Mercoledì 26 Settembre 2018
   
Text Size

Briano: "TARI cassanese lla più bassa del circondario"

carmelo briano

 Dall'assessore alla Poliiche Ambientali del Comune di Cassano delle Murge, Carmelo Briano, riceviamo e pubblichiamo.

 

Esimio Capo Redattore,

a seguito della pubblicazione dell’articolo “ “Cassano “Comune Riciclone” anche per il 2018”” del 29/06/2018, era comparso un commento in calce allo stesso, ora rimosso, che mi ha profondamente offeso nel mio onore e nella mia dignità per la assoluta gratuità, infondatezza e gravità delle affermazioni in esso contenute e riferite alla mia persona.

Mi si accusava, infatti, di commettere atti, nella mia qualità di assessore alla Politiche Ambientali del Comune di Cassano delle Murge, non solo moralmente deplorevoli, ma addirittura costituenti reato!

Ciò premesso, nel respingere con forza ogni accusa diffamatoria nei miei confronti, non ho difficoltà a riconoscere che, nonostante l’impegno della stragrande maggioranza dei cittadini, l’importo della tassa relativa al servizio di igiene urbana per l’anno 2018, in sede preventiva, ha subito un lieve aumento, ricompreso tra l’1% e il 3% e non quello del 10% come strumentalmente sostenuto dai gruppi d’opposizione.

Le cause dell’aumento, da ricondursi a vari fattori, sono dovuti principalmente ai maggiori costi sostenuti per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati, indiscriminatamente e in maniera indifferenziata sul territorio da chi non ha a cuore l’ambiente in cui vive, agli aumenti delle tariffe degli impianti di trattamento- conferimento dei rifiuti e ai minori ricavi ottenuti dai rifiuti differenziati, valorizzati dai Consorzi di Filiera, per effetto delle impurità ivi presenti.

Si consideri, ad esempio, che se nel 2013 per smaltire una tonnellata di rifiuto secco residuo (cosiddetto indifferenziato) il Comune spendeva € 88,00 nel 2018 ne occorrono € 129,40, cioè tale tariffa è lievitata del47%. Analogo discorso per la frazione umida-organico che ha subito negli anni costanti aumenti. Nel 2014 conferire tale frazione, nell’impianto Progeva di Laterza (TA), costava € 85,00, mentre nel 2018 costa € 96,00, registrando un incremento del 13%.

Si considerino, inoltre, i maggiori costi da sostenere, sempre in riferimento alla frazione umidaorganico, in caso di impurità superiori al 4% e fino al 10%. Nella, malaugurata, ipotesi di superamento della soglia del 10% l’intero carico verrebbe respinto per essere destinato a smaltimento in discarica al costo di € 129,40. E’ il caso di rimarcare che l’ultima analisi sulla frazione umida-organico ha riscontrato il 7,1% di impurità, valore che comporta, dal 1° luglio 2018, l’aumento di € 12,40 della tariffa base.

Come più volte evidenziato, al fine di poter prevedere ipotesi di riduzioni tariffarie, a beneficio di tutti, è auspicabile, da parte della Regione Puglia, la realizzazione di impianti pubblici per il trattamento dei rifiuti, in modo che, innescando la libera concorrenza con gli impianti privati, si possa ottenere la riduzione delle tariffe di conferimento.

Occorre, inoltre, migliorare sensibilmente, accanto all’incremento della percentuale di raccolta differenziata attualmente attestata sul 70%, la qualità del rifiuto prodotto per non ricadere nei penalizzanti aumenti tariffari.

Infine, si evidenzia, che l’aliquota Ta.Ri. del nostro Comune rimane in assoluto la più bassa a confronto con i Comuni di Acquaviva delle Fonti, Santeramo in Colle, Gravina in Puglia, Bitritto, Toritto, Sammichele di Bari e Bari, come da prospetto allegato.

