Domenica 26 Maggio 2019
   
Text Size

Rimpasto nella Giunta Comunale: stessi assessori, nuove deleghe

sindaco senza fascia PICCOLA

“Squadra che vince non si cambia”: la Sindaca di Cassano deve aver prestato fede a questo proverbio, quando ha pensato di metter mano alla redistribuzione delle deleghe fra i cinque Assessori che compongono la Giunta Comunale.

Un atto di fede ma anche un bagno nella umile realtà: mettere da parte questo o quell’assessore e sostituirlo con qualcun’altro, avrebbe significato creare instabilità, provocare malumori fra alcuni “grandi elettori” della lista “XTE” e alla vigilia del Bilancio di previsione 2019 Maria Pia Di Medio questo azzardo non se lo può permettere.

Non per nulla ci sono volute ben due riunioni di maggioranza (e qualcuno chiedeva un’ulteriore verifica, ma la Sindaca ha detto basta) per delineare il nuovo quadro delle deleghe assessorili.

Via al rimpasto, dunque, ma puntando sempre sugli stessi uomini e donne, per alleggerire la Di Medio dalle 10 deleghe che deteneva dal giugno 2017 e ottimizzare i rapporti all’interno della squadra di governo.

Dopo le dimissioni dell'intera Giunta, lo scorso 6 marzo (un passaggio tecnico, per consentire la redistribuzione degli incarichi) questa è la nuova Giunta, cristallizzata nel Decreto Sindacale appena pubblicato:

Angelo Giustino, vice-sindaco, conferma le deleghe a Contenzioso, Legalità ed Attuazione del Programma elettorale ed aggiunge Urbanistica e Lavori Pubblici.

Ad Annamaria Caprio nessuno tocca Bilancio, Personale, Trasparenza e Programmazione economica ma si aggiunge una nuova competenza: marketing territoriale.

Per Carmelo Briano confermate le Politiche ambientali cui si aggiunge l’Agricoltura sostenibile.

A Maria Pia D’Ambrosio vengono tolte le deleghe a Manutenzione e Decoro Urbano e le viene assegnata quella alle Politiche Sociali (Welfare) , promozione e gestione dei rapporto con i borghi e Randagismo (prima nelle mmani di Briano)

Tutte a Michele Campanale, quindi, le deleghe su Rigenerazione urbana e Patrimonio, Attività produttive e sviluppo del territorio cui si aggiunge quella alla Polizia Locale.

Alla Di Medio, quindi, resterebbero le competenze su Pubblica Istruzione e Cultura.

A quasi il giro di boa del mandato elettorale ed a 21 mesi dal suo insediamento, dopo la vittoria elettorale dell’estate 2017, l’Amministrazione Di Medio prova a cambiare passo, per cercare di riguadagnare consensi perduti e provare a ricalibrare il programma sulla base delle richieste dei cittadini, sempre più sfiduciati e disamorati del loro paese.

 

Commenti  

 
#29 sine71 2019-03-14 17:52
Io darei solo la delega all'agricoltura a Kelone....scess a zappè.
 
 
#28 5 stalle 2019-03-14 10:22
Le deleghe più importanti vanno a chi ha più potere alle spalle. La Caprio ha il gruppo dell'ingegnere e Giustino quello dell'ex ex ex ex sindaco. ELEMENTARE.
 
 
#27 Censore 2019-03-13 16:56
Se vanno tutti a casa e' meglio. Finora +++MODERATO+++ mentre il paese sta morendo.
 
 
#26 GoogleFire 2019-03-13 16:56
insomma tutto il potere in mano a Caprio e Giustino ...
Mi chiedo, come vedo se lo chiedono altri, che competenze hanno ...
Che ne capisce Giustino di Urbanistica o di lavori pubblici?
E la Caprio, che già con il bilancio lascia a desiderare, che ne capisce di marketing territoriale? E per la disastrosa situazione del personale che ha fatto in questi due anni?

Qui si danno deleghe come fossero noccioline. A casaccio, al piu forte che se le accaparra.
Questa giunta mi ricorda il carnevale! Ognuno si mette la casacca di cosa non è! Una fiera del travestimento!

Ma tanto, cari concittadini, statene certi: tra pochi mesi si cambia. Nuove deleghe per tutti!
 
 
#25 Conf. 2019-03-13 16:16
Certo un amministrazione pessima, io salvo solo la D'Ambrosio e Panzarea, d'altronde li ho anche votati.
 
 
#24 Cittadino 2019-03-13 10:54
Non è un rimpasto è semplicemente migliorare un minestrone, peccato che questo è stato fatto con verdure di pessima qualità.
Poi a chi dice brava alla D'Ambrosio, essere disponibile non significa essere competente perché fino ad ora ha dimostrato il contrario
 
 
#23 Verità 2019-03-13 07:12
Caro sindaco

Anzi vice, avete scelto di dare alla Dambrosio deleghe x attività invisibili... relazione con i borghi!... e servizi sociali distrutti.
Poi... il vice è mikelon sui lavori .... mani avunque..
Mi chiedo è dico : ma voi la legge anticorruzione studiatela bene prima di operare xché poi non ci sono sconti x nessuno... e bretellone sempre libero di agire sarà con il grumese.

Assessore Dambrosio lei x la città resta comunque una persona disponibile e distinta da loro.

Vada avanti.
 
 
#22 Animalista 2019-03-13 03:04
L'assessorato al randagismo va dato a chi a cognizione del ruolo e competenze.
Cassano è diventata il centro dei randagi della provincia.
Ci sono cani di grossa taglia identificati dal comune e messi in libertà.
Ma vi rendete conto? Per non parlare dei continui casi di aggressione che si verificano.
 
 
#21 Rocchino 2019-03-12 13:09
Alla dambrosio una bella palla avvelenata. Sindaco i servizi sociali distrutti da te e passati alla inesperta assessora
0
 
 
#20 MI.NI. 2019-03-12 09:52
Ma l'assessore al bilancio che competenze ha con in numeri, personale e ora anche marketing? Che titoli di studi? Giusto per curiosità.
 
 
#19 Napo 2019-03-11 21:54
Campanale prossimo sindaco......a grumo però :-)
 
 
#18 Poverinoi 2019-03-11 20:10
Assessore alla PU Campanale assessore ombra bretell. Poveri noi la PU alla fineeee.
 
 
#17 Rocchino 2019-03-11 17:42
Ma i compiti dei settori li conoscete? Non credo superficialità e arroganza. Girate le carte ma non studiate mai. Ma che dico dirige tutto bretell e vaiiiii.
 
 
#16 Smile 2019-03-11 16:28
Sorrido per non piangere, eppure Vi ho votato. Dal giorno dopo le votazioni l'assessore geometra piglia tutto e l'assessore al bilancio Tremonti di Cassano sembravano già volare alto e continuano nella loro convinzione e arroganza; poi c'è il vicesindaco bretell che fa le funzione dell'avvocato molto impegnato; poi c'è l'assessore ex manutenzione che avrebbe voluto fare di tutto ma in realtà ha fatto pochissimo nel suo settore non certo per colpa sua, infatti la manutenzione è sparita come delega; in ultimo l'assessore anziano che vorrebbe ma non può fare di più. Così facendo state consegnando il paese nelle mani dell'opposizione. Datevi una mossa altrimenti andate a casa.
 
 
#15 ozzappatore 2019-03-11 16:14
Una amministrazione DI MEDIO-CRI
 
 
#14 #legatidamorire 2019-03-11 15:56
Diciamola tutta : questi stanno insieme perché non sono fessi come quelli di prima,ognuno deve difendere qualcosa a partire dallo stipendiuccio e dall'autodifesa e non c'è niente che li possa far recedere dallo scannetto che hanno conquistato;nelle segrete stanze si possono anche "picchiare " ma usciranno sempre con il sorriso stampato...perte.
 
 
#13 arch 2019-03-11 15:14
Marketing territoriale: non sanno nemmeno cosa sia ma nonostante il treno perso di Matera 2019 hanno ancora il coraggio di parlare di tutto questo appurate le manifeste incapacità.

Non solo si toglie alla D’Ambrosio la manutenzione ed il decoro urbano (per evidenti motivi) ma queste deleghe scompaiono. Probabilmente perché nessuno si vuole prendere la responsabilità di andare a rompere l’attivismo di qualche personaggio al comune su questi due aspetti.
Il Randagismo sembra una polpetta avvelenata della quale Briano è riuscito a liberarsi per prendersi un delega così nuova per lui che non sa probabilmente come distinguere un prodotto bio da uno cinese.

I rapporti con i borghi: un nuovo assessorato degno da oscar come quello delle sagre. Della serie “facciamole fare qualcosa”.
E la cultura? Se la tiene stretta la nostra efficientissima sindaca per fare giocare la maestrina. Ed è il caso dire proprio che giocano.
Signori sono passati due anni e siete fermi al palo ed i danni che state producendo sono incommensurabili…
Nel medioevo saresti lapidati in piazza.
Ma oggi siamo nel dimedioevo la lapidazione al massimo avviene in cabina elettorale.
 
 
#12 Bri 2019-03-11 14:41
Povero Carmelo.
 
 
#11 Manu 2019-03-11 14:21
Gent.Ma dott.sarà
Le parlo con il cuore in mano,mi ha deluso profondamente con il suo modo di fare e comportamentale.
Si e dimostrata una grande addestratrice,poco sensibile
ALle problemapatiche sociali,guardando sempre e,soltanto i suoi interessi(vedi la gestione legale della tragedia di suo marito.
Siamo rimasti di stucco,e non aggiungiamo altro.
Per quanto riguarda la sua squadra,la più intelligente vi ha,piantato in asso e se ne andata via.
Sei rimasta con la Caprio,Campanale, Giustino e Briamo, tutti indistintamente,ineducati,presuntuosi ed aggiungo incompetenti nei loro ruoli,a
se lo dico è perché per dei problemi esposti alle loro competenze dopo anni sto ancora aspettando risposte(che sono:stiamo vedendo,ci stiamo interessando,provvederemo ecc.ecc.)
Morale della favola,nessun problema risolto.
La situazione delle responsabilità degli uffici e gestita in modo HITLERIANO,e non si capisce perché.
Non mi dilungo ancora,questione Ing.Satalino,Ing.Petruzzellis,Dott.Colucci,segretario Comunale,Vigili urbani ecc.ecc.
Trattati tutto in modo personale e non essenzialmente e soprattutto per la cittadinanza.
Per questi e tanti altri motivi,io con gli altri collaboratori tutti quei voti ve li ritroverete.
MORALMENTE VI SALVATE C O N DELLE BELLE DIMISSIONI.
ALTRIMENTI È un tirare a campare
Ma vi risponderemo tutti da dove
Siete venuti.dalle case vs.
I N C O M P E T E N T I.
 
 
#10 renato t. 2019-03-11 14:08
Fotografia eccezionale. Sembrerebbe dire "giuro che non l'ho fatto a posta". E invece la "supposta" è giusta.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI