Martedì 16 Luglio 2019
   
Text Size

Angiola e il M5S cassanese sulla vicenda della piscina di Grumo

angiola

Cassano in Movimento unitamente all'On. Nunzio Angiola intervengono in merito alla vicenda che vede Coinvolti alcuni comuni del territorio Murgiano per il Piano di Zona.

"In particolare - si legge in una nota diffusa alla stampa -  si apprende che presso il Comune di Grumo sarà realizzata una piscina comunale, anche grazie al supporto economico dei comuni appartenenti al Piano di Zona. Ed infatti, la Piscina sarà realizzata grazie ad un project financing, ma con il contributo di circa 40 mila euro per vent’anni da parte del Piano di Zona di cui Cassano fa parte.

I comuni interessati a questo prelievo ventennale sono Grumo, Toritto, Binetto e Sannicandro, oltre che Cassano e Acquaviva.

"Ovviamente di questo progetto la Sindaca Di Medio non ha adeguatamente informato, come avrebbe dovuto, i cittadini di Cassano - continua il comunicato - . Si è ben guardata dal coinvolgere i cittadini e le associazioni nella decisione, attraverso incontri pubblici allargati e aperti, in cui avrebbe potuto spiegare direttamente la vicenda, nel pieno rispetto del principio di democrazia e partecipazione alla vita politica delle nostre cittadine. Una questione gestita malissimo. E i cittadini cassanesi, oltre a quelli di Grumo, Acquaviva, Toritto, Binetto e Sannicandro, ne pagheranno le spese nei prossimi anni.

Perché dico che la decisione non è stata presa in modo oculato. Le perplessità sono tante. “Resto molto perplesso riguardo a questa iniziativa che mi pare semplicemente azzardata”, afferma l’On. Angiola. “I ragazzi del Movimento 5 Stelle di Cassano mi riferiscono di dimensioni significative della piscina che non sarebbe “esattamente” ciò di cui abbisognano anziani e diversamente abili. Sento dire di distanze importanti da percorrere per raggiungere la piscina dai vari comuni dell’Ambito. Sento dire di strutture disponibili che possono essere riattivate a costi molto più compatibili, come la piscina di Toritto esistente presidio poliambulatoriale della ASL.

Sento dire di piscine climatizzate già disponibili in vari comuni della zona e facilmente raggiungibili, a costi accessibili.

Sento dire di accordi che discriminano i territori dal punto di vista degli abbonamenti (39.000 euro per Grumo e 40.000 euro per tutti i rimanenti comuni) che saranno messi a disposizione della cittadinanza dopo la realizzazione dell’intervento. Sento dire di un impegno che non sarebbe giuridicamente consentito, per un lasso temporale così ampio, sui fondi del Piano di Zona.

Sento dire di scelte fatte dal Comune di Grumo a soli fini elettoralistici e propagandistici, al sol fine di mettersi sul petto una stelletta, un blasone, un distintivo.

Ma in che mondo siamo finiti!

E questo nella più totale acquiescenza dei sindaci di mezzo Collegio.

Tutti che stanno già a pensare alle ceste natalizie e ai presepi, mentre anziani, malati e disabili chiedono risposte più concrete, chiedono che venga recuperato e valorizzato l’esistente, che si migliori la qualità della vita ora e adesso, che non si ipotechi il futuro dei nostri figli e dei figli dei nostri figli, con scelte poco ragionate, poco condivise e poco oculate”.

“Insomma, in tempi di vacche magre, non si poteva riflettere meglio, magari coinvolgendo cittadini e associazioni? Non si poteva rivalutare e gestire il patrimonio esistente? Non solo, ma accogliendo alcune segnalazioni, si apprende come numerosi siano stati i servizi stravolti e facenti capo al PIANO DI ZONA, e penso alla riduzione di servizi per minori a rischio, all’interruzione dei servizi ADI e SAD e a molte altre problematiche che affliggono i nostri territori”, concludono Angiola e il meetup cassanese. 

 

 

Commenti  

 
#8 Incredulo 2018-11-12 22:26
Si può bloccare questa pazzia? Magari con una raccolta firme?
La risposta a voi politici.
 
 
#7 Per favore 2018-11-11 22:59
Ve lo chiedo "Per favore", tornate tutto a fare i vostri lavori e lasciate il comune commissariato, sarà meglio per tutti.
 
 
#6 FALSA POLITICA 2018-11-11 17:16
Siamo di fronte all'ennesima porcata da parte di una compagine amministrativa impudente, impegnata a perseguire obbiettivi che, non solo stridono con gli interessi della collettività,sono mostruosamente deplorevoli perché ledono gli interessi delle fasce più deboli. La responsabilità di quanto accade, e non mi riferisco semplicemente al caso in questione, non ricade solo in capo alla sindaca, imperterrita autrice di un progetto nefando, ma vede corresponsabilmente coinvolti tutti gli attori facenti parte della maggioranza, soprattutto coloro che dovrebbero essere più sensibili alla questioni etico/morale, perché rappresentanti di quella parte della popolazione che fa di questi temi una questione vitale.
 
 
#5 Cittadino 2018-11-11 12:45
Carissimo on Angola
Noi concordiamo con lei della gravità delle scelte dell'amministrazione... Ma noi cittadini potremmo essere forti nelli'intraprendere un'azione contro chi comanda ma credo abbiamo bisogno di un pilota.
Le chiedo allora di proporre una raccolta firme magari anche con l'aiuto delle opposizioni e noi come cittadini vi sosterremo.

Aspetto con la voglia di partecipare a cambiare le cose.
Grazie
 
 
#4 1000 Cassanesi 2018-11-11 12:38
Viene da pensare che è in atto una pura vendetta di chi non è cassanese, legato alla vicenda della condanna della tributaria. [ se devo pagare io devono pagare tutti i cassanesi......]
 
 
#3 Caricoachiacchiere 2018-11-11 11:07
Mado ce carica s chiacchiere. Il problema della piscina é che il piano di zona ha valenza triennale 2018-2020 e la di medio ha dato copertura di spesa dal 2020 al 2040
 
 
#2 Annamaria 2018-11-11 10:20
All' on. Angiola vorrei chiedere in concreto cosa si può fare per fermare questo ennesimo scempio per le nostre tasche, cosa possiamo fare noi cittadini per mandare a casa una tale amministrazione che non ha proprio a cuore i problemi veri di Cassano
 
 
#1 Annamaria 2018-11-11 10:15
Questa è una bella domanda,ma io mi chiedo : è possibile per noi cittadini fermare questo ennesimo scempio per le nostre tasche ? Come possiamo mandare a casa una amministrazione che non ha a cuore il bene comune?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.