Domenica 26 Maggio 2019
   
Text Size

Tasse e rissa fra dipendenti: le minoranze interrogano

minoranza febbraio 2019 1

Accertamento di tributi locali e la rissa fra dipendenti comunali gli argomenti su cui si sono concentrate due interrogazioni che lo scorso venerdì, in apertura del Consiglio Comunale, i gruppi di opposizione hanno rivolto alla Sindaca Maria Pia Di Medio.

Teodoro Santorsola ha chiesto conto degli accertamenti che in questi giorni, ad alcuni cittadini cassanesi, stanno giungendo via posta: sono relativi a tasse e tributi locali mai pagati o pagati in maniera errata, nel biennio 2012/2013.

“Questi accertamenti però – ha spiegato il capogruppo di “Prima Vera Cassano” – avrebbero dovuti essere spediti ai contribuenti entro il 31/12/2018 per avere validità”  mentre dalle prime risultanze pare essere state inviati oltre tale termine ovvero dei primi giorni di gennaio 2019.

Rendendoli di fatto nulli, carta straccia.

“Al danno la beffa”, ha sottolineato Santorsola perché il Comune non ha incassato le somme dovute da parte di questi cittadini anche ai danni, ecco la beffa, di chi è stato onesto ed ha pagato per tempo.

Dalle opposizioni, quindi è stato chiesto all’Amministrazione il motivo di tale ritardo ed a quanto ammonta l’eventuale danno erariale derivato dal mancato incasso.

L’assessora al Bilancio Annamaria Caprio si è riservato di rispondere per iscritto, anticipando però che agli Uffici risulterebbe che le lettere siano state consegnate per tempo alla Posta e che gli eventuali ritardi sarebbero da attribuire al servizio postale. Tutto da accertare, comunque.

La seconda interrogazione, invece, è stata presentata, sempre a nome di tutte le minoranze, da Linda Catucci e chiede lumi su cosa sia accaduto fra due dipendenti comunali nei giorni scorsi (una storia che il mensile cittadino “La voce del paese”, ancora in edicola, ha raccontato in esclusiva).

La Di Medio si è riservata di rispondere, anche in questo caso, per iscritto.

 

Commenti  

 
#12 Fruitore disservizi 2019-02-19 18:46
Direi di aspettare la relazione scritta, forse c'è un fondo di verità.Può essere un disservizio postale,in effetti sono diversi anni che vado personalmente all'Ufficio Tributi a ritirare la cartella esattoriale essendo per le Poste (solo in questo caso) sconosciuto pur avendo all'ingresso numero civico e cassetta con cognome.Il bello della storia è che le raccomandate arrivano come pure i volantini dei Testimoni di Geova.
 
 
#11 francesco c. 2019-02-19 15:25
io mi preoccuperei, se vero, di quanto è andato in fumo per la ritardata spedizione. Il resto non conta. Sapete cosa significa un mancato incasso per negligenza? O per incapacità gestionale? Spero non ci sia nulla di vero nelle dicerie di piazza, si parla della perdita di molti euro, soldi nostri naturalmente.
 
 
#10 K2 2019-02-19 14:06
Al comune fanno solo sceneggiate e teatro.
DIMEDIO controlli i suoi dipendenti insieme alla CAPRIO. Fate qualcosa pure voi altrimenti siete complici della inefficienza e del lassismo in comune
 
 
#9 Suez 2019-02-19 13:57
Di Madia e Bretellone!
Due facce della stessa medaglia...altro che...ricattare...
Spartene-suez
 
 
#8 Bret. 2019-02-19 10:23
Invece nessun provvedimento, anzi probabile un avanzamento di carriera, bravi bravi fatevi sempre ricattare da brettell.
 
 
#7 Sciatavinn 2019-02-19 08:58
Non sono solo i dipendenti a subire le conseguenze, ma anche i loro dirigenti sono passibili secondo il codice disciplinare rivisto dalla ministro Madia, per culpa in vigilando.
Ma non succederà nulla vero di media?
 
 
#6 Per commento 3 2019-02-18 23:42
Non capisco....se si tratya di un free lance, il "diverbio litigioso seguito da vue di fatto" dovrebbe comunque presupporre la rescissione dell'incarico, della collaborazione, della prestazione (chiamatela come volete)
 
 
#5 Robi 2019-02-18 19:20
Che guaio bretellone
 
 
#4 Lucio 2019-02-18 19:07
Dipendente o membro della giunta?
 
 
#3 Pinucci 2019-02-18 14:10
I due dipendenti comunali ???
Un dipendente sarebbe colui che lavora alle dipendenze di un datore di lavoro.
Forse mancherebbero i due presupposti: lavoro e datore di lavoro.
Quindi trattasi di Free lance ovvero non si lavora e non si obbedisce.
Alla faccia dei contribuenti
 
 
#2 Legge 2019-02-18 08:36
La legge va applicata in questo caso si applicano i provvedimenti disciplinari x entrambi. È stato un comportamento non conforme al codice disciplinare dei dipendenti. Se questa volta la di medio non farà nulla allora vorrà dire che lasci la poltrona a +++
 
 
#1 Stanco 2019-02-18 00:36
Il Sindaco tutto fa tranne che rispondere delle sue azioni.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI