Mercoledì 28 Ottobre 2020
   
Text Size

Referendum, stasera due incontri a Cassano

referendum elezioni schedaR439 thumb400x275

Si intensificano gli incontri politici in vista del referendum costituzionale del 4 dicembre. Ecco i prossimi appuntamenti a Cassano.

Cassano in Movimento. "Agorà" con Mario Conca, portavoce alla Regione Puglia,  del Movimento 5 Stelle. Sabato 26 Novembre 2016 alle ore 18:30 in Piazza Garibaldi a Cassano per spiegare le ragioni del No.

Conservatori e Riformisti. Sabato 26 novembre, alle ore 18.00, il Consigliere regionale Ignazio Zullo, esponente dei “CoR”, incontrerà i cittadini presso la sala accanto al Bar Gardenia in  Via Vittorio Veneto, 36/38 per spiegare le ragioni del No.

 

 

Commenti  

 
#12 Mark 2016-11-25 14:36
La politica cassanese. Tipi da bar
 
 
#11 riflessione libera 2016-11-25 13:35
potrei dire per @mah! … ma non solo per lui ! … che tristezza riscontrare che Sindaci e Consiglieri Regionali sembrino pescati dalla delinquenza (e questo in democrazia potrebbe anche succedere) ma che poi saremmo proprio NOI ad eleggerli. MAH ! Ci classificheremmo come Cittadini di “bassa qualità” od alternativamente un po’ “stupidi od Ingenui”. Lasciamone allora al SENATO 315, al posto di 95+5, così potremmo “sceglierne” di più, con buona pace della nostra coscienza
 
 
#10 Mah! 2016-11-25 08:50
Vedo che qualcuno si è svegliato. Complimenti #Sdegnato. Hai centrato!
 
 
#9 x redazione 2016-11-25 08:29
quali sono stati gli sviluppi dell'incontro?
 
 
#8 Sdegnato 2016-11-25 08:03
Bisogna togliere l'immunità parlamentare nata ai tempi della nascita della costituzione per ovvi motivi di protezione di chi esponeva contro il fascismo. Ma da molti decenni questo rischio non c'è più. Ora serve solo proteggerli dalle malefatte ( vedi i casi di tedesco, Bassolino, ecc, ecc) e proprio il pd ha votato in senato per proteggere questi senatori indagati che continuano a beneficiare di tutti i privilegi della casta. E il pd di Renzo è a favore di tutto ciò.
Vergogna! Almeno su qualcosa desse un segnale. Macché! Schifosi! Riducete gli stipendi e toglietevi i privilegi.
I contratti di lavoro sia del settore pubblico che privato sono fermi da tanti anni e i parlamentari si sono aumentati di altri 1.500€ il loro compenso mensile.
I cittadini devono lavorare un mese e non lo vedono 1.500 euro al mese. Laureati compresi.
Se Renzo vuole dare un vero segnale togliesse i vitalizi a cominciare da lui.
Questo non si può. Invece si può lasciare l' età pensionabile a più di 63 anni e 44 anni di contributi.
Fate schifo. Ma voi siete malati
 
 
#7 Giano 77 2016-11-24 20:07
Per sopprimere il PD di Cassano occorre indire un referendum ?
 
 
#6 viessmann 2016-11-24 19:54
ma Decaro ha snobbato Cassano?
 
 
#5 Credo in un solo dio 2016-11-24 18:57
Quanti elettori conoscono la differenza fra governo e parlamento?
Vi siete chiesti cosa centra un capo del governo con la riforma della costituzione?
Perché tanto accanimento di Renzi a volere questa riforma? E' forse la sua riforma?
Nel 1923 la legge Acerbo consentì a Mussolini di restare al parlamento per 20 anni.
 
 
#4 #dimettetevi 2016-11-24 18:20
Ma Decaro porta i panzerotti???
 
 
#3 Mah2 2016-11-24 15:50
Lo confesso: sono indeciso.
Ma le argomentazioni di Mah! (commento n.2) e del fronte del NO (spesso votate al catastrofismo e al complottismo che, diciamolo, ha un pò rotto i cosiddetti) ancora non mi bastano....mi informerò.
 
 
#2 Mah! 2016-11-24 13:48
Questo referendum mi ricorda quello del 1946. Allora la scelta fu tra monarchia e repubblica. Ci furono non poche polemiche su presunti brogli, come adesso. Oggi si vuole modificare la nostra costituzione con il pretesto che, siccome non si è fatto niente per 30 anni, ora bisogna fare qualcosa a tutti i costi. Niente di più sbagliato. L'italia sta per avvicinarsi ad un baratro che la potrebbe portare ad avere un nuovo modello di stato: una Repubblica Oligarchica, governata da pochi per sottomettere i molti. Renzi è il portavoce di questi oligarchi (banche, assicurazioni, industria). Tutto il resto sarà sottomesso. Il timore che si stia avvicinando un nuovo periodo dittatoriale è molto concreto. E a farne le spese saranno proprio i disperati, che adesso credono che con il si cambierà qualcosa per loro. Cambiare si può, cambiare di deve, ma non dando il potere a pochi. La democrazia si fonda sulla parola di tutti e non di pochi.
Il Senato? Sarà il rifugio degli indagati (consiglieri regionali e sindaci) i quali godranno dell'immunità parlamentare. A questo serve il senato di Renzi, altro che a ridurre i costi della politica. Il Senato va tolto, se è vero che si vuole risparmiare. Invece sarà la scialuppa di salvataggio per evitare gli arresti a consiglieri regionali e sindaci inquisiti.
 
 
#1 savonarola2 2016-11-24 09:57
Niente commenti per la location scelta l'incontro di Zullo sulle ragioni del no?
Cos'è. ....il locale vi aggrada di più?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.