Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

Beni comunali, "si vuol favorire qualcuno?", chiedono le minoranze

minoranze 2018 copy copy copy

Inveisce contro la “svendita” di alcune proprietà immobiliari del Comune, l’opposizione in Consiglio Comunale. L’accusa è dura e diretta: c’è qualcuno che l’Amministrazione Di Medio vuole favorire?

La questione a cui si riferiscono i cinque consiglieri di minoranza è stata trattata nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale durante il quale si è dibattuto, anche animatamente, del Piano di alienazione di alcuni beni comunali con prezzi e modalità che a parere dei tre gruppi di minoranza non  erano del tutto trasparenti.

 Oggi gli stessi tornano sulla vicenda, con il seguente Comunicato.

 

Un bosco a soli 80 euro al mese! Pensate, potete costruirci un parco divertimenti.  Un suolo nella zona industriale a soli 20 euro! Potete realizzare un ristorante.

Ecco il  “Piano” della Di Medio che contiene i beni di proprietà del Comune da vendere o affittare  (Casa Bianca, il Bosco di Mesola, alcuni suoli edificabili alla zona industriale e altri facenti parte di Comparti).

Il loro valore però è stato stabilito senza rispettare la legge.

Quando dall'opposizione si chiedeva che venisse inserito in detto Piano il bene Casa Bianca, dal Comune veniva risposto che la valutazione era stata affidata all'Agenzia delle Entrate e che il bene non poteva essere inserito se non dopo questa valutazione.

Perché tutti gli altri beni inseriti nel Piano vengono valutati dall'ufficio tecnico in barba alla norma?

E allora, le regole valgono per tutti o per qualcuno ci sono corsie preferenziali?

Ben 35 ettari del Bosco di Mesola, nel quale si svolge un'attività redditizia, qual è un parco divertimenti, perché devono essere locati a 80 euro al mese?

È possibile vendere un suolo per Attrezzature Collettive in zona industriale di 1200 metri quadri, con un bel fronte di 50 metri lineari attestato su strada pubblica (ben asfaltata, larga 12 metri, con luce, acqua, fogna, tutti i servizi) a soli 20 euro al metro quadro? E chi compra può costruirci sopra un ristorante o una sala ricevimenti pagando un suolo a 20 euro?

Purtroppo, cari cassanesi, questi sono i valori che il Comune, senza rispettare il proprio Regolamento, attribuisce ai propri beni.

Una violazione anche del principio di veridicità del bilancio di un ente pubblico.

 C'è qualcuno da favorire?

 

Linda Catucci

Davide Del Re

Teodoro Santorsola

Amedeo Venezia

Ignazio Zullo

 

Commenti  

 
#13 Gianni il vero 2018-11-06 13:42
Infatti magari qualcuno se li compra questi beni.
Magari qualche altro operatore si prende i boschi li pulisce li gestisce e crea pure posti di lavoro.
Opposizione io quale cittadino pensante non ho l'anello al naso.
Altro che amici.
Portate i vostri amici a comprare.
 
 
#12 .x nando 2018-11-06 10:20
Ecco questo è il punto chi compra? Per fare cosa? A chi queste regalie? Svendere serve a risollevare le sorti del comune o degli amici compiacienti?
 
 
#11 Nando 2018-11-06 08:12
E chi compra? Per fare cosa? Qui tutti vogliamo e tentiamo di vendere per scappare via, prima che ci piangiamo tutti i nostri investimenti. Li potete solo regalare e non credo che qualcuno li vorrà ahahahah, altro che svendere o vendere, ma cosa dite, baggianate?
 
 
#10 x commento 7 e 8 2018-11-05 17:46
Fuori la verità
 
 
#9 x commento 2 2018-11-05 17:42
Bravo lupus in fabula anche oggi ti sei guadagnato il lecca lecca
 
 
#8 Perù selvaggio 2018-11-05 16:45
Quante falsità in questo paese.
Anche la opposizione fa pietà strumentalizzando e cercando di annebbiare la verità.
Che peccato.
 
 
#7 Antonio L44 2018-11-05 16:40
sono un geometra e signori della minoranza non è proprio come dite voi.
Trattasi di residui industriali che la gente non vuole in quanto non si puo nemmeno fare niente. Anzi occorre spostare muri e quindi costi.
Sono questioni vecchie di oltre 30 anni.
 
 
#6 Angel 2018-11-05 16:30
Ma giusto per capire... quelle belle e pregiate chianche bianche che erano nel paese vecchio a quanto ve le siete venduti???? no giusto per capire, visto che avete rovinato il centro storico con quel obbrobrio di pietre che ogni tre per due formano dei crateri e fanno cadere la gente! chi ci ha guadagnato in quel periodo????
 
 
#5 rocc 2018-11-05 15:50
Scusate ma di cosa stiamo parlando? Ma perchè del decennio 2000 cosa andava a Cassano che ora non va, a parte il periodo storico di crisi mondiale. Sempre le stesse cose, siete ripetitivi.
 
 
#4 e ti pareva 2018-11-05 15:14
E dove sta la novità? Se pensate che i loro sostenitori sono sempre quelli della tributaria, non c'è da stupirsi. Devono completare la distruzione del nostro piccolo paese, solo allora si sentiranno appagati.
Questo paese ha la memoria corta.
 
 
#3 Zero e porto a casa 2018-11-05 15:11
Vergogna...Una amministrazione vergognosa
 
 
#2 Lupus in fabula 2018-11-05 14:33
Opposizione e compratele voi i beni comunali e poi donate alla comunità se sono degli affari.
Dite la verità che trattasi di prezzi da oltre 10 anni e pezzi comunali invenduti.
Inoltre i beni possono essere venduti su bandi e offerte pubbliche.
Fate partecipare i vostri amici se ritenete degli affari
 
 
#1 francesco c. 2018-11-05 12:45
VERGOGNA!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI