Martedì 20 Ottobre 2020
   
Text Size

"Sacro Cuore", finanziato il progetto di riqualificazione

progetto sacro cuore 1

È stata approvata la graduatoria dei progetti candidati al bando delle periferie della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vede la Città metropolitana di Bari vincitrice con il progetto “Periferie Aperte”. Risulta finanziato l’intero programma per circa 41 milioni di euro, che saranno messi a disposizione dei Comuni dell’area metropolitana barese già nel 2017.

“Periferie aperte” si sviluppa attraverso 37 interventi strategici di riqualificazione dello spazio pubblico in 36 Comuni. Il progetto complessivo prevede la riqualificazione di 11 piazze, la creazione di 17 parchi urbani polifunzionali, il rafforzamento del greening urbano in 18 Comuni, 11 nuove aree sportive attrezzate, l’implementazione di nuovi dispositivi di sorveglianza e gestione della sicurezza in 17 Comuni, la riqualificazione di 9 vettori di mobilità ciclo pedonale, per un totale di 2 milioni di metri quadri di superficie riqualificata e riconvertita.

Fra i progetti approvati ce n’è uno che riguarda Cassano delle Murge, in particolare il Quartiere “Sacro Cuore”, progetto che l’Amministrazione Lionetti predispose e candidò a finanziamento lo scorso luglio.

Il progetto cassanese punta alla riqualificazione dell’intero quartiere con un investimento complessivo di quasi 4 milioni di euro: il finanziamento della Presidenza del Consiglio riguarda il primo lotto (400mila euro) e prevede la creazione di un percorso urbano che da piazza Rossani giunge alla rotonda del “Sacro Cuore” attraversando via Galietti: postazioni di bike-sharing, punti di sosta attrezzati e una ciclovia caratterizzeranno questo percorso mentre la rotonda diventerà un’area verde attrezzata con area giostre, utilizzabile anche per spettacoli e cultura.

Gli altri 3 lotti di cui si compone il progetto, non finanziati al momento, riguardano la manutenzione della Scuola materna, la riqualificazione degli alloggi popolari e la creazione di un’area verde attrezzata dedicata agli orti urbani ed al recupero della struttura sportiva di via Matteotti (il vecchio Campo Sportivo “Mario Rossani”, di proprietà della Parrocchia “Santa Maria Assunta”).

C’è da chiedersi, tuttavia, che cosa ne sarà di questo progetto e in particolare del primo lotto finanziato.

Com’è noto, infatti, dopo la sentenza del Consiglio di Stato del settembre scorso i proprietari dell’area su cui insiste la rotonda sono tornati in possesso della stessa e dunque ad oggi essa non è più del Comune di Cassano.

L’Amministrazione Lionetti, con una decisione assurda e contestata (a posteriori) dagli stessi membri della maggioranza di governo, decise di non costituirsi in giudizio a Roma, dinanzi al Consiglio di Stato, avallando la decisione di quest’ultimo nel restituire ai proprietari quell’area, oggetto di un esproprio, a metà degli anni ’90, illegittimo.

Non essendo più l’area di proprietà comunale, si rischia che l’intero progetto e comunque il finanziamento ottenuto tramite la Città Metropolitana venga vanificato.

Un’altra della sciagurate conseguenze di quella scelta politica dell’Amministrazione Lionetti di nominare un avvocato. Ma solo dopo aver perso la causa!

 

progetto sacro cuore  3

 

progetto sacro cuore 2

 

 

 

 

 

 

Commenti  

 
#5 paracaduti e baci 2017-01-17 15:59
A ciascuno il suo!!!Peccato!!! :sad:
 
 
#4 gigi 2017-01-04 17:35
peccato che molto probabilmente salteranno i finanziamenti a causa della sentenza del consiglio di stato che il comune deve restituire i suoli e risarcire i privati con ben 500.000€ a causa delle cattive gestioni delle varie amministrazioni che si sono susseguite.
 
 
#3 scuola media 2016-12-30 14:22
E i lavoro di ristrutturazione della scuola media, anche quelli vanno in fumo? Spero di no, li la proprietà dello stabile non è in discussione.
 
 
#2 Per Lionetti 2016-12-30 11:05
Caro Lionetti la tua grande idea e strategia politica di non presentarti a giudizio per tua voce" per far risparmiare i cittadini" teoria tutta da provare con i fatti visto, che quando non si presenta in giudizio bisogna almeno comunicare questa decisione,secondo me vi siete scordati di presentarvi questa è la verità
Rischiamo fortemente che il progetto fatto da tutta l'amministrazione compreso i dissidenti vada in fumo per una tua solitaria decisione visto che la rotonda messa in progetto non è di proprietà in toto del comune
Spiega questo aí cittadini e basta chiacchiere la neve si sta sciogliendo e le motivazioni del perché sei andato a casa stanno uscendo un po' alla volta
 
 
#1 Ciccio cappuccio 2016-12-30 10:15
Brunelli Brunelli, perdi il pelo ma non il vizio.
Nell'articolo sul comizio di Lionetti hai sorvolato sulle gravissime cose raccontate da Lionetti a proposito di cimitero, asilo, polisportivo, ... come se si trattasse di cose da nulla. Magari i cittadini capirebbero tante cose se sapessero chi sono i marpioni dietro le tentate operazioni su polisportivo e asilo, oppure capirebbero perché non si possono avere i loculi al cimitero.
Adesso ancora una volta racconti la storia evidenziando alcune cose e trascurando altre.
Quando i cittadini casalesi potranno sapere per bene tutto quello ch accade?


RISPONDE G. BRUNELLI

Immagino lei sia uno di quei "frati indovini" che sapendo già come sarebbe andata a finire al Consiglio di Stato, ha evitato di costituirsi in giudizio. Ebbene sappia, se dovesse andare di nuovo in Comune ad amministrare, che tali scelte presuppongono un documento che chiamasi "atto di indirizzo" e che su questa vicenda non c'è mai stato.

Detto questo, rispetto a ciò che l'ex sindaco ha riferito nel suo comizio non c'è nulla di nuovo rispetto a quanto già si sapeva e per le cose "nuove" non si citavano circostanze nè persone.

Però le prometto che sarà ns. cura fare una specie di "fact-checking" sul comizio di Lionetti per verificare la fondatezza delle sue affermazioni: un buon proposito per l'anno che sta per cominciare.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.