Di chi è "Città Cassanese"? E perchè trasmette il Consiglio?

città cassanese

L’assessore Angelo Giustino, vicesindaco con delega alla “Legalità”, ha promesso una approfondita indagine per capire chi c’è dietro la pagina Facebook “Città Cassanese” (un "profilo privato") e come sia possibile che vi si possa accedere utilizzando le stesse chiavi di accesso della pagina ufficiale del Comune di Cassano delle Murge.

Il fattaccio è accaduto nel corso dell’ultima riunione del Consiglio, lo scorso 26 ottobre.

La diretta Fb dei lavori non era visibile dal solito canale ovvero la pagina che il Comune ha aperto (se vogliamo dirla tutta:  in maniera del tutto estemporanea, senza seguire alcun protocollo!) ed a Consiglio già cominciato, alcuni Consiglieri comunali sono stati contattati da cittadini che chiedevano come mai non venisse trasmessa la diretta.

Il Capogruppo di “Prima Vera Cassano” Teodoro Santorsola ha quindi chiesto conto alla Sindaca Maria Pia Di Medio su cosa stesse succedendo, dato che erano lì presenti i due tecnici che si occupano, oltre che della registrazione vocale dei lavori, anche della diretta Fb.

Nessuno sapeva dare alcuna spiegazione.

I lavori sono stati così interrotti per alcuni minuti per capire che cosa stesse succedendo e si scopre che la diretta c’è ma non dalla pagina del Comune bensì da un’altra pagina: “Città Cassanese”, si chiama. Chi l’abbia aperta e chi la gestisca non si sa, al momento.

Su tratta, come dicevamo, di un "profilo privato", aperto, cioè, da una persona fisica, un privato cittadino, dunque, che chissa come e perchè trasmette la diretta di un Consiglio Comunale!

Il fatto strano, poi, è che – rivelano i tecnici ai Consiglieri – essi sono entrati in quella pagina con le stesse credenziali della pagina solita, quella del Comune, da cui altre volte hanno trasmesso la diretta.

Che cosa sta succedendo?, chiede Santorsola a Giustino alla ripresa dei lavori. Come è possibile che accada un fatto del genere? C’era forse qualcuno che aveva interesse a che i lavori, o almeno una parte degli stessi, non venissero visti ma soprattutto filmati e ve ne fosse traccia video? Magari perché gli argomenti, come anticipato dagli stessi esponenti di “Prima Vera Cassano”, erano particolarmente delicati, vedi il caso della “Tributaria Intercomunale”?

Tutte domande che al momento restano senza risposta. Almeno al momento, confidando che l’indagine dell’assessore Giustino possa fare piena luce su quanto accaduto.

Poco dopo, comunque, i lavori sono ripresi e trasmessi sulla pagina del Comune di Cassano delle Murge.

 

 

città cassanese copy