Giovedì 21 Novembre 2019
   
Text Size

AMIANTO: SANTORSOLA INTERROGA LA DI MEDIO

SANTORSOLA

 

Una interrogazione urgente a risposta scritta è stata presentata ieri dal capogruppo di "Nuova Ideadomani", Teodoro Santorsola al sindaco Maria Pia Di Medio e all'assessore all'Igiene e Sanità, Raffaele Liuzzi a proposito dell'amianto abbandonato in via Sant'Antonio Abate e più in generale sulla gestione di questo pericoloso materiale da parte della ditta che ha in appalto la raccolta dei rifiuti, compresi quelli pericolosi e dunque dell'amianto.

Nonostante, infatti, numerosi solleciti e rimostranze da parte di residenti e non, le lastre sono ancora lì. Il capogruppo Santorsola ha chiesto alla Di Medio i motivi di tanto ritardo, non mancando di sottolineare che le lastre di eternit presenti su via Sant’Antonio Abate, rappresentano un pericolo costante per la salute dei numerosi abitanti di quella zona del paese. Nelle immediate vicinanze trovasi struttura sportiva notoriamente frequentata da un cospicuo numero di giovani sportivi e che alcune lastre d’amianto sono rotte il che ne aumenta la pericolosità. Tale incresciosa situazione costituisce un costante pubblico pericolo ai fini della salute dei cittadini.

Di seguito, il testo della interrogazione.

 

Il sottoscritto consigliere comunale,

Teodoro Santorsola, capogruppo consiliare di “nuova ideadomani,

premesso che

  • da oltre 12 giorni numerose lastre di eternit giacciono abbandonate in via Sant’Antonio Abate, strada pubblica comunale così come denunciato sul blog “Nuova Ideadomani Informa” e come successivamente ripreso da altre testate web giornalistiche locali;
  • che la predetta via trovasi in zona abitata e con sostenuto traffico veicolare;
  • che nelle immediate vicinanze trovasi struttura sportiva notoriamente frequentata da un cospicuo numero di giovani sportivi;
  • che il vigente capitolato speciale d’appalto sullo smaltimento dei rifiuti urbani prevede, fra l’altro, che è compito della ditta appaltatrice provvedere immediatamente alla rimozione dei rifiuti;
  • considerato che la pericolosità di tante lastre d’amianto, alcune delle quali presentano evidenti segni di rottura che ne aumentano la pericolosità, costituiscono un costante pubblico pericolo ai fini della salute pubblica, bene tutelato da rigide norme da osservare;

tutto ciò premesso rivolgo interpellanza per conoscere:

 

  1. quali iniziative sono state intraprese ad oggi per la rimozione delle lastre di eternit;
  2. quali atti ha posto in essere per l’immediata soluzione del menzionato problema;
  3. se ritiene di dover avviare iniziative che scongiurino il ripetersi di tali sconsiderati gesti.

Attendo urgente risposta scritta.

 

 

Commenti  

 
#5 Christian Ugenti 2011-05-26 00:00
Seguiteci/mi su facebook, la lotta contro questa schifezza a cielo aperto si sta combattendo anche lì.
 
 
#4 prrrrrdielle 2011-05-25 09:29
ma quale Santorsola. C'era bisogno di lui o del web per accorgersi. Le interrogazioni alla Di Medio arrivano in continuazione da due anni sulla questione amianto sia da Vivi Cassano che da Nuova idea domani. e tutto tace.
 
 
#3 Gigi 2011-05-25 07:42
Finalmente qualcosa (e qualcuno) si muove. Ma non so se una interrogazione basterà e comunque occorre capire bene la situazione del censimento, di chi ancora ha amianto, ecc.
 
 
#2 Per favore 2011-05-25 07:38
Vorrei chiedere al sig. Santorsola di tenerci, per favore, informati sul prosieguo della vicenda. Grazie
 
 
#1 Vai 2011-05-25 07:37
Vai così, Teodoro. Pensaci tu alla ns. salute. Grazie
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.