Giovedì 19 Luglio 2018
   
Text Size

Scontro fra funzionari in Comune: una nota delle minoranze

minoranze 2018 copy copy

 Sulla vicenda dello scontro fra funzionari comunali, riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta dei gruppi di minoranza in Consiglio Comunale.

 

 

Apprendiamo con viva preoccupazione quanto è accaduto nella tarda mattinata di ieri nel Palazzo Municipale segno di una grave degenerazione dei rapporti personali, umani, istituzionali e collaborativi tra le persone che per dovere di ufficio o per mandato elettorale sono al servizio della città e dei cassanesi. 

Abbiamo sempre avvertito un clima pesante, omertoso, di scarsa umanizzazione nei rapporti, non improntato al dialogo e al confronto, autoritario e forte del potere ma eravamo dell'idea che tutto ciò interessasse solo noi consiglieri di opposizione. L'episodio di ieri e la venuta in evidenza dell'altro dei giorni scorsi che avrebbe coinvolto anche altro funzionario ci fa comprendere che evidentemente ci sbagliavamo. 

Ed è ora di prendere coscienza che non si tratta di casi isolati ma di una punta di un iceberg che porta in evidenza problematiche relazionali di forte conflittualità nell'incapacità degli organi di governo, Sindaco e Giunta, di promuovere  tra tutti i componenti dell'Ente un clima collaborativo e aggregante incentrato sui  problemi reali della collettività e capace di umanizzarli e di risolverli attraverso l’incontro, la discussione e il dialogo in un contesto organizzativo e amministrativo chiamato costantemente a rendere tutto il suo lavoro trasparente, verificabile e valutabile. 

Se poi dovessimo verificare che il tutto sia ascrivibile a pareri dei responsabili espressi sulle delibere che vanno e vengono e che risentono dell'ingerenza imperativa anche del Sindaco e della parte politica saremmo in un campo che esula dalla politica e dalle prassi amministrative ed investe campi da affidare ad altre Autorità perché viene lesa l'autonomia dei responsabili nell'ambito della separazione dei poteri tra politica e dirigenza. 

Un dato è certo: episodi di tanta gravità non si sono mai palesati nel nostro Comune e non è un caso che episodi di questo tipo si determinano quando c'è incapacità di governo e non si è mai visto nella storia di Cassano una Giunta Comunale così dormiente sul Comune a spese dei cittadini contribuenti. 

 

 

Commenti  

 
#10 francesco c. 2018-05-07 09:50
Si si la d'ambrosio è l'unica, lo ha detto anche il telegiornale l'altra sera.
Ha detto anche che becca oltre 1.200,00 euro al mese. Ma per favore....... il paese è nel caos più totale da sotto tutti i punti di vista specialmente nella manutenzione. Non si era mai visto prima uno schifo come quello attuale.
 
 
#9 Pio 2018-05-07 07:37
La D'Ambrosio almeno la fa una cosa, è l'unica che lavora al comune, magari tutti come lei.
 
 
#8 Ben fatto 2018-05-06 22:19
La D'Ambrosio pensa a sistemare i cani!!!.
Che figura!!
 
 
#7 Grande Guerra 2018-05-06 08:05
E la Di Medio keffaaaaaaaaaa!!!??: “dai su non litigate”
E la Caprio Keffaaaaaaaaaa!?!?: “ questa è casa mia, qui comando io”
E Giustino Keffaaaaaaaaa??!!: “Maria Pia, si fa come dico io o tu vai a casa”
E Campanale kefaaaaaaaaa?!: Maria pia, qui si fa come dice Caprio oppure Giustino, come volete voi.
E la Marsico keffaaaaaaa?: scusate concentriamoci sul centenario della grande guerra”.
E Briano Keffaaaaaaaa?: scusate o diamo i soldi alla associazione o ai gatti. L’ultimo ci è costato quasi 1000 euro. Sta la determina ma per fortuna nessuno l’ha vista. Dopo di che cara Maria Pia decidi. Lo sai fare?”
E la D’Ambrosio? Eh! la D’Ambrosio si dispera. Arganese? Tace. (Che uomo!)
 
 
#6 Battisti 2018-05-05 21:58
Assurdo!Che mancanza di professionalità!
 
 
#5 Pisolo 2018-05-05 15:14
Dovete interrogare sul perché nessuno lavora al comune.
Andrebbero licenziati qualcuna
 
 
#4 italiano 2018-05-05 11:48
Quando ci sono gli scansafatica e personale che e' entrato in comune per merito dello"spirito santo" il lavoro di chi fa il proprio dovere raddoppia.Se ognuno facesse il proprio lavoro credo che non ci sarebbero attriti.Poiche' per il dipendente pubblico il dovere-lavoro E' UNA PATATA BOLLENTE SE LA LANCIANO A VICENDA.
 
 
#3 Cx 2018-05-05 10:23
Andate a casa a mangiare le patatine i fruttini e a bere la Sprite
 
 
#2 Totò 2018-05-05 10:14
Tutto questo caos, le 6 liste, il clima di scontro verbale, i botta e risposta incessanti di questi ultimi 9 mesi è frutto e causa di un solo motivo, il dio denaro. Di Cassano a nessuno importa nulla, siate sinceri, tutti.
 
 
#1 X Noi 2018-05-05 10:03
Se veramente ci tenete al nostro paese dimettetevi fatelo per NOI.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI