese le risposte da parte degli amministratori – sulle quali torneremo con altro articolo.

Si è passati, quindi, a discutere dei punti all’ordine del giorno: debiti fuori Bilancio, relativi a incidenti stradali dovuti alle cattive condizioni del manto e della segnaletica nelle strade urbane, che vede il Comune di Cassano soccombere nei diversi giudizi intentati dalle vittime. Tutti passati con il voto favorevole della maggioranze e quello contrario dei cinque Consiglieri di minoranza.

Ritirati, invece, i punti 4 e 5 ovvero un ulteriore riconoscimento per debiti fuori Bilancio (“per un mero errore di calcolo”, ha spiegato Giustino) e la Convenzione con il Comune di Grumo Appula per avere “a scavalco” da quel Comune il Segretario Comunale per sei mesi. Una trattativa che la Di Medio aveva condotto direttamente con il Sindaco grumese Michele D’Atri, prima del Commissariamento del Comune e lo scioglimento del Consiglio.

Ora si dovrà attendere che il Commissario studi la questione e valuti la disponibilità ma occorreranno diversi giorni; una scelta contestata da Santorsola che invece ha invitato la Di Medio a far sì che arrivi in Comune un Segretario “al 100%” e non dimezzato, viste le condizioni di “debacle” nel quale è caduto il Municipio cassanese.

 

 

WhatsApp Image 2019-11-06 at 16.11.43 (1)

 

Si è quindi passati alla discussione dell’argomento più importante ovvero la Mozione di sfiducia verso Giustino (leggi l’articolo): ad illustrarla Teodoro Santorsola al quale ha replicato lo stesso Giustino con un lungo discorso di discolpa: “la delibera incriminata – ha spiegato il vicesindaco – era solo propedeutica e preparatoria rispetto alle transazioni che si sarebbero fatte in seguito, con un notevole risparmio per l’Ente e non c’era nulla da nascondere tant’è che siamo stati noi, pur non obbligati, a chiedere un parere al Revisore dei conti e se l’abbiamo ritirata è stato per non creare conflitti fra gli Uffici Comunali, anche se l’atto aveva tutti i pareri favorevoli”.

Al momento di aprire il dibattito, però, lo stesso Giustino ha sottoposto alla Presidente Antonella Gatti  una “pregiudiziale sulla ammissibilità della Mozione”, sottoscritta da quattro Consiglieri di maggioranza: della sfiducia, cioè, non se ne poteva parlare in Consiglio perché presentata in modo non conforme allo Statuto ed al Regolamento del Consiglio Comunale.

E da lì il finimondo!

Consiglieri che sbraitavano e si accusavano a vicenda, il pubblico che rumoreggiava, Pasquale Campanale che inveiva contro Santorsola, accusandolo “di voler fare solo lo show”; l’Assessore Caprio che rimproverava le minoranze: “siete incapaci e bugiardi….poi dite che gli incompetenti siamo noi!”, la Sindaca che parlava da sola e ripeteva a se stessa “noi non nascondiamo nulla” ma senza che qualcuno l’ascoltasse, la Presidente Gatti che cercava di riportare (inutilmente) la calma.

Alla fine, dopo un intervento del Capogruppo Campanale che ha accusato la minoranza di raccontare “frottole e fandonie perché il vostro solo scopo è gettare fango sull’Amministrazione” e ammonendo che “questo modo di fare deve finire!”, ha appoggiato in pieno la versione di Giustino, ribadendo che il vicesindaco ha la fiducia piena della maggioranza.

 

WhatsApp Image 2019-11-06 at 16.04.51 (1)

 

Vano il blando tentativo di Davide Del Re nel far recedere la maggioranza dal suo intento: la trappola ormai era scattata, il risultato era stato ottenuto. Le minoranze, cioè, hanno ottenuto il loro scopo: passano da vittime del presunto dispotismo di Gatti, Di Medio & Co.

Nonostante i voti soverchianti della maggioranza che avrebbero comunque assicurato la fiducia a Giustino, ma dopo una discussione che fosse entrata nel merito della questione, la compagine della Di Medio ha deciso di ritirarsi senza combattere.

Le praterie che si aprono dinanzi alle minoranze sono sempre più vaste.

 

Commenti  

 
#20 Rolando il furioso 2019-11-11 11:27
ma è davvero incredibile quello che leggo.
Scusa Giustino, ma se ti difendi dicendo che non c'è nulla di illegale (sic!), perchè poi ti fai scudo dietro la pregiudiziale di ammissibilità? Affronta il problema e il dibattito democratico invece di scappare come un coniglio protetto dal fuoco amico di Di Medio, Caprio, Pasquale Campanale e qualche altro scherano tengofamiglia di questo carrozzone di incapaci che è la giunta attuale!
Eppure, si dice che tu sia un avvocato! Sei un avvocato e non ti sai difendere? Evidentemente eri indifendibile pure se dovevi difenderti da solo: ridicolo per un avvocato! Chiaro segno del declino di una, anzi, due professioni: il politico (ormai ridotto a topo che viene intrappolato davanti al pezzettino di formaggio) e il legale (ormai costretto a darsela a gambe, invece di difendersi in un normale consesso democratico).
Per quanto riguarda la Caprio poi ... beh, lasciamo perdere. Lei che accusa di inettitudine gli altri (chiunque altro) è chiaro segno del fatto che c'è un cambiamento climatico in atto e che lo scioglimento dei ghiacciai sta provocando turbe anche intorno a noi. Vederla urlare così, come una scaricatrice di porto, mi ha fatto intuire lo stato del suo animo, ormai alterato irreversibilmente dal travaso di bile permanente dovuto, in verità, alla sua incapacità di portare a casa il minimo risultato su qualsiasi compito le venga affidato.
 
 
#19 X evviva 2019-11-09 01:37
Ma smettila che non sai neanche tu quello che dici.
I fatti parlano da soli, e portano il paese nella m.... grazie a questi signori.
Dimettetevi +++
 
 
#18 michele75 2019-11-08 15:54
Buona notizia
 
 
#17 x ramon diaz 2019-11-08 14:41
La dignità l’hanno perso quando in consiglio comunale votarono che il sindaco non era in conflitto d’interesse per la storia della tributaria.
Ricordiamo a tutti che il sindaco ha rinunciato all’eredità del defunto marito e di conseguenza anche ai debiti di costi verso il Comune.
E ricordiamo che aspettiamo che le somme siano recuperate, come giuravano in Consiglio, dagli altri debitori condannati.
Infine ricordiamo che il Comune poteva appellarsi contro la rinuncia all’eredità. Ma non l’ha fatto. E la maggioranza consigliata ha votato compatta. Hanno ancora dignità questi signori?
 
 
#16 Ramon Diaz 2019-11-08 11:26
Che pena che fai!
Una prova di +++MODERATO+++ e tutti i sospetti sono legittimi. La stessa giunta è stata costretta a fare retromarcia. Ma ormai sei marchiato. E noi sappiamo pure che ogni tua firma da ora in poi è meglio rivederla, in luce e in controluce, chissà che magagna può esserci.

E che pena anche La Sindaca! Ormai senza più dignità costretta a difendere l'indifendibile: ma se difende allora perché ha annullato la delibera? Contraddizioni non solo nella giunta, ma nella stessa persona del Sindaco, ormai già recidiva a convulsioni politiche e politico-giudiziarie.

Mi aspetto un sussulto di dignità dai consiglieri di maggioranza, se come spero la sfiducia verrà ripresentata.

Gli unici ridicoli restano, al netto di una Caprio solidale con il vicesindaco per destino, sono la D'Ambrosio e Campanale: due "utili idioti", presi per il naso, incapaci di comprendere quello che firmavano e zittiti pure senza complimenti e costretti a inchinarsi al vicesindaco azzeccagarbugli.

Un episodio di caduta di dignità per tutti, inclusa la intera comunità cassanese.
Mancano all'appello le opinioni di Briano e, in misura minore, della Gatti:le attendiamo, con ansia.
 
 
#15 Social 2019-11-07 21:46
Forza sindaco
Bretellone assessore e poi tutti dietro +++
 
 
#14 Annetta 2019-11-07 19:58
Giustino autodifesa arrabattata da furbastro e da avvocatuccio di paese. Il paese in mano ai bambini.
 
 
#13 Evviva 2019-11-07 19:26
Sig.Brunelli ha mai scritto un articolo pro-amministrazione DiMedio? Non credo, dunque ê evidente che ogni suo articolo sia denigratorio nei loro confronti ma piuttosto sottolinea l’enorme efficienza della minoranza( mbâ.....), che in realtà l’unica cosa che sia in grado di fare (insieme a tutti i cittadini) é quella di sparare contro, anche solo X spirito contraddittorio..
 
 
#12 Non colpevole 2019-11-07 11:56
Questa amministrazione è Non colpevole per aver fatto fuori 3 segretari comunali,Non colpevole di aver fatto fuori 2 funzionari comunali,Non colpevole per aver mandato via un ingegnere per poi sostituirlo con 1 che è assente al comune ed ha paralizzato le attività di impresa,Non colpevole di aver mandato via l'ex comandante dei vigili ,aprendo ora un contenzioso legale(e pantalone paga)
Non colpevole di un centro Maugeri che ci sta lasciando,non colpevole di una Casa Bianca chiusa allo sfascio,,,,,,,,,,
Insomma il Vero Colpevole e' "L'Opposizione"
Abbiamo capito bene?
 
 
#11 Pintus 2019-11-07 11:05
Volendo sta iniziando la raccolta delle olive. Tutti così come stanno dal primo all'ultimo anziché stare a disc ca....te non possono venire a dare una mano? Almeno fatik nu pik.
 
 
#10 Grattacapo 2019-11-07 10:41
che caricatura di paese che siamo diventati!
Incredibile la faccia tosta dell'interessato a voler con protervia restare al suo posto: sommo segno di sfida alla città, al Consiglio ed alla stessa maggioranza.
Da oggi la maggioranza ha un PADRONE: uno che sa tenerla in scacco e gli fa fare a bacchetta quello che dice lui. Di Medio? anche tu, nemmeno un briciolo di dignità! Far calpestare così il decoro e la legalità!
Per la Gatti, comprendo il ruolo notarile cioè di far rispettare anche i commi e i sottocommi e i cavilli del regolamento comunale, ma poteva almeno dissociarsi politicamente da questo schifo di rappresentanti pubblici!
Spero che le minoranze ripresentino, nei tempi giusti, la mozione di sfiducia: voglio vedere cosa diranno queste schiene curve di fronte ad un padroncino ridicolo!
Eppoi, a mio avviso, della cosa deve essere informata la magistratura, la corte dei conti e l'Autorità anticorruzione: la vicenda, per quanto sventata nei fatti dall'intervento del revisore, è davvero grave e nuoce gravemente all'immagine della democrazia nella città.
 
 
#9 sdr 2019-11-07 09:39
Spiegato al capogruppo che la minoranza getta fango sulla maggioranza quest’ultima non si rende conto che il paese è nella merda e chi c’è la gettata sono proprio loro. Questo fuggire dalle proprie responsabilità, questo dare degli incapaci da parte di chi non ha dato alcuna prova di capacità amministrativa (la buona amministrazione) ha provocato danni che pagheremo per decenni. Rimpiango Lionetti, non tutta la sua giunta, ma lui si.
 
 
#8 Ero presente 2019-11-07 08:35
Secondo me la presidente Gatti ha fatto bene a far rispettare il regolamento :altrimenti che ci sta a fare?
Le minoranze possono ripresentare la mozione rispettando le regole.
Per Brunelli: non vedo dov'è il dispotismo... cerca di essere meno di parte e piu' imparziale, così potrai offrire veramente un servizio alla collettività.

Risponde G. Brunelli

Se eri presente, devi aver capito poco. E se anche dopo la lettura dell'articolo non hai compreso quel che è successo....beh....non posso farci niente.

p.s.: leggi bene perchè non ho scritto che c'è dispotismo ma che (ed è molto diverso) le minoranze considerano l'atteggiamento di Gatti, Di Medio & Co. dispotico.
 
 
#7 Reg 2019-11-07 07:26
Indecoroso atteggiamento della maggioranza
 
 
#6 Scusa 2019-11-07 07:22
Per commento 3
..."DITTATORIALE" perché è stato rispettato il Regolamento Comunale?
 
 
#5 Arrabbiato 2019-11-07 00:41
Basta...andate via, maggioranza di buffoni
 
 
#4 Avvocati 2019-11-06 22:59
Le eccezioni preliminari noi avvocati le solleviamo,quando nel merito non abbiamo argomenti...evidentemente nel merito era meglio non entrare. Peccato,perché così il dubbio rimane.
 
 
#3 Muslini 2019-11-06 22:56
REGIME DITTATORIALE
 
 
#2 Lucio 2019-11-06 22:25
Arrampicamento sugli specchi indecoroso.
 
 
#1 Rocco ant 2019-11-06 22:23
Ho visto la diretta ma è possibile che le SIGNORE della maggioranza debbano dare uno tale spettacolo indecoroso di isteria da mercato del pesce?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.