Venerdì 21 Settembre 2018
   
Text Size

Per celebrare la Costituzione cambiamo nome a quella via

via vittorio emanuele III

Cambiare denominazione ad una delle strade principali di Cassano: Via Vittorio Emanuele III, quella che costeggia la Villa e che prosegue su via Colamonico-via Santeramo, ribattezzandola VIALE DELLA COSTITUZIONE. E’ la proposta della Fondazione “Albenzio Patrino di cultura e cooperazione europea” presentata con una lettera aperta al Sindaco Maria Pia Di Medio che proprio in questi giorni, facendo gli auguri alla cittadinanza, ricordava i 70 anni della promulgazione della Costituzione Italiana, invitando ad avanzare proposte per celebrare questo importante anniversario.

Il Presidente della Fondazione Francesco Giustino ha quindi colto l’invito con tale proposta. Ecco di seguito la lettera inviata per conoscenza anche ai giornali cassanesi.

 

Gentilissima Signora Sindaco,

Sono onorato di comunicarLe che questa Fondazione desidera aderire al Suo invito di formulare proposte per celebrare degnamente il 70° anniversario della Costituzione.

La Carta fondamentale della Repubblica italiana ha un posto speciale, quale ispiratrice, nello Statuto di questo Ente in quanto in essa è contemplata, con l’efficacia simbolica e di significati che i Padri Costituenti seppero innestarvi, la storia e le sofferenze di un popolo da lungo tempo alla ricerca della propria sovranità e le prospettive di futuro – dignitoso, pacifico, prospero - che quegli stessi Padri e Madri immaginarono per tutti noi e per le generazioni che verranno.

Con tale spirito il Consiglio di Fondazione desidera chiederLe di volersi attivare, mediante le procedure all’uopo e, confidiamo, con il concorso morale di tutte le forze democratiche rappresentate nell’Assise comunale, per intitolare “Viale della Costituzione” l’attuale Via (o Corso) Vittorio Emanuele III.

L’attuale titolazione, infatti, evoca il ricordo di un sovrano a cui si devono ascrivere molti errori della storia del secolo XX: dalla non opposizione alla marcia su Roma alla pilatesca tolleranza dell’omicidio Matteotti e della persecuzione di altri oppositori, dalla firma delle ignominiose leggi razziali nel 1938 all’ingresso in una guerra che avrebbe lacerato materialmente e moralmente il Paese fino ad una incancellabile quanto codarda fuga da Roma – abbandonata al suo destino l’8 settembre del 1943, data di cui stiamo per rimembrare il 75° anniversario – per riparare a Brindisi. Può la città natale di Combattenti ed Ufficiali valorosi e plurimedagliati per coraggio come Rossani, Turitto e Galietti e cento altri ancora meno noti – che non scapparono! Anzi! - accettare ancora tale dimenticanza nella nominalità dei propri luoghi?

Il 2018 rappresenti quindi – come da Suo auspicio – l’anno degli onori alla nostra Costituzione, luogo morale di sintesi della nostra storia e del nostro futuro. Il “Viale della Costituzione” peraltro si troverebbe in una singolare quanto appropriata convergenza semantica e toponomastica alle confluenze delle strade: Viale dell’Unità di Italia (anelito delle lotte risorgimentali), via Vittorio Veneto (memoria di una delle vittorie più fulgide delle armate italiane nella Grande Guerra), piazza Garibaldi (eroe e simbolo della nostra storia) con via dei Mille e via dell’Indipendenza e, nondimeno, viale della Repubblica (a memoria della scelta di modernità e democrazia voluta dagli italiani il 2 giugno 1946, memori peraltro di quella fuga dianzi evocata e di quelle leggi scellerate). E’ bello immaginare che l’arteria viaria più importante dell’abitato - esso stesso un libro di storia - possa rievocare per noi e per i posteri il nome della Costituzione, quale patto di pace e promessa di reciproco rispetto tra donne e uomini liberi come la concepirono le nostre Madri e i nostri Padri.

Questa Fondazione, su impulso della Presidente Onoraria Prof.ssa Antonietta Patrino Albenzio, organizzerà nel 2018 un evento di riflessione per l’intera comunità sull’attualità della Carta Costituzionale e si attiverà, qualora la proposta suesposta trovi effettività, per onorare con il dovuto decoro il luogo a cui sarà devoluta la funzione di memoria collettiva che qui ed oggi peroriamo: Viale della Costituzione.

Nel rallegrarci per la Sua significativa scelta di augurare buon anno nel nome della nostra Costituzione, ci uniamo a Lei nel formulare gli auguri alla comunità per un sereno 2018 di crescita culturale, di benessere e di avanzamento spirituale.

 

 

Commenti  

 
#44 Costituzionalista 2018-01-12 13:53
a me la proposta piace e la trovo coerente con la storia e con le idealità su cui si fonda lo Stato. Ringrazio i promotori della proposta e li invito a non curarsi degli insulti fuori luogo di qualche demente che fa disonore a Cassano.
 
 
#43 x commento 40 2018-01-12 09:07
E' davvero triste constatare che a Cassano c'è gente di tal fatta! Hai ragione la gente che vuole cancellare la storia è esattamente come te, mi auguro che almeno le cime di cola le sai coltivare!
 
 
#42 I love Costituzione 2018-01-11 13:56
mia figlia è andata ieri a bari, con altri studenti, a questa manifestazione. SPero che anche a Cassano si faccia presto qualcosa. La proposta della Fondazione è l'unica finora che è stata messa in campo.

https://video.repubblica.it/edizione/bari/bari-il-foyer-del-piccinni-riapre-per-la-festa-della-costituzione-qui-il-primo-congresso-del-cln/294158/294767

https://video.repubblica.it/edizione/bari/luciano-canfora-a-bari-la-lezione-sulla-costituzione-calpestata-dall-articolo-1/294157/294766
 
 
#41 I Love Costituzione 2018-01-11 13:42
sì, ma quando si farà? Il Sindaco che dice? e i Consiglio Comunale? Tutto tace ... tutto dorme ...
 
 
#40 x nerone e vedo nero 2018-01-09 13:54
mi sa che non avete proprio capito nulla. Da come parlate si capisce che gente siete e il grado di ignoranza (in cui, salvo non siate la stessa persona, gareggiate).
Non serve a nulla nemmeno darvi una risposta, tanto ve la potrebbe scrivere persino un bambino con la terza elementare.
E' davvero triste constatare che a Cassano c'è gente di tal fatta! Che poi magari sono quelli che commentano, con aria di chi la sa lunga, cose importanti. Al massimo da voi accettiamo consigli su come si cucinano le cime di cola, ma proprio perchè non vi vogliamo umiliare. La Costituzione è cosa per cittadini consapevoli e rispettosi della storia.
 
 
#39 Nerone 2018-01-09 09:40
Ma che proposta è
La storia non si cancella, bella o brutta che sia.
Abbattiamo il Colosseo, bruciamo Roma!
 
 
#38 vedo nero 2018-01-08 11:10
Per comm 18 se io mi devo prendere la purga al cervello,TU(e non lei non lo merita) si deve SPURGARE il cervello che lo ha pieno di M...DA.
 
 
#37 studente ingegneria 2018-01-08 01:36
anche a me questa proposta fa piacere. La Costituzione è troppo importante, va difesa. Mi spiace di queste polemiche sterili che leggo. Come si fa a non comprendere che la Costituzione merita la strada più importante di Cassano? Come si fa aamd accettare che la strada sia ancora dedicata a chi ha firmato le leggi razziali, ha scaraventato l'Italia in guerra e poi è scappato da Roma come un coniglio nel momento più difficile per l'Italia?? approvo convintamente la proposta della Fondazione
 
 
#36 Giggetto 2018-01-07 15:38
la proposta della Fondazione mi convince, mi appare opportuna, ben elaborata. Se mi chiamassero a firmare una petizione, non esiterei a portarci tutta la famiglia. Complimenti a chi sa guidare un'istituzione culturale della città senza fare iosa per fini personali. Oramai siete gli unici a Cassano che provano a pensare prima di lanciare idee "ad capocchiam".
 
 
#35 Ernesto 2018-01-06 14:19
Se poi la Costituzione non è bastata a porre un freno a tutti i benefici che si sono cuciti addosso i nostri politici, mi sa che occorrerebbe riscriverla e poi se funziona la si potrebbe portare ad esempio, ma per ora con essa in Italia c'è libertà di tutto e questo è il problema.
Però nell'attesa si potrebbe intestare temporaneamente il viale alla Fondazione Albenzio-Patrino.
 
 
#34 M.R. 2018-01-05 12:52
Sarò una delle poche che non condivide la proposta,questo è sicuro.
Ma penso che non serva cancellare il passato,anzi al contrario dobbiamo fare il modo che la "Storia"non si ripeta evitando gli errori commessi.
Quindi da qualsiasi parte arrivi la proposta penso che non è in questa maniera che rispetteremo la nostra "amata" Costituzione,ma bensì rispettandola e facendola rispettare tutti i santi giorni dell' anno,da chiunque nessuno escluso.
Buon 2018 a tutti.
Alè!
 
 
#33 x32 2018-01-05 08:24
leggi bene
non girare la frittata
 
 
#32 x commento 31 2018-01-04 17:03
non si è capita la logica in quello che scrivi, in modo confuso e pasticciato sia nella forma che nella sostanza. Grandi Menti, Corruzione, Mafia, ... sembra che tu ce l'abbia con il mondo intero. Semplicemente qui qualcuno, sulla base dell'invito del sindaco, e in occasione del 70° dell'entrata in vigore della Costituzione, ha proposto di dedicargli una strada. Peraltro una strada che era intitolata in modo inopportuno a un re che non è stato un modello di coraggio e di amore per la patria. Vedi tu quello che hai scritto, facendo il professorino che rimprovera lo stato di non applicare la costituzione. Sarebbe come dire che siccome la Chiesa è piena di peccatori mettiamo un altro nome a Piazza San Pietro e al macero tutti i libri del Vangelo. Se va bene a quelli che ragionano come te, io la penso in modo diametralmente opposto.
 
 
#31 x comm 3 2018-01-04 11:09
Sono d'accordo con commento 3,
Io penso che la Costituzione vada insegnata a scuola, difesa e rispettata,ma non usata semplicemente da l'occasione delle Grandi Menti di farsi ancora più grandi solamente cambiando, sterilmente,il nome di una via e magari, nell'uso quotidiano non rispettare le regole della Costituzione magari interpretando gli Articoli a proprio interesse, anche cambiandoli....!
Questa è Corruzione, è Mafia....
Io penso che sia meglio Meditare e Praticarla Bene rispettando le regole, insegnando senza alcun Cinismo e Avidità di POTERE
Forse,io penso che sarebbe più bello dedicare la via a Don Tonino Bello o a Peppino Impastato o Don Pino Puglisi e non ultimo Papa Francesco che parlano di amore per gli Ultimi e non hanno volato mai alto e le loro menti umili non hanno chiesto di cambiare il nome ad una strada, ma hanno chiesto di cambiare (insegnando).
Ecco, io penso, che questa sia l'idea,il cambiamento, l'insegnamento....
dedicherei a loro strade e lapidi ed insegnerei a tutti prima l'amore per gli ultimi e poi insegnerei la Costituzione
o imparerei cos'è la Costituzione

grazie
 
 
#30 Outsider 2018-01-04 07:03
Però, che coincidenza, anche le comunità ebraiche stanno revisionando la toponomastica del Paese...
 
 
#29 Annetta e Roccuccio 2018-01-04 02:35
concordiamo, proposta intelligentissima
 
 
#28 Donato 2018-01-03 16:27
concordo con la proposta, anche se vorrei che la Fondazione fosse aperta anche alle proposte del pubblico cassanese. però questa volta è giusto così, il nome giusto è viale Costituzione
 
 
#27 pussipussi 2018-01-03 16:04
Io direi di intitolare il viale ( cancellando una volta per sempre quella sconcia figura),"Viale della disoccupazione", ci ricorderebbe che non tutti vivono nel benessere che doveva garantire la Costituzione, col diritto al lavoro.
 
 
#26 viandante 2018-01-03 15:58
bella proposta, approvo in pieno
 
 
#25 Professoressa di let 2018-01-03 14:32
Concordo con la proposta della Fondazione Albenzio Patrino. Per rispondere al commento 21 del sig. Caponio faccio osservare che la proposta della Fondazione é in linea sia con l'invito della sindaca di Cassano a cui la Fondazione ha risposto, che alle considerazioni del Presidente Mattarella. Massima considerazione per i ragazzi del 1899 e di tutti quelli, anche delle classi precedenti, che hanno combattuto, però per quella strada è più appropriato il nome proposto dalla fondazione cassanese. Mi congratulo con la Fondazione per la proposta della prof.ssa Patrino di organizzare un evento di riflessione sull'attualità della Costituzione.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI