Aumenti mensa e scuolabus: la replica del Sindaco

lionetti sindaco

Dal sindaco di Cassano Vito Lionetti, riceviamo e pubblichiamo.

 

 

Gli articoli pubblicati negli ultimi giorni, che vedono interessati il servizio di trasporto scolastico e refezione scolastica, a partire da gennaio 2016, impongono dei chiarimenti.

Come spiegato ai genitori, durante la riunione tenutasi in biblioteca lo scorso 6 ottobre, si ribadisce che il Revisore dei Conti ormai da anni, all'interno dei suoi verbali legati al bilancio, evidenzia, nonostante il Comune non sia deficitario, il risultato vistosamente negativo dei servizi a domanda individuale, tra cui trasporto e refezione scolastica, e la necessità di rimodulare questi servizi al fine di garantire un maggior grado di copertura da parte dei cittadini.

Non si comprende come mai l'amministrazione Di Medio non abbia mai ottemperato alle indicazioni del Revisore, e alimenti in maniera strumentale polemiche sterili e inutili.

A fronte di questo, ma soprattutto della politica di sinistra che ci contraddistingue, piuttosto che aumentare indiscriminatamente le tariffe, decisione che avrebbe colpito le fasce più deboli e che caratterizza una politica di destra,  si è deciso di introdurre la tariffazione di questi servizi tramite l'utilizzo del modello ISEE.

L'ISEE è un indicatore che tiene conto di reddito, patrimoni (mobiliare e immobiliare) e delle caratteristiche del nucleo familiare (per numerosità e tipologia), quindi uno strumento in grado di garantire un'equità sociale in quanto permette alle famiglie di contribuire in base alla propria capacità economica.

Durante la riunione si è anche spiegato che ci sarà una fase di sperimentazione delle tariffe modulate attraverso l'ISEE per consentire agli uffici competenti di avere dati precisi e permettere di approvare le tariffe definitive per l'anno 2016, eventualmente rimodulando fasce e importi.

L'amministrazione inoltre si riserva di applicare ulteriori agevolazioni per chi ha più figli che usufruiscono dello stesso servizio.