 

Cassano delle Murge, 04/07/2018

 

Cordialmente, f.to Carmelo Briano – Assessore alle Politiche Ambientali

Commenti  

 
#17 renato 2018-07-09 10:11
Nemmeno uno straccio di comunicato per la mancata raccolta di questi giorni. Vergognatevi. Spero di vedere le sanzioni di questi giorni. Altrimenti mi convincerò del buonismo di questa pseudo amministrazione nei confronti delle ditte.
 
 
#16 volavolavola 2018-07-09 10:09
il rispetto , la dignità e l'onore non si esigono , si meritano , con i fatti e il comportamento
 
 
#15 Tommasino 2018-07-06 17:42
Baaaaaaasta!
Briano per difendere dignità ed onore devi prendere atto dei fatti e comportanti di conseguenza.
Le chiacchiere stanno a zero, i disservizi a mille e la tariffa aumenta sempre. Oggi l'umido è rimasto per strada, fatti due conti dei giorni trascorsi da mercoledì e vedi tu con 35° lo sforzo che la gente deve fare per non mandare te, la tua giunta e la ditta a .......
Il prossimo comunicato stampa che fai deve essere di scuse ai cittadini/contribuenti con allegata copia della lettera di contestazione alla ditta che fa la raccolta; sarebbe gradita anche una tua.
 
 
#14 francesco c. 2018-07-06 14:50
come dicevo caro assassore il suo servizio mediocre ed a basso costo, oggi non ha raccolto l'umido.
 
 
#13 Giggia 2018-07-06 14:02
Che coraggio e che faccia tosta! La credibilità e la reputazione di Briano non vengono minate dai commenti dei cittadini stanchi (che pure hanno le loro ragioni), ma dai risultati dell'azione politica ed amministrativa.
 
 
#12 x comm.11 2018-07-06 11:18
Non ho capito a chi sta rivolgendo la sua domanda. A me o all'assessore?
Le domande che ho fatto nel mio commento sono rivolte all'assessore, e le risposte devono essere a favore di tutta la cittadinanza affinchè si sappia come vengono spesi i nostri soldi.
 
 
#11 X delucidazioni 2018-07-06 00:36
Complimenti. Ma prima di fare promesse in campagna elettorale queste cose non le sapeva?
 
 
#10 #iodiquaiodila 2018-07-05 19:47
Il confronto va fatto a parità di contratto e di servizio e non a valore assoluto.......e poi chi controlla se la raccolta viene eseguita secondo norma......siamo sicuri che la disfunzione non conviene a taluni....
 
 
#9 Almo 2018-07-05 14:14
Ormai è una barzelletta.
Ci dovrebbero dire le cause del “non decremento” visto che i problemi che abbiamo qui sono comuni anche nelle vicine città dove però si agisce differentemente.
 
 
#8 delucidazioni 2018-07-05 12:57
Richiesta delucidazioni:

1. Come sono stati utilizzati gli oltre 150.000 euro di penali applicate all’ATI TRADECO-MURGIA SERVIZI, risalenti a disservizi contestati nel 2015 e 2016?

2. E per il 2017 e 2018, ci sono stati ulteriori disservizi da parte della società, contestati e non ancora recuperati? Se si, a quanto ammontano e come verranno poi utilizzati?

3. Visto che dalle analisi merceologiche sull'umido risulta che la maggior parte di materiale “errato” riguarda le buste non compostabili utilizzate nei bidoncini, perché non viene istruito correttamente il personale? Il contratto non dovrebbe prevedere che in presenza di busta non compostabile il prelievo da parte dell’operatore non viene effettuato, lasciando la busta nel bidoncino?

4. È stato attivato “l’albo comunale dei compostatori domestici” ed è stato monitorato il lavoro fatto dalla società Achab Med, che avrebbe dovuto effettuare un corso di formazione per personale addetto ai controlli e per la cittadinanza, servizio per monitoraggio, mediante smartphone software e tag, delle compostiere?

5. Qual è l’esito dell’indagine comparativa tra nuovo e vecchio contratto, affidato ad un consulente esterno?

6. Si sta interagendo con la Regione Puglia, l’ANCI e tutti gli organi preposti, per valutare la possibilità di nuovi incentivi per sostenere i costi delle bonifiche di strade e campi dai rifiuti abbandonati, visto che gli scorsi finanziamenti regionali non sono andati a buon fine per Cassano?

Se l’assessore volesse rispondere a queste poche domande, magari in un pubblico dibattito con i cittadini, tutta la cittadinanza ne sarebbe grata.
 
 
#7 Mah!!! 2018-07-05 10:33
Ma la raccolta differenziata non serviva a riciclare? Il rifiuto non dovrebbe essere una risorsa? Risorsa= denaro? Non ci dovrebbero pagare per avere una risorsa? Mah!!!!
 
 
#6 Penta 2018-07-05 10:24
Un servizio efficiente aiuterebbe. Un centro raccolta decente con comodi orari, la possibilità di ritirare buste raccolta in paese, anche tramite distributori automatici (vedi la vicina Acquaviva) ridurrebbe le impurità (ritirare buste è un percorso a ostacoli), avere pattumella sostitutiva in tempi celeri (ultimamente si aspetta anche 4 mesi per averne una sostitutiva) sono solo alcuni esempi per ottimizzare il servizio
 
 
#5 X noi 2018-07-05 09:47
Ma almeno stai zitto non far nessun comunicato ma giustificare l'ingiusticabile è troppo
 
 
#4 francesco c. 2018-07-05 09:31
Con un servizio così mediocre, non può che essere inferiore il costo rispetto ad altri comuni.
Se poi si adoperasse al controllo dei dipendenti, caro Assessore, il costo potrebbe anche diminuire. Capisccc a me!!!
 
 
#3 giorgetto 2018-07-05 07:08
Questo è puro delirio.
Briano sei stato tu nel 2012 ad aumentare la tassa del 15% a causa dell’avvio della raccolta differenziata ed a promettere di diminuire del 10% nel 2013.
Nel 2012 però non partì la raccolta dunque la tassa fu indebitamente aumentata ma alla fine quel 15% comunque, come vuole la legge, casualmente è stato speso a copertura dei costi maggiori. Vegegnza! Puoi continuare a negarlo ma dello sgravio ne hai parlato pubblicamente e probabilmente sta pure scritto su qualche atto ufficiale.
Nel 2013 la raccolta differenziata partì per davvero ma invece di diminuire il costo aumentò ancora del 10%. Con te la tassa è aumentata del 35% considerando che con Lionetti e il Commissario nulla cambiò.
Poi l’ultimo aumento. Colpa degli sporcaccioni dicesti. SI certo. E i controlli? E le guardie volontarie? Nessuno fa controlli nei bidoni. Vuoi che importi ai lavoratori che scaricano i bidoni soprattutto quando sono pagati in ritardo? Adesso pure la storia che la nostra tassa è la più bassa e metti a confronto Cassano con comuni dove è appena partita la raccolta differenziata ed è notizia che a Santeramo (nel 2019) ed Acquaviva (già quest’anno) è destinata a scendere sensibilmente.
Arrampicati sugli specchi quanto vuoi ma sono rotti da tempo.
La raccolta differenziata a Cassano non funziona, il progetto è tuo, è un fallimento ed i cassanesi sanno di essere stati presi in giro!
 
 
#2 Indignato Speciale 2018-07-05 06:51
su questo portale c'è tanta gente che sputa veleno dalla mattina alla sera, considerando che la popolazione del nostro paese é veramente esigua devo immaginare che lo stesso vicino di casa frustrato, torni a casa la sera e inizia a sfogarsi contro il mondo per sentirsi migliore...dietro le vostre offese ci sono sempre delle persone, ciascuna con la propria sensibilità, ciascuna con la propria storia e la propria famiglia, ricordiamocelo prima di offendere ed infamare al di là delle parti delle idee e delle proprie convinzioni, il rispetto prima di tutto
 
 
#1 Giorgia 2018-07-05 05:58
Briano è tra i pochi amministratori locali che si adoperano veramente per il bene del paese.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI