Sabato 16 Gennaio 2021
   
Text Size

Un Natale bonsai

alberi natale 2015

Si prova un senso di mistico sgomento nell’osservare i tre alberelli mal addobbati in piazza Moro, quelli che dovrebbero rappresentare il Natale Cassanese dell’Anno del Signore 2015.

Comprendere fino a che punto può inabissarsi la bellezza umana che di per sé dovrebbe volteggiare su sfere ben più alte, è un esercizio che quelle piantine ti obbligano a fare.

Sogni di bambini e afflati giovanili riemergono potenti, dal guscio della memoria, quando poi, di sera, osservi quei puntini luminosi sulla facciata del Palazzo Municipale. Nella volontà di chi li ha messi, giochi di luce che dovrebbero indurre allegria e felicità, nella realtà un effetto discoteca da amarcord degli anni ’70.

E ti chiedi, quindi, perplesso: ma è davvero tutto qui il Natale cassanese?

Chi ha vissuto a Cassano negli ultimi 30-40 anni non può che chiedersi fra sé e sé “come siamo giunti fino a questo punto”? Che ne è stato