Domenica 17 Dicembre 2017
   
Text Size

Il Sindaco ricorda la strage di via D'Amelio

sindaco di medio grande

Dal Sindaco di Cassano delle Murge, Maria Pia Di Medio anche a nome dell'Amministrazione Comunale, riceviamo e pubblichiamo un messaggio in occasione del 25° anniversario della strage di via D'Amelio dove la mafia uccise il giudice Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta.

 

 

25 anni da quel 19 luglio 1992. A soli 57 giorni dalla strage di Capaci, la mafia tornava ad uccidere, questa volta a Palermo in via D’Amelio il giudice Paolo Borsellino e i cinque membri della scorta: Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli ed Emanuela Loi.

Nel XXV anniversario della sua morte è più che mai vivo il suo esempio di coraggio, di coerenza e spirito di sacrificio in tutte le nostre azioni quotidiane di amministratori comunali fatte di onestà, legalità,  spirito di abnegazione e di contrasto ai ricatti della malavita o, peggio, di chi detiene alcuni poteri. Ispirati dalle parole del giudice Borsellino: “E' normale che esista la paura, in ogni uomo, l'importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti”, in queste frasi, percorriamo, come in un sentiero, il suo insegnamento che guida la nostra azione amministrativa volta al raggiungimento del bene della nostra Comunità. Commemorare Borsellino e ricordare tutte le vittime di mafia, che hanno speso la propria vita per il bene della nostra comunità, vuol dire rinnovare e onorare quel patto con i valori alti della nostra Costituzione affinché non siano mai vani i sacrifici di questi grandi uomini, perché come lui scriveva: “chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola”.

Cassano delle Murge, 19 luglio 2017

                                                                                              Il sindaco

con l’amministrazione comunale

 

Commenti  

 
#10 X tizio 2017-07-21 19:09
Alla luce di tutti gli atti scellerati già messi in cantiere la brava gente che tu definisci tale vedremo se si opporrà in consiglio comunale o alzerà la manina a comando.
 
 
#9 Tizio 2017-07-21 18:47
X tutti
Purtroppo non posso che ammettere che in Italia molto spesso la parola politica (in essa compresa l'amministrazione di un paese, città e nazione) è associata o meglio è legata al malaffare. Detto questo, io volevo solo invitare chiunque commenta e commenterà l'operato di questa amministrazione, (che quando langue, dorme e sbaglia va assolutamente strigliata, e quindi chi dice che noi non possiamo fare nulla, sbaglia, perché ricordo che ogni amministrazione è lì per i nostri interessi e del paese e non certo per i propri, che noi paghiamo loro gli stipendi, perciò noi abbiamo il controllo della situazione perché possiamo e dobbiamo vigilare sul paese e su di loro e in caso estremo mandarli a casa), a fare il nome della/e persone destinatari della critica, perché ci sono persone che non hanno incarichi importanti, quindi non sono assessori o sono stati nella lista in campagna elettorale, che invece vogliono fare il bene per il paese e quindi vengono etichettati ingiustamente per qualcosa che non è colpa loro,perdendo la possibilità in futuro di mettere a frutto la loro voglia di fare bene.
Riguardo alla propensione di questa amministrazione verso il malaffare, non mi sento di condividere tale pensiero, perché troppo pesante ed infamante come cosa, ed inoltre voglio dare la possibilità a che questo non sia il caso del nostro paese.
 
 
#8 FALSA POLITICA 2017-07-21 16:48
X Tizio: Potrei risponderti: Chi va con lo zoppo impara a zoppicare, ma vorrei pure credere che quelle persone perbene che citi sono animate da buone intenzioni, che vogliano portare un’ondata di cambiamento e fare bene. Io sono molto scettico che possano riuscirci, ma come si dice: le vie del Signore sono infinite e, visto che alcuni di loro sostengono di aver sentito la chiamata dall’alto e proprio per questo raccolto consensi in certi ambienti ad alta connotazione morale, puo’ darsi che il miracolo avvenga. Purtroppo, e questo e’ un dato di fatto, il miracolo non si e’ avverato quando gli stessi ambienti di cui sopra hanno sostenuto Forza Italia con il suo leader pregiudicato e sporcaccione su cui pendono anche forti sospetti di associazione mafiosa e che, nonostante tutto, continua a ricevere sostegno da chi si eleva a paladino della moralita’ e legalita’. Pertanto, o queste persone ignorano i fatti, interessi e chi muove le fila sia a livello locale sia nazionale e, quindi, mi aspetto che tra non molto vengano allontanati o, meglio ancora, prendano loro stessi le distanze, altrimenti si riveleranno anche loro delle mele marce, alla stessa stregua di tanti personaggi a livello nazionale. Considerando il perseverante appoggio che danno al condannato di cui sopra, propendo per la seconda delle ipotesi.
 
 
#7 M.R. 2017-07-21 07:11
Per commento n°6
Buongiorno,grazie per la risposta,ma non è nel mio stile generalizzare,anzi, alle volte mi meraviglio di quanta gente in gamba e meritevole ci sia,ma come lei dice e io condivido, è fuori,come lo sono io la conseguenza è: che non possiamo fare molto.
Un saluto cordiale.
 
 
#6 Tizio 2017-07-20 22:48
X M.R.
Prendo spunto dal suo commento, per estendere l'invito a tutti coloro che, come lei, criticano e criticheranno in futuro, quello che fa o non fa e come lo fa, l'attuale amministrazione;fate i nomi e non generalizzate, perché in questa amministrazione c'è comunque gente in gamba e meritevole, che magari non ha incarichi importanti, ma cerca di fare sempre il proprio meglio in quello che fa, senza contare chi ha fatto parte della lista, che viene ingiustamente etichettata,per responsabilità non proprie.
 
 
#5 M.R. 2017-07-20 16:26
Buon pomeriggio.
pensavo di essere la sola nel pensare di quanta retorica ci fosse nelle parole della nostra sindaca,ma vedo che mi sbagliavo.
Più che retorica,penso che sia proprio una questione di distacco,qualcosa a lei, a loro lontano,ma per prassi devono fare.
Ho appena finito di leggere un articolo sull'Espresso,a proposito della strage e delle verità nascoste.
Via D'Amelio: La storia sofferta di una mezza verità di Federica Marconi.
Grazie.
 
 
#4 nery 2017-07-20 14:10
IPOCRISIA PURA
commemorare Falcone e Borsellino
SE NON SI SMANTELLA LA CONNIVENZA TRA POLITICA E MALAFFARE, NON SI SMANTELLERANNO LE MAFIE E LE CORRUZIONI.
 
 
#3 pinuccio 2017-07-20 14:10
La politica sporca ha ammazzato i due migliori giudici,la mafia parte dal governo l'hanno fatto uccidere loro perché stavano scoprendo cose molto grosse ,stato mafia e hanno corrotto tutti i pezzi grossi del governo compreso Cc,polizia e magistrati.
 
 
#2 ciccio riccio 2017-07-20 09:31
Solo ipocrisia inneggiare la morte di Borsellino,senza che nessuno ha il coraggio di ammettere che chi ha assaninato il Magistrato è lo STATO.
In tutta Italia manifestazione di presa in giro.
E DEL NOSTRO CONCITTADINO" MARIO ROSSANI" NESSUNO DELLA BUONA AMMINISTRAZIONE SI E' RICORDATO?
A GIA, STANNO TUTTI PROGRAMMANDO LE FERIE, E L'AGOSTO CASSANESE.
A proposito siccome non ci sono soldi per le manifestazioni,ma per i loro stipendi "CI SONO" la Buona Amministrazione ha detto che dal 1° Agosto fino a fine mese Piazza moro e Piazza garibaldi sono "APERTE AL PUBBLICO PER POTER PASSEGGIARE.
 
 
#1 FALSA POLITICA 2017-07-19 18:27
Irritante il comunicato della sindaca. D'accordo che il suo ruolo quasi la obblighi, ma per favore non dica che il coraggio, la coerenza e lo spirito di sacrificio di questi servitori dello stato sono la stella cometa per voi politici ed amministratori. Ci sono ancora molti lati oscuri e risposte da dare alla strage di via D'Amelio e ciò per i depistaggi da parte delle istituzioni,a causa dei quali sono stati incolpati degli innocenti e, tutt'ora, non si conoscono , dopo 4 processi, ne esecutori materiali ne mandanti. Inoltre, di recente,è stata pubblicata un'intervista rilasciata da Borsellino ad un giornalista francese, che risale ad alcuni giorni dopo la morte di Falcone, quasi uno sfogo, un grido di dolore del magistrato, nella quale vengono messi in evidenza gli intrecci tra mafia ed i vertici di Forza Italia, Dell'Utri e Berlusconi compresi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI