Sabato 24 Febbraio 2018
   
Text Size

La Caprio candidata con FdI (ma la sezione locale non lo sa...)

DSCN0032-iloveimg-resized

Non l’ha presa affatto bene, la base cassanese del partito di Giorgia Meloni, la candidatura al Parlamento di Annamaria Caprio, annunciata ieri presso la Federazione Provinciale. Il partito guidato da Pino Perlangeli e Roberto Loschiavo (foto sotto) pare non sapesse nulla della scelta di candidare l’assessore cassanese nel listino proporzionale, subito dopo Marcello Gemmato, né del passaggio di mezza amministrazione Di Medio nel partito di destra.

27479931 10211529643333586 1622472805 o

E pensare che il rinnovo del Direttivo della sezione cassanese di Fratelli d’Italia è avvenuta solo qualche giorno fa ma né la Caprio né il regista di tutta l’operazione “svolta a destra” dell’Amministrazione ovvero il vicesindaco Angelo Giustino, da sempre legato al partito della fiamma tricolore, si erano palesati.

“A breve sciolgo la sede a Cassano: se la vedono loro” ha detto un alto dirigente del partito ad alcuni iscritti: segno che la candidatura dell’Assessore è calata dall’alto, come nelle migliori tradizioni della politica oligarchica romana e barese.

 

Roberto Loschiavo

 

Ma non solo gli iscritti cassanesi non ne sapevano nulla e non l’hanno presa affatto bene.

Anche Monica Fuiano, membro del Consiglio Provinciale del partito pare fosse all’oscuro di tutto. La Fuiano, già candidata al Consiglio Comunale lo scorso giugno con la lista “Siamo Cassano”, chiederà spiegazioni su queste manovre molto elettoralistiche e poco politiche.

A proposito di avversari e alleati: che ne pensano della svolta a destra i partiti cassanesi o quel che ne rimane?

La linea di condotta è: “silenzio”.

“Siamo Cassano” tace, anche perché il nome del leader della lista, Ignazio Zullo, era circolato come probabile candidato al Senato per “Noi con l’Italia”, la lista che Fitto ha creato con l’ex Udc Cesa; entro domani alle 20.00, termine ultimo per presentare le liste, si saprà se Zullo è fra i candidati o meno. Secondo alcuni, comunque, la candidatura della Caprio è da leggersi proprio come contrapposta a Zullo, dopo la decisione del Consigliere regionale di tagliare i rapporti elettorali con la Di Medio & Co. alle ultime elezioni amministrative locali e correre con una sua lista.

Una “vendetta” a freddo di Giustino e Di Medio per contrastare le velleità parlamentari di Zullo.

Tutto tace anche da sinistra: il Pd, dice il Segretario Pignatale, ora deve pensare alla campagna elettorale. E a ruota lo segue il Movimento 5 Stelle.

 

Commenti  

 
#20 meloni 2018-02-08 14:33
si nota tanta agitazione nel regno di cassano ....... dove non bisogna occupare spazi riservati (a che titolo) dai soliti volti politici e professionali.....nessuno si è indignato nel vedere nella stessa lista dell'ultima tornata elettorale ex rappresentanti di Alleanza Nazionale e responsabili locali del PD.....
FORTUNA CHE A CASSANO ESISTONO PERSONE CHE HANNO IL CORAGGIO DI IMPEGNARSI ED ESPORSI PUBBLICAMENTE....non certo facendo della politica il solo impegno e unico obiettivo
 
 
#19 osservazione 2018-02-08 11:52
va bene tutto ma offendere in questo modo le persone non sta bene.... leggo commenti pesanti e diffamatori nei confronti della Caprio che è persona onesta e perbene, indipendentemente dalla coalizione politica cui ha deciso di aderire .. CHE SCHIFO, VERGOGNATEVI!!!
 
 
#18 osservo 2018-02-06 21:07
se "la sezione locale non lo sa " ,come dice l'articolo, evidentemente non conta niente...
 
 
#17 Giuseppe Fortunato 2018-01-29 08:11
Perché a Cassano ci sono i 5 stelle? E dove sono?
 
 
#16 Giuseppe Fortunato 2018-01-29 08:08
Un bel cambio di casacca... Rivotateli adesso.
 
 
#15 Di Caprio 2018-01-29 07:58
Esci le palle e vai avanti che noi ridiamo
 
 
#14 Doppia vergogna 2018-01-28 17:17
Oltre che incoerenza e prostituzione "intellettuale" una poltrona sicura sulle spalle dei cittadini.Mi piacerebbe vedere tutti i politici incoerenti in un fascio di san Giuseppe.
 
 
#13 votoantonio 2018-01-28 16:07
Tutto questo per fare un dispetto a Zullo! Mi fate pena, povera Cassano in che mani è caduta.
 
 
#12 Elettore 2018-01-28 15:05
Cara di medio, giustino e caprio
I cittadini di cassano voteranno sempre e solo zullo.

Ritirati altrimenti li conterete i voti
 
 
#11 Ciccio riccio 2018-01-28 14:44
Bellissimo:
Cara Caprio,sei esattamente quello che dice la Meloni.
Confermo questa si chiama:
PROSTITUZIONE INTELLETTUALE.
Complimenti alla BUONA AMMINISTRAZIONE.
ANDATE A .........
 
 
#10 Mah! 2018-01-28 14:28
Pienamente d'accordo con il commento #2... Non c è più rispetto, nemmeno per se stessi!
 
 
#9 Fabio 2018-01-28 13:37
Caprio, Perlangeli, Loschiavo? Ma scusate ma questi personaggi chi sono? Che titoli hanno? Che studi? Che fanno nella vita? Attendo risposte per meglio capire chi votare.
 
 
#8 Cittadino60 2018-01-28 13:35
E Santorsola? Su dai. Due righe. Siete della stessa ideologia politica. O anche lui è in silenzio operoso? Ahahahahah
 
 
#7 Sei 2018-01-28 13:32
Dai dite la verità: SIETE SU SCHERZI A PARTE.
 
 
#6 Pinto 2018-01-28 13:24
Signor Pignatale e direttivo pd intendete votare a destra come alle comunali?
Giusto per sapere
 
 
#5 Pinto 2018-01-28 13:22
Il pd cassanese deve proprio stare in silenzio o intende ancora aiutare e far votare l'estrema destra ?
Ha già fatto moto danno a noi veti uomini di sinistra
 
 
#4 noncistò 2018-01-28 12:33
usata per contrastare zullo , ma potevano almeno scegliere una meno....compromessa
 
 
#3 Signora 2018-01-28 12:14
Prenderà un sacco di consensi ...da chi vorrei saperlo.....se in un consiglio comunale non fa solo la comparsa a Roma cosa pensa di fare?basta essere convinti
 
 
#2 VERGOGNA 2018-01-28 11:04
È assurdo, siamo al limite, oltre a non avere rispetto per gli altri questa persona non ha avuto neanche rispetto per se stessa. Si sta candidando con una “signora” che ha come slogan per la sua campagna eletorale “difendi la famiglia tradizionale”, slogan offensivo e discriminatorio nei confronti di tutti coloro che non “apparterrebbero” a quella categoria solo perchè per un motivo o per l’altro non hanno figli. Se due più due fa quattro, il nostro assessore si sta candidando con una persona che promuove ideali che vanno contro il suo essere e contro il suo stile di vita.... che dire incoerenza assoluta pur di raggiungere i propri obietivi chiamola pure prostituzione “intellettuale” o di “elezione”
 
 
#1 Consiglio 2018-01-28 10:55
Annamaria siccome ti rispetto ti dico queste parole, chi ti ha spinto a questa candidatura non ti ha voluto tutelare, ti butterà in una massacro mediatico che non meriti.
Spero che tu rinuncia a questa candidatura
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI