Martedì 18 Giugno 2019
   
Text Size

Il Pd cassanese "ricomincia" dal 27 giugno

pd restart

E' fissata per il 27 giugno (ore 17.30 presso la sede di via Indipendenza) l'Assemblea cittadina che il Circolo cittadino del Partito Democratico ha organizzato per "ricominciare" a dialogare con i cittadini, con gli elettori e con il territorio.

Un "restart" a cui la Segreteria del Pd retta da Davide Pignatale tiene molto anche se non si "sbottona" sui particolari dell'incontro: "è una Assemblea per decidere il futuro del Circolo - spiega Pignatale - aperta a tesserati e simpatizzanti ed a tutti coloro che sentono di voler contribuire con il proprio impegno ad una fase nuova...al Restart del Circolo cittadino. Il contributo di ognuno di Noi è importante per favorire questa nuova fase".

Tutto molto generico, dunque, forse per non rovinare la sorpresa o magari per non ingenerare false aspettative.

Certamente il Pd locale ha attraversato, in parallelo con quello nazionale, una fase a dir poco turbolenta: la caduta anticipata dell'Amministrazione Lionetti, dopo due anni di governo, nel quale il Pd aveva un ruolo importante avendo dalla sua assessori e consiglieri nonchè lo stesso Sindaco, pesa ancora nel dibattito politico cittadino, seppure asfittico.

La sinistra cassanese, quel che ne resta, certamente vede nel Pd l'unica forza politica organizzata e presente sul territorio ma il dialogo vero è di là da venire.

Forse la ripartenza che Pignatale e compagni vogliono sta anche in questo: ricreare le condizioni perchè un forte Partito Democratico cittadino si posizioni al centro dello scacchiere politico in vista delle prossime regionali e delle, seppur lontane, amministrative cassanesi. 

 

 

Commenti  

 
#6 Pinko 2019-06-17 05:11
Tutti al mare
 
 
#5 Mimmo cassano 2019-06-15 11:22
Ha ragione Gianni f71.
A livello locale il direttivo ha gestito malissimo il partito.
Lionetti aveva vinto non per merito loro anzi.
E dopo aver avuto la fortuna di avere assessori e consiglieri che fanno ????
Allontanano consiglieri e si dimettono poi vanno via grandi elettori locali.
Cosa significa questo ?
Finché non si allontano certe piscine vacanti il PD cassanese non avrà futuro.
 
 
#4 X GianniF.71 2019-06-13 20:10
Sono d'accordo sulla poca coerenza dimostrata appoggiando un candidato sindaco di destra, non sono d'accordo sull'asserito fallimento locale del partito, basta vedere a Cassano i voti che ha ottenuto alle europee.
Spero in qualcosa di buono con il prossimo restart. Auguri
 
 
#3 P D 2019-06-13 15:19
Andate a casa tutti.....propongo Paulucc Mel segretario del PD, persona umile e seria con tanta passione per la politica. Forza Compagni.
 
 
#2 Gianni F.71 2019-06-13 12:31
Ripartenza ?
Cominciate a dimettervi sul serio e non per finta.
Chi ha cagionato il fallimento del partito locale dovrebbe aver la sensibilità di rimanere a casa e permettere al partito di ripartire sul serio.
Gli ultimi anni culminati con il sostegno ad un candidato sindaco di destra sono veramente vergognosi.
 
 
#1 informatico 2019-06-13 10:09
Più che un RESTART dovreste fare un RESTORE, anzi no... un RESET!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI