Mercoledì 17 Luglio 2019
   
Text Size

Il Consiglio Comunale su CassanoWeb minuto per minuto

sala consiliare

In diretta dalla Sala Consiliare di piazza Rossani, dove sta per cominciare il Consiglio Comunale di Cassano, convocato per le ore 16.00.

CassanoWeb lo seguirà minuto per minuto, descrivendo le fasi salienti del dibattito.

Ore 16.20 - In aula, quasi tutti i consiglieri.

E' da poco entrato anche il nuovo Segretario Generale del Comune, l'avv. Alfredo Mignozzi che ha preso il posto, da pochi giorni, della dott.sa Nicassio.

Sono in aula anche il Revisore unico dei Conti, dott. Giovanni Francesco Conte e i Dirigenti del settore Ragioneria (Liguigli), dell'Ufficio Tecnico (Petruzzellis), dell'Ufficio Scuola (Viapiano).

Dopo tre sedute di assenza, a partire da questo Consiglio è tornato in aula il servizio di registrazione delle sedute.

I lavori non sono ancora cominciati.

Ore 16.28  - Tutti i Consiglieri comunali sono presenti. Cominciano i lavori del Consiglio con l'ascolto, in piedi, dell'Inno Nazionale.

Ore 16.31 - Il Presidente Capriulo e la capogruppo Di Medio fanno gli auguri al nuovo Segretario.

La Di Medio, in sede di Comunicazione, riprende la vicenda del plagio della Linee Programmatiche del Comune di Cassano da quello di Massarosa, comunicando che è stata inoltrata richiesta di Consiglio Comunale sul fatto da parte della minoranza.

Risposte alla interrogazioni

Sindaco Vito Lionetti. Alla richiesta del consigliere Briano che chiedeva notizie in merito ai sistemi di video sorveglianza, il sindaco dice che sono allo studio la fattibilità degli stessi e che comunque possono essere utilizzati, dalle forze dell'ordine, i filmati di privati. 

L'assessore Marazia. Sempre Briano aveva chiesto notizie in merito agli Ispettori Ambientali. Al momento, dice l'assessore, sono 5 (su 9) quelli in servizio: si dovrà a breve istituire un nuovo bando per incrementare il numero. Due di essi hanno rinunciato per propri motivi, altri due hanno chiesto un rimborso spese per l'attività, contrariamente al Regolamento, e dunque si sono, di fatto, chiamati fuori. 

Briano. La risposta non soddisfa me ma la popolazione. E' un default quello degli Ispettori che dipende da chi li coordina (il Comandante della Polizia Municipale): vengono coordinati via sms, senza mai un contatto umano. La verità del fallimento va ricercata nella assoluta mancanza di coordinamento da parte del magg.re De Benedictis. 

L'assessore Marazia su sporcizia nel centro storico dovuta ai piccioni. L'assessore si meraviglia che solo ora, con l'interrogazione di Briano, ci si ricorda del problema che è vivo da anni. Si stanno studiando i sistemi più idonei, in collaborazione con Associazione Centro Storico, Lipu e Asl anche per individuare le case abbandonate dove i piccioni nidificano. I sistemi proposti finora (falchi, poiane, ecc.) sono dispendiosi e non accettati da tutti. 

La Marazia sulla raccolta differenziata. L'assessore risponde alla terza interpellanza di Briano. La differenziata è sostanzialmente uguale a quella dell'anno scorso, il problema è che finora i cittadii dei Borghi non sono mai stati controllati e sanzionati. La nuova amministrazione intende:

- attivare l'isola ecologica;

- diffondere maggiormente l'uso della compostiera, con sconti sulla tassa rifiuti;

- progetti nelle scuole di educazione, utilizzo di compostiera;

- maggiori controlli.

La PM ha sollevato 12 sanzioni per 750 euro e anche la Forestale ha elevato numerose sanzioni nell'ambito extraurbano. Sono poi in via di definizione le verifiche su coloro che non hanno ancora ritirato il kit della raccolta differenziata. 

Briano. Occorre agire subito, dovevate subito controllarlo il territorio e attivarvi. Isola ecologica: c'è già la piattaforma, non cambierà molto portare su via Mellitto oppure in zona industriali. Compostiere: ne sono state date 300 su 1000 a disposizione perchè non c'è disponibilità nè volontà a utilizzarle. Ancora oggi, nelle villette dove ho girato per la campagna elettorale, le ho viste piene di fiori....

INTERPELLANZE

La Di Medio interpella l'amministrazione in merito al Comunicato Stampa che respingeva l'accusa da lei lanciata sul plagio da Massarosa. Chi ha scritto il Comunicato? La Lista Rinascita, che non esiste? O il gruppo consiliare? E il sindaco e gli assessori ne sono sottoscrittori?

Il sindaco ha annunciato riposta scritta.

16.55 - Conclusi i preliminari, si comincia a discutere il primo punto all'ordine del giorno: Commissione Locale per il Paesaggio e per l'Ambiente- Approvazione della convenzione per il funzionamento della commissione intercomunale locale per il Paesaggio e per l'Ambiente finalizzata all'espletamento della Valutazione Ambientale Strategica.

L'assessore ai Lavori Pubblici, Del Re spiega che la Commissione (che Cassano fa funzionare in convenzione col Comune di Santeramo) deve ampliare le proprie competenze in virtù delle nuove norme, anche per rispondere alle istanze di chi vuole avviare attività o costruire e che necessita, per esempio, della VAS (Valutazione Ambientale Strategica). A disposizione della Commissione ci sono 5mila euro annue (come spesa massima) che non ricadono sulle casse Comunali ma su coloro che presentano richieste.

Consigliere Ruggiero. Atto di priorità notevole. Non frapporremo alcun ostacolo perchè essenziale al territorio.

La delibera è stata approvata con voti unanimi.

Ore 17.05 - Secondo punto all'ordine del giorno: SAC “Alta Murgia”.

Relaziona Del Re che spiega cos'è il Sistema Ambientale Culturale: quello di cui Cassano fa parte (iniziativa che parte nel 2010) assieme ad altri comuni con capofila l'Ente Parco Alta Murgia si chiama "Alta Murgia" (LEGGI QUI). Il vicesindaco spiega che non vi sono costi per i Comuni perchè i fondi provengono da programmi europei.

Punto di riferimento per Cassano sarà il Palazzo "Miani-Perotti". Si tratta di un progetto da 700mila euro che durerà circa 8 anni.

La Di Medio chiede di leggere in aula il parere del Revisore dei Conti su questa proposta di provvedimento.

Il dott. Conte invita, sostanzialmente, ad un continuo e costante monitoraggio sulle voci di spesa e dei costi per quel che riguartda il SAC per non inficiare il Bilancio comunale.

Ore 17.21 - Si dibatte sulla possibilità o meno che i locali del Palazzo "Miani-Perotti" adibiti a laboratori nell'ambito del SAC debbano essere soggetti ad una specifica assicurazione.

Il consigliere Zullo mette in guardia sul richiamo fatto dal Revisore, perchè la convenzione del Sac richiede efficenza, managerialità altrimenti la Regione potrebbe revocare la convenzione col singolo Comune e far ricadere sullo stesso tutti gli oneri, con aggravio di spesa. Bisogna prestare molta attenzione.   Per il consigliere Briano occorre verificare se ci sia necessità di una assicurazione specifica, non solo quella che copre tutto il Palazzo ma che si riferisce a incendio, allagamenti, danneggiamenti, ecc.

Stante, tutto questo, la bontà del progetto e dell'iniziativa.

Il sindaco spiega che il Comune di Cassano è l'ultimo di quelli chiamati a sottoscrivere la convenzione dunque bisogna fare in fretta. Lionetti ha comunque accettato le raccomandazioni della minoranza e si controllerà affinchè non vi siano ricadute negative ma è comunque una opportunità che il Comune non può lasciarsi sfuggire.

La Di Medio, nella dichiarazione di voto, fa un excursus sul progetto che parte nel 2010 e che finora ha trovato, data la grande complessità, numero bocciature da parte della Regione sulle proposte presentate dall'ente capofila, il Parco dell'Alta Murgia. Necessita di grande partecipazione e controllo, soprattutto dalla parte politica.

Del Re sottolinea la valenza e l'importanza del progetto e invita tutti i consiglieri a votare a favore.

La delibera viene approvata con 12 voti della maggioranza e 5 astenuti della minoranza.  

Ore 17.36 - Si passa al terzo punto all'ordine del giorno:  Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per l'anno 2014.

Presentando l'argomento, l'assessore al Bilancio Davide Pignatale spiega che ci stratta di "relitti" di poco o nessun valore e che il Piano è sostanzialmente quello degli anni precedenti.

Il consigliere Ruggiero (minoranza) spiega che il gruppo voterà a favore ma chiede a Davi Del Re che cosa è cambiato rispetto agli altri anni, quando lui sedeva in minoranza e votava costantemente contro questo provvedimento (obbligatorio in sede di Bilancio preventivo).

Del Re preferisce non  rispondere.

La delibera viene approvata all'unanimità.

Ore 17.41 - Quarto argomento all'ordine del giorno: Individuazione quantità, qualità e determinazione prezzi di cessione delle aree da destinarsi a residenza, attività produttive e terziari.

Del Re presenta l'argomento spiegando che non vi sono sostanziali variazioni rispetto all'anno scorso.

Ruggiero, così come al punto precedente, sottolinea che nulla è cambiato rispetto all'anno scorso e dunque la ex maggioranza (oggi minoranza) approverà l'argomento "dimostrando così la nostra diversità" rispetto a chi, come Del Re, negli anni scorsi votava contro.

Non c'è dibattito e l'argomento viene approvato all'unanimità.

Ore 17.44 - Si passa al quinto punto da discutere: Approvazione Piano Triennale ed elenco annuale 2014 Opere Pubbliche- Triennio 2013.

Il vicesindaco Del Re illustrando l'argomento, si sofferma sul progetto finanziato con oltre 100mila euro per un tetto fotovoltaico sulla scuola di via Convento, che renderà autonoma energeticamente la scuola, con energia pulita; un progetto ottenuto con lavoro e abnegazione dall'amministrazione Lionetti.

Zullo. Il progetto "Lame" viene inserito fra le opere. Eppure qualche giorno fa, il vicesindaco in piazza aveva affermato che "il finanziamento di 4 milioni di euro era sostanzialmente perso". Zullo afferma: "a me non risulta, l'amministrazione Vendola è tutta orientata a salvare quei finanziamenti".

"Se non vi piacciono le soluzioni tecniche del progetto Lame - afferma Zullo - cambiatelo, ma non perdete quel finanziamento perchè ricadrebbe sulla coscienza di chi oggi è al Comune".

Di Medio: "fa piacere che la maggioranza Lionetti, con queso Piano, riconosce tutto il lavoro fatto dalla ex amministrazione nel reperire finanziamenti e cantierizzare progetti. Inaugurerete tante opere quali il progetto di efficientamento energetico per scuole e locali pubblici, con la centrale geotermica; il Museo cittadino; il progetto di pubblica illuminazione, e via di seguito. 

 

Lionetti. Non si riescono a fare opere pubbliche in poco tempo dunque ogni amministrazione deve programmare per più anni.

E’ vero, il finanziamento del progetto “Lame” è lì ma l’opera è complessa e va fatta e rendicontata entro il 31/12/2015. Quando diciamo che il finanziamento è perso ci riferiamo al fatto del ricorso al Tribunale delle Acque e del tempo perso a rispondere alle contestazioni della Regione.

La diversità sta nel fatto che noi intendiamo aderire alle contestazioni della Regione. Ora dobbiamo dare impulso in modo da concludere il tutto entro la fine del prossimo anno.

Anche sull’impianto geotermico. Non è colpa di nessuno ma oggi se la prenderanno con me

Forse slitteranno i tempi di altre 2-3 settimane ma avremo un edificio eccezionale, con “aule senza zaino” fra le più belle d’Italia e ve lo dice chi ne ha viste tantissime.

 Il punto passa all’unanimità dei voti.

Ore 18.00 - Sesto punto: Addizionale Comunale all'Irpef anno 2014.

Pignatale: “l’addizionale Irpef è al massimo ed una rimodulazione sarebbe opportuno ma oltre all’ideale occorre tener presente la realtà. Ci pesa doverlo confermare allo 0,80 e sappiamo che esso colpisce lavoratori e pensionati ma i tagli dello Stato ci impediscono di rimodulare l’addizionale”.

L’assessore al Bilancio, insomma, spiega che quei 700mila euro che l’Irpef assicura sono essenziale per la macchina comunale.

Restano esenti, come in passato, i redditi da 0 a 15mila euro.

Zullo: “noi non abbiamo problemi ad approvare questo punto. I problemi sono di Paparella, di Del Re….che quando proponevano noi ci trattavano come iene, come di chi vuole spolpare i cittadini….Adesso voi ve ne uscite con parole quali “abbiamo pensato”, “volevamo”, ecc. ecc.”.

State mettendo in atto una strategia di banalizzazione ma la verità è che Pignatale e i suoi amici consiglieri ora ripetono la cantilena della necessità della tassazione, della necessità dei fondi per la macchina comunale. La verità è che state ripercorrendo quello che noi abbiamo fatto.

C’è una leggera differenza rispetto allo scorso anno ovvero 800mila euro in meno dallo Stato e oltre 500mila euro di rimborso Imu: con quei fondi avremmo rimodulato l’addizionale.

L’argomento passa all’unanimità dei voti.

 

Settimo punto: Piano Economico-Finanziario del servizio di Igiene Urbana ai fini TARI 2014. Approvazione.

L’assessore all’ambiente Marazia illustra il Piano, essenziale ai fini dell’applicazione della nuova tassazione sui rifiuti, la Tari. Si tratta di un Piano previsionale poiché solo a fine anno, a consuntivo, ci saranno variazioni dovute a sconti, sanzioni, ecc. Occorre tener conto che con la nuova tassa il servizio deve avere una copertura al 100% da parte dell’utenza (cittadini e imprese).

 

Di Medio.

Alcune osservazioni: spiace evidenziare che la raccolta differenziata è, in percentuale, diminuita nello scorso mese. Bisognava controllare e verificare sin dal primo giorno: sanzionare chi si ostina a comportarsi in maniera non consona. Perché la questione rifiuti/differenziata necessita di massima, costante attenzione da parte degli uffici e della parte politica e il fatto di vivere in una Regione che in dieci anni non è riuscita a gestire in maniera completa il ciclo dei rifiuti non aiuta di certo.

C’è qualcuno che ha detto che non vale la pena fare la differenziata tanto l’ecotassa  la si pagherà ugualmente perché si viene esentati solo se si arriva all’80%: voglio che si prendano le distanze nette da questo modo di pensare. All’80% si arriva partendo da zero. Voi invece vi siete fermati….non state seguendo.

Ecopunto: perché l’amministrazione non si muove verso il gestore che deve ritirare le tonnellate di materiale lì depositati? Quei rifiuti sono “oro” per la città e le casse comunali...

Zullo.

Atto fondamentale perché mette la prima pietra per il sistema della tassazione per gli anni futuri. Occorre, dunque, farlo bene.

Al di là dei costi fissi, ci sono i costi variabili su cui dobbiamo concentrarci: se si raggiunge il 65% di differenziata si abbassa l’ecotassa fino al 5%;

Zullo fa riferimento alla vicinanza politica della giunta Lionetti rispetto alla Regione Puglia guidata da Vendola; “una preghiera, ai fini dell’abbattimento dei costi: fategli chiudere il ciclo dei rifiuti”. Non basta punire, occorre sollecitare, invitare perché la raccolta non subisca rallentamenti.

Chiesti chiarimenti: questi sono i costi presentati dal gestore, che voi avete preso come “oro colato”. Voci di costo replicate…..in commissione chiesto spiegazioni ma nessuna ne è stata data e ora la ripropongo.

Le tasse richieste ai cittadini devono avere destinazione certa, senza ombre. Ma nel Piano economico vi sono duplicazioni di spesa, voci poco chiare e dunque chiedo spiegazioni.

Marazia. L’attenzione verso la differenziata non è diminuita e a breve partirà una campagna di sensibilizzazione su questi temi. E’ ovvio, ha spiegato l’assessore, che nel passaggio fra una e l’altra amministrazione la “tensione” sul tema forse si è un po’ allentata ma ci si sta attrezzando per ripartire con controlli, verifiche e controlli e comunque la differenziata non è calata poi di molto.

La Marazia ha poi spiegato che in “altri costi” ci sono la disinfestazione, derattizzazione, bonifiche sul territorio che la ditta effettua annualmente.

Il gruppo di minoranza ha insistito nel reputare il Piano carente in alcuni punti e poco rivolto alle esigenze dei cittadini.

Il sindaco Lionetti si dice concorde con la minoranza con l’attenzionare al massimo la politica sui rifiuti e la loro gestione a livello comunale. “ma da questo a voler propagandare capacità taumaturgiche ce ne corre: non è che fino al 26 maggio la macchina era perfetta, che c’era superman che si alzava alle 5 di mattina e controllava tutto….poi qualche giorno dopo tutto si è bloccato. E’ una lettura che non accetto. La percentuale è calata in estate, per l’arrivo della maggior parte della popolazione sui borghi….è fisiologico…”.

I controlli, ha affermato il sindaco, ci sono stati “e alcuni li abbiamo fatti personalmente. Faremo il bando per nuovi Ispettori volontari ma non si può dire che sia stata allentata l’attenzione sul territorio…”.

Per quel che riguarda le attività di informazione e sensibilizzazione, sono state abbastanza fallimentari: “agli incontri del Cea e alle sue iniziative partecipavano in media 5 persone….fino ad oggi non è stato efficace così come le attività nella scuola, con interventi inefficaci sul piano educativo, formativo e didattico”.

“Con questo – ha spiegato Lionetti – non voglio demonizzare quel che è stato fatto ma occorre fare altro e con più efficacia, ad esempio nella scuola”.

Ha concluso il sindaco: “qui non ci sono né superman né interventi miracolosi ma occorre che tutti ci si adoperi per il bene della città”.

La Di Medio ha precisato che l’attività di animazione e informazione era a cura dell’ATI e non della Tradeco.

In sede di dichiarazione di voto, Zullo ha spiegato che il calcolo del Piano è basato su basi sbagliate, con costi fissi e variabili confusi ed errati, con costi che ricadono sui cittadini ma che dovrebbero essere a carico del gestore.

Paparella, invece, ha affermato che il Piano rispetta i termini di legge e la sostanza e che non ha bisogno di supereroi per essere attuato ma di lavoro serio e costante.

La delibera è stata approvata a maggioranza con 12 voti a favore; contraria la minoranza. 

Ore 19.48 - Ottavo punto in discussione all'ordine del giorno: Approvazione delle tariffe TA.RI. (Tassa Rifiuti) anno 2014.

 

L’assessore Pignatale spiega il provvedimento, secondo le nuove caratteristiche. Ribadisce che circa 4500 utenze (sulle 8mila che Cassano conta) pagheranno di meno rispetto alla vecchia Tarsu.

Per l’ex sindaco Di Medio, le più penalizzate saranno le famiglie con 3-4 e più componenti, ovvero la maggior parte delle famiglie cassanesi nonché quasi tutte le imprese e i negozi cassanesi che pagheranno di più.

“Non siamo favorevoli a questo provvedimento: si poteva fare qualcosa di più per non caricare sui cittadini e sulle imprese questa tassa” ha concluso la Di Medio.

Per Paparella, invece, “non si poteva fare più di così: non ci sono soluzioni diverse né migliori”.

L’argomento passa a maggioranza con 12 voti. Contrari i 5 consiglieri di minoranza.

Ore 19.55 - Nono punto all’ordine del giorno: Bilancio di Previsione Annuale 2014 – Bilancio Pluriennale e relazione previsionale e programmatica 2014-2016. Approvazione.

Relaziona l'assessore al Bilancio Davide Pignatale. “Arriveremo nei prossimi anni ad una riduzione della tassazione ma occorre fare scelte non facili” ha detto l’assessore Pignatale che ha definito le casse comunali “in equilibrio precario”, gravato da contenziosi e spese per rimborsi derivanti dalle amministrazioni precedenti.

Ha poi ripercorso quanto già spiegato nel corso dell’incontro in piazza Moro, lo scorso 24 settembre (leggi l’articolo).

Il consigliere Paparella presenta un emendamento tecnico sul Bilancio Pluriennale  (2015 e 2016) che taglia la spesa corrente per circa 120mila euro (su rette per i ricoveri di anziani e minori; randagismo; trasporto disabili nei confronti della Asl, assistenza ai poveri e alle famiglie indigenti).

Questo perchè nella redazione del Bilancio non erano state contemplate alcune voci di spesa e le relative somme, a causa di un errore contabile, rilevato dal Revisore dei Conti.

Interviene Zullo: "vi siete messi una casacca con questo emendamento che va a tagliare parte della spesa sociale, ma contraddite tutto quello che avete detto fin'ora qui e sulle piazze.  Perchè invece non ridurre la spesa per gli organi istituzionali?". A tal proposito il consigliere di Forza Italia ha spiegato di aver presentato un emendamento poi ritirato, anche perchè non ha ricevuto il placet sul piano tecnico da parte degli uffici.

Zullo ha poi insistito sul fatto che "questo paese si ritrova da una parte con una tassazione elevata e dall'altra il taglio alla spesa sociale per tante persone: sindaco, questo da lei non me lo sarei aspettato....valutate bene quel che fate...non date questa impronta negativa che contraddice la vostra politica".

Interviene la Di Medio che chiede come mai è stata rivista da parte dell'amministrazione la convenzione con l'Anpa (che gestirà il canile municipale) che porta  da 1,75 euro a 2,10 euro al giorno per cane. Ciò significa 13mila euro in più all'anno. "Ma perchè questa azione? perchè questo aumento? dove andranno a finire questi soldi?". La Di Medio spiega che quel prezzo era prevista da un gara d'appalto che l'Anpa ha vinto tempo fa.

Per la Marazia l'Anpa non ce la faceva a sostenere i costi alle tariffe previste dalla vecchia amministrazione, ecco perchè sono stati rivisti.

"E' gravissimo questo atto" hanno detto all'unisono Zullo e la Di Medio, invitando il Presidente del Consiglio a inviare a organi superiori di controllo questi atti. "Se la ditta, l'associazione non ce la fa a stare in quei costi, rinunci all'appalto e si faccia un'altra gara ma non può il Comune andare incontro alle richieste dell'Anpa o di chiunque altro ente appaltatore....".

Pignatale spiega, a proposito dell'emendamento tecnico, che trattasi di mero errore materiale dovuto al software ma "parliamo di Bilancio Pluriennale su cui si porrà rimedio già nei prossimi mesi".

 

Del Re.

Canile: stranamente la causa arriva al nostro insediamento e voi parlate di lotta al randagismo su cui non è stato fatto nulla; demagogia su spesa sociale: si sta parlando delle prossime annualità non di quest’anno; è di natura tecnica l’emendamento. Noi abbiamo appostato più risorse, ad esempio sugli asili nido o sui servizi di prevenzione o sull’attenzione al verde e alla manutenzione dei parchi.

Se qui si viene per fare campagna elettorale….questo è un luogo sacro…".

Sull’emendamento presentato da Paparella si registra il voto favorevole della maggioranza ed il voto contrario della minoranza.

Si torna a parlare di Bilancio e Zullo interviene affermando che “vi trovate di fronte ad un bilancio che non vi permette di fare fronte a tutto quello che avete detto in campagna elettorale….parlate di crisi, di patto di stabilità che soffoca tutto, di taglio dei trasferimenti, di gestione precedente del bilancio…

Ma queste cose c’erano anche prima…il patto di stabilità è in vigore dal 2004; i tagli c’erano anche prima, da anni; la precedente amministrazione ha operato solo per quattro mesi ed a maggio solo per la ordinaria amministrazione….

Ci chiede di non offendere la professionalità dei nostri tecnici e poi parla di bilancio con equilibro precario? Ma allora, Pignatale, chi offende chi?

Io leggo quello che scrive il Revisore: “rendiconto 2013: sono stati salvaguardati gli equilibri di bilancio, rispettato il patto di stabilità, rispettato l’obiettivo del contenimento della spesa del personale, risultato un avanzo di oltre 800mila euro di cui 203mila senza vincoli…., la situazione di cassa presentava un saldo di 2.240.000 euro….e l’ente nel corso del 2013 non aveva fatto ricorso all’anticipazione…per quanto riguarda i vincoli, erano per legge quelle somme oltre che per gli Swap….oltre a 167mila euro da sfruttare come investimenti….”

Tutto questo è un patrimonio del Comune, si fa torto alla verità se si disegna una amministrazione precedente incapace e incompetente….non disperdete nella demagogia tutto ciò….

Il Bilancio 2014 si innesta in un Bilancio sano, solo in piccola parte attribuibile alla precedente amministrazione e tuttavia intriso di tasse e tagli, per quel che riguarda il Pluriennale, alla spesa sociale.

Ore 21.16 - Replica l’assessore Pignatale.

“Ci sono spese su cui non possiamo intervenire…203mila euro all’anno per la pulizia degli immobili; contratti di assicurazione di oltre 100mila euro; 9.900 euro di noleggio e spese telefoniche; 25mila euro di vigilanza…per vigilare sui vigili che vigilano….chi li ha fatti quei contratti e quelle spese? Non sono state fatte da voi?

Si era diffusa questa convinzione che il bilancio di Cassano aveva un avanzo di amministrazione di 800mila euro….ma avete messo da parte somme per le spese, come previste da legge.

Noi abbiamo affrontato la scelta di pagare i legali, in cinque anni non avete pagato mai gli avvocati; abbiamo fatto la scelta di pagare le ditte che aveva contenziosi col Comune, cose che voi non avete fatto….

Siamo protagonisti di scelte difficili: non avete mai subito un taglio di 800 mila euro ovvero il 50% delle risorse che lo Stato trasferiva al Comune". 

Il sindaco contesta fortemente le affermazioni della minoranza “e rigetto l’idea che state diffondendo per cui stiamo tagliando la spesa sociale. Non è vero anzi la spesa l’abbiamo aumentata…. Piuttosto la razionalizzeremo: ad esempio, mantenere in istituto un bambino  è costoso, noi vedremo come poter inserirli, ad esempio, in una famiglia….

Canile: noi il 30 giugno dovevamo inaugurare e consegnare il canile che invece non era completo né utilizzabile e corriamo il rischio di dover restituire i soldi alla Regione. Ecco perché abbiamo rivisto la Convenzione con l’Anpa. Questi sono i fatti, le cose reali che dobbiamo affrontare ogni giorno.

Per quel che riguarda il personale, nessuno sarà licenziato né mandato via" ha concluso il sindaco.

 

Da Zullo e Del Re arrivano inviti distensivi a collaborare, minoranza e maggioranza.

Di Medio.

“E solo questa amministrazione ha trovato difficoltà e problemi? Noi abbiamo trovato 1 milioni di euro di spese legali….transazioni mai onorate….120mila euro di oneri di urbanizzazione mai restituiti, da dieci anni; espropri che non venivano pagati da 15 anni prima….non è vero  che non è stata affrontato il problema delle spese legali: solo l’anno scorso abbiamo pagato 251mila euro.

Telefoni? Non immaginate cosa si pagava prima, con bollette enormi.

Vigilanza? Eliminatela, togliete la vigilanza notturna e lasciate il paese in balia dei ladri. Cassano di notte sarebbe terra di nessuno….

Se poi trovate il modo di pagare di meno, ben venga, ad esempio per le pulizie….licenziate, tagliate gli stipendi….

Randagismo?  Fino a tre anni fa la lotta era inesistente.

Abbiamo cercato di fare del nostro meglio e credo che tutta la Giunta abbia operato al meglio delle possibilità se poi voi saprete e vorrete fare di meglio, ben venga ma non potete dire che non è stato fatto nulla e quel poco è stato fatto male.

In sede di dichiarazione di voto, la capogruppo di minoranza Di Medio ha annunciato il voto contrario di “Per crederci ancora” che aumenta le tasse, non è chiaro su alcune voci di spesa e non taglia i costi della politica.

Paparella annuncia il voto favorevole per il Bilancio, con la Tasi ai livelli più bassi fra i comuni della provincia, con l’attenzione a reperire finanziamenti e costruire progettazioni. Per quel che riguarda i costi della politica, Paparella fa presente che questa Giunta costa di meno che quella degli anni scorsi.

Il punto passa con il voto favorevole della maggioranza e quello contrario dell’opposizione.

Il Consiglio si chiude alle ore 21.54.

 

 

 

Commenti  

 
#26 STELLE SPENTE 2014-10-06 17:44
IO NON MI SBAGLIAVO,,,,LIONETTI MEDITI QUANDO GRIDAVI DAL PALCO CHE L'IRPEF COMUNELE NELLA TUA BUSTA PAGA ERA MOLTA ...SEI SEMPRE IL SOLITO ++++MODERATO++++
 
 
#25 gvill27 2014-10-02 17:46
Mi sa che come rinascita ci sono solo tasse.
E Bravo il maestro !!!! Mi sa che era meglio non votarlo. HO SBAGLIATO ALLA GRANDE ANCHE QUESTO E' COME GLI ALTRI!!
 
 
#24 gvill27 2014-10-02 17:40
Briano non infierire sulla problematica della differenziata ,l'artefice di tale disastro sei tu. Se non l'hai ancora capito è tuo il fallimento della differenziata
 
 
#23 nostalgia 2014-10-02 13:55
ho assistito per anni ai consigli comunali della Di Medio e sentivo da Antelmi sempre la solita nenia...mò sò annati questi che dovevano far rinascere ( nn si è capito ancora cosa )e cosa sentiamo??il copia incolla, da parte di Pignatale della nenia di Antelmi!!! e basta copiare fate qualcosa di vostro!!!!!
 
 
#22 Terza media 2014-10-01 15:59
Per chiacchiere45. Ma secondo te cosa bisognava chiedere e non si è chiesto? La realtà è che il disagio della famiglie e dei cittadini e' stato dirompente per le scelte politiche con la speranza, per chi ha votato Lionetti, di vedersi ridurre le tasse. Invece ha fatto peggio di chi ci governava prima. Gli attuali amministratori hanno ottenuto quello che volevano con inganno, promettendo di non aumentare le tasse. La gente si e' fidata e adesso è pentita. Tutto qui!
 
 
#21 Xchiacchera45 2014-10-01 12:39
Adesso invece bisogna star zitti e accettare tutto? Adesso bisogna accettare l'aumento delle tasse e dire "colpa di chi stava prima di me"? Adesso dobbiamo vedere le foto e i selfie che si fanno i nostri amministratori, e dire come siete belli? Realmente cosa hanno fatto dal 27 maggio ad oggi? :cry:
 
 
#20 Chiacchiera45 2014-10-01 09:50
Tutti si sono sbagliati a votarli, e tutti tappavano le orecchie quando prima c'erano quegli altri... Ma questo si sa, il cassanese medio è bravo solo a parlare! Lo sanno anche i nostri vicini... Com'è che quando bisognava esigere e pretendere non c'eravate, e ora ci siete tutti? Chi vi ha chiamato? Dai su...
 
 
#19 rassegnatevi 2014-10-01 09:06
Siamo un paese allo sbando, ci accontentiamo della mediocrità nella gestione della cosa pubblica, quando invece dovremmo pretendre il meglio.
Che delusione!
 
 
#18 roberto 2014-09-30 17:33
la superficialità regna da anni in questo comune con i suoi amministratori. Quando qualche buon professionista competente si avvicina alla politica lo fanno anche scappare in quanto non garantisce le lobby cassanesi. Dobbiamo pagare e zitti. Ma finirà
 
 
#17 mgball 2014-09-30 15:16
ma alla fine, la mensa scolastica quando inizia???
 
 
#16 stupefatto 2014-09-30 15:03
Da non credere, avete rocco i c.....i per anni sulle tasse della dimedio e ora che ci stanno togliendo anche le mutande tutti zitti. Fate pena.
 
 
#15 senza parole 2014-09-30 14:06
il giorno del consiglio camminando su viale della repubblica ho sentito per caso uno dei giovani componenti dell'attuale amministrazione che si vantava verso un suo conoscente di essere consigliere comunale e che andava a dare numeri considerando che l'argomento del giorno era proprio il bilancio. questa persona gli rispose dicendogli di fare attenzione ai numeri che dava e il nostro consigliere rispose con atteggiamento sarcastico.solo allora mi sono resa conto di che grande sbaglio ho fatto nel votarli e in che mani sprovvedute ci ritroviamo!
 
 
#14 tiscit 2014-09-30 12:05
x lucas. Ma scusa qual'è la stangata della Dimedio? A me pare che la stangata è in arrivo da Lionetto & c. e non il contrario. Io con un figlio minori, un'altro in arrivo e una casa modesta tra tasi e tari pagherò 250,00 euro in più rispetto allo scorso anno. E questi erano per gli aiuti ai più deboli? Io mi vergognerei.
Per quanto riguarda te lucas, o non paghi le tasse o sei un amministratore che vuoi difendere l’indifendibile.
 
 
#13 Chimienti P. 2014-09-30 11:50
copia e incolla del programma e copia e incolla del bilancio comunale. Sono bravi questi nuovi veramente bravi. Basta solo uno che da le dimissioni ed il resto copia e incolla.
 
 
#12 uiu 2014-09-30 11:36
si è concluso l'ennesimo consiglio comunale delle chiacchiere e io vado a pagare la TARI e l'Imu
 
 
#11 MIMMA ATTISANi 2014-09-29 23:01
Tanto per la cronaca aspetto ancora un rimborso di affitto e un contributo economico richiesto il 28 marzo 2014 considerando che sono disoccupata da maggio 2012 Pare che dal 2012 i servizi sociali non ABBIANO AVUTO PIU'BISOGNO DELLA MIA COLLABORAZIONE.....MA PER FAVOREEEEE!!!
 
 
#10 MIMMA ATTISANi 2014-09-29 22:48
UN bambino costa in una struttura,,,E VERO!!Inserirlo in una famiglia..GIUSTO..ma per favoreeeeeeeeeeee Il comune contribuisce a una famiglia per un affido temporaneo 250,00euro al mese....che non servono a nulla neanche per le piccole spese dell'affidatario.Una famiglia affidataria da calore-affetto e viene ricompensata con 250,00 euro. LO scandalo e' alla portata di tutti...FATTURA DI 2.256,89 LIQUIDATA X UN SOLO MESE ALLA COOP SOC. EXSULTE X 1 DICO UNO...MINORE(ALBOPRETORIO)MA SIAMO FUORI COME BALCONI......
 
 
#9 Rotis 2014-09-29 20:32
La Dimedio che dice che se l'anpa non ce la fa a geamtire il canile può rinunciare all'appalto.
Chissà se ha detto la stessa cosa della Tradeco che non ce la faceva senza il premio della vendita dei nostri rifiuti!!!
Quei soldi sono i nostri non della Tradeco!
Questo è lo scendalo!
+++++++++++++
 
 
#8 MIMMA ATTISANi 2014-09-29 20:17
Ho letto bene???2,10 al giorno x --UN CANE...datemi un terreno e li mantengo io con 1 solo euro al giorno....rinfresco la memoria...di cani ne ho 3.....ma per favoreeeeeee
 
 
#7 0sservatore 2014-09-29 19:22
Volevo far notare all' amministrazione e a cassano web una cosa assurda da verificare. C'è un' azienda privata a Cassano che raccoglie rifiuti e li paga.Domanda? Perchè quei rifiuti vengono smaltiti con i mezzi comunali e non con i mezzi dell' azienda? C'è un contratto? O noi paghimamo per il servizio smaltimento e loro lucrano senza accollarsi il costo dello smaltimento?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.