Domenica 19 Agosto 2018
   
Text Size

Lavoratori "Maugeri" dal Prefetto. L'on. Angiola: Comune incapace

centro medico

Si terrà questa mattina, presso la Prefettura di Bari, la richiesta assemblea dei lavoratori degli Istititi Maugeri di Cassano che hanno proclamato l'altra settimana lo stato di agitazione dopo la ventilata decisione da parte della Direzione Generale della società di adottare non più il "contratto pubblico" per i lavoratori ma quello "privato" con alcune decurtazioni economiche e altre rilevanti differenze. 

Il Prefetto Marilisa Magno o un suo delegato, incontreranno le organizzazioni sindacali che compatte hanno avviato il confronto con la Direzione della società pavesina, nella speranza che l'intervento del rappresentante del governo centrale possa in qualche modo mediare fra le diverse posizioni.

Intanto ieri, in vista dell'incontro, l'on. Nunzio Angiola del Movimento 5 Stelle ha lanciato un duro attacco nei confronti dell'Amministrazione Comunale di Cassano, esprimendo in una nota solidarietà e vicinanza ai lavoratori. 

 

"Il mio augurio - si legge nella nota del parlamentare pentastellato - è che si possa trovare un accordo, una soluzione razionale, equa e corretta . E sollecito il Governo Regionale a sostenere i dipendenti della Fondazione. Ritengo che questa vertenza allo stato attuale, dovrebbe concentrarsi su alcuni punti essenziali:  lasciare il contratto pubblico per tutti i lavoratori che sono stati assunti a tempo indeterminato sino a dicembre 2017 e contestualmente per i nuovi dipendenti , applicare il contratto con inquadramento privato .

Nel 2018 l'azienda segue le contrattazioni in tavoli separati per medici e per restanti lavoratori. Ed è su quest’ultimo punto che urge un intervento nel senso che sarebbe utile mantenere un unico quadro per non creare disparità di trattamento tra diverse categorie di lavoratori.

A questo punto non posso esimermi dal puntare il dito contro una politica assente come quella locale con il Comune di Cassano e quella della Regione Puglia che non hanno saputo gestire una situazione annunciata poichè  in attesa di ratifiche e deroghe a vincoli e autorizzazioni. Voglio nuovamente esprimere solidarietà ai lavoratori dell’ICS Maugeri di Cassano , aggiungendo  a malincuore che non confidassero in nessuno dei politici locali. Devo amaramente costatare  che negli ultimi anni la classe politica non è praticamente cambiata, la storia si ripete. Fabbriche che chiudono, politici che fanno visita a presidi dei lavoratori e tante e solo chiacchiere. Questa è la gestione della cosa pubblica che davvero non ci meritiamo. L’incapacità della politica, è sotto gli occhi di tutti e in questa vicenda si rischia seriamente di infliggere ancora una volta un colpo durissimo ad un territorio, come quello che rappresento in Parlamento , già alle prese con emergenze e criticità di ogni tipo.

Avrei fatto a meno di questo comunicato stampa, ma la faccia tosta di alcuni soggetti che puntualmente fanno riapparire le loro facce ad ogni fabbrica chiusa , ad ogni Vertenza ,oppure in vista delle elezioni ha fatto emergere la mia parte rabbiosa. Quali problemi lavorativi vogliono risolvere questi politici se non sono stati capaci nemmeno di fare tesoro di  investimenti certi, che avrebbero ridato economia e posti di lavoro. Cassano delle Murge viene spogliata di una delle risorse più importanti.

Continuo a chiedermi, sempre più sbigottito, se hanno coscienza di queste cose o se fanno finta di non saperlo quando si rivolgono ai poveri lavoratori". 

 

 

Commenti  

 
#8 StattACast 2018-07-25 05:42
aperte le iscrizioni al festival del paraculo, chissà perchè poi i lavoratori di una struttura privata debbano fruire di un "contratto pubblico" e l'azienda debba dar di conto a qualcuno dove aprire e/o chiudere le proprie sedi, misteri del clientelismo e consociativismo italiota
 
 
#7 x Pinom 2018-07-24 17:23
Povero illuso. Hai votato per anni magari anche quel povero a lui che vi ha sfruttato bene bene e vi ha lasciato da soli.
Ma fino all'altro ieri dove eravate? Tutto andava bene. nessuno fiatava. E ora?
Telo dico. Vi toccano il contratto e quando sarete a Bari nessuno sarà più intoccabile e via ai tagli.
 
 
#6 Legastellato 2018-07-24 16:18
Angiola un uomo un perché!
 
 
#5 mediano 2018-07-24 14:44
Angiola non ti affannare.per noi, conservi le tue forze per la tua città, Taranto e l'Ilva, vediamo cosa è capace di fare!
 
 
#4 Pinom 2018-07-24 13:45
Dott. Angiola lo dica alla amministrazione onesta forte e gentile di 10 anni.
Ancora oggi paghiamo le conseguenze di quei nefasti 10 anni di odio e divisioni.
 
 
#3 xy 2018-07-24 12:05
Ma l'azienda e' privata o statale-pubblica?Allora si agisce di conseguenza.Si direbbe:la venda chien(piena)!!
 
 
#2 la verita 2018-07-24 11:27
x francesco c.: Sei solo un invidioso e non ammetti che questa amministrazione per il Maugeri non ha fatto nulla!! Sicuramente spalleggi l'attuale amministrazione e quindi il verginello della politica sei tu.
 
 
#1 francesco c. 2018-07-24 07:07
Angiola venga in prefettura anche Lei.
Non faccia il verginello della politica, non abbiamo visto un grande interessamento dei pentastellati su questa vicenda che dura ormai da diversi anni.
Lei viene dalla scuola di Niki se non ricordo male, quindi le sue chiacchiere se le conservi, altrimenti sa dove si terrà l'incontro in prefettura. Venga con la bandiera in spalla magari La riconosceremo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI