Martedì 19 Marzo 2019
   
Text Size

Le minoranze chiedono la Commissione sui tributi locali

minoranza febbraio 2019 copy

Nel corso del Consiglio Comunale del 15 febbraio scorso le minoranze hanno congiuntamente presentato un’interpellanza con cui hanno chiesto al Sindaco delucidazioni del perché gli avvisi di accertamento tributario siano avvenuti in ritardo.

Durante il successivo Consiglio Comunale del 26 febbraio scorso, la Sindaca "ha fornito risposte alla precedente interpellanza, di fatto quasi “eludendo” (è proprio il caso di dirlo visto che parliamo di evasione ed elusione fiscale!) le puntuali domande delle minoranze", scrivono i Consiglieri comunali in una nota. 

Per approfondire la questione il 28 febbraio i Consiglieri comunali Santorsola e Lapadula hanno chiesto l’urgente convocazione della competente Commissione, in quanto componenti della stessa, perché si faccia luce sull’iter dell’invio degli avvisi di accertamento spediti con ritardo.

"Il danno erariale per il Comune - si legge nel Comunicato - sarebbe di diverse centinaia di migliaia di euro". 

 

 

Commenti  

 
#2 Corte dei Conti 2019-03-06 15:59
La denuncia di danno erariale è un atto dovuto da parte degli organi di vigilanza e controllo (Sindaco, Giunta, Segretario Generale, OIV ecc...compreso il consiglio comunale).
Ricordiamo ai nostri gentili telespettatori che un altro caso simile è successo alla polizia municipale con il mancato introito delle multe. Qui ci dovrebbe essere un procedimento in atto per il recupero. Almeno così si vociferava fra qualche amministratore della precedente amministrazione.
Perciò il lupo perde il pelo ma non il vizio.
 
 
#1 Pink Panter 2019-03-06 12:21
Seguire il flusso del denaro, diceva Falcone. Analogamente andrebbero individuati i beneficiari per capire se si tratti di semplice errore o si nasconda un dolo premeditato. Ciò lo dico non solo all'opposizione ma, soprattutto, alle anime buone e pie della maggioranza che dovrebbero, più di chiunque altro, far emergere la verità. Ma come al solito sono solo parole al vento, perché non c'è peggior sordo, o sorda, che non vuol sentire.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI