Martedì 16 Ottobre 2018
   
Text Size

SUAP: "Siamo Cassano" interroga la Di Medio

simbolo

Una interrogazione sull'attività del SUAP (lo Sportello Unico per le Attività Produttive) è stata presentata al Sindaco Maria Pia Di Medio dal gruppo consiliare di minoranza "Siamo Cassano".

Come si ricorderà, dal 1 gennaio scorso il SUAP del Comune di Cassano viene gestito in proprio, avendo l'Amministrazione Comunale rinunciato alla gestione congiunta con Murgia Sviluppo, società parteciapta da diversi Comuni che però, a parere dell'Amministrazione cassanese aveva costi alti e tempi lunghi. Da qui la decisione di rescindere il contratto con la società altamurana a gestire in proprio il SUAP.

Di seguito il testo della interrogazione.

 

 

 

Oggetto: interrogazione sportello unico

Premesso:

- che con Delibera di Consiglio Comunale n° 23 del 31/07/2017 la Sua Amministrazione ha esercitato il diritto di recesso dalla gestione associata dello Sportello Unico per le imprese gestito dalla SCARL Murgia Sviluppo ritenendo di poterlo gestire in forma singola;

- che in sede di discussione consiliare più volte sottolineavo, purtroppo inascoltata, la necessità di avviare da subito un’organizzazione comunale alternativa manifestando anche forti perplessità al riguardo;

Va effettuata la seguente considerazione:

lo Sportello Unico nasce dalla necessità di accelerare i processi autorizzative di pratiche complesse che richiedono l’intervento di pareri di più Enti attraverso Conferenze di Servizi sollevando il richiedente dall’incombenza di girare da un Ente all’altro per acquisire pareri e per porre fine a ciò che spesso accadeva nel riscontro di pareri che spesso erano in contrapposizione l’uno con l’altro.

Va rilevato, infatti:

quanto il funzionamento dello Sportello Unico sia di grande ausilio per l’intrapresa, l’avvio di attività produttive e per l’attività edilizia con conseguenti riflessi positivi sul reddito e sull’occupazione nella nostra comunità

 

Considerato:

che nonostante siano trascorsi sei mesi, ad oggi non risulta essere stato organizzato in modo funzionale ed efficiente lo Sportello Unico gestito in forma singola dal Comune e che, anzi, le pratiche non evase ed in fase di istruttoria giacenti presso Murgia Sviluppo alla data del recesso sono rimaste negli scaffali della stessa SCARL con istruttoria interrotta e non portata a compimento né da Murgia Sviluppo né dal Comune né da altri soggetti giuridici;

riceviamo segnalazioni- e sarebbe grave se fossero veritiere- di pratiche smarrite e di operatori che hanno difficoltà a comprendere lo stato dell’arte delle proprie pratiche e che registrano ritardi considerevoli sui loro programmi di investimento che si tramutano in danni economici e sociali per la comunità.

Tutto ciò premesso e considerato, La interroghiamo per conoscere:

  1.       Se l’Amministrazione Di Medio ha dato seguito a quanto deliberato in Consiglio Comunale con Delibera n° 23 del 31/07/2017 organizzando in proprio lo Sportello Unico, quali unità di personale sono state dedicate e a quale ufficio o dipendente è affidata la responsabilità e a quali processi formativi sono stati assoggettati in ordine a tipologie di procedimenti e relative tariffe;
  2.       Se sono a tutt’oggi depositate presso Murgia Sviluppo pratiche rimaste inevase per mancato completamento dell’istruttoria e quali azioni si intende porre in essere per acquisirle al Comune per il prosieguo dell’iter;
  3.       Se si rende conto che il disservizio nell’espletamento di pratiche da operatori economici potrebbero esporre l’Ente ad azioni risarcitorie.

 

 

Commenti  

 
#3 Utente 2018-01-24 22:42
Ma non si possono unire ai servizi di Infocamere?
 
 
#2 Gigi 2018-01-23 16:37
Chi è l'assessore addetto? Ci spieghi per tutti.
 
 
#1 francesco c. 2018-01-23 12:28
Questi sono dei dilettanti allo sbaraglio, l'amministrazione Lionetti è stata oro rispetto a questa. DILETTANTIIIIIIIIIIIII
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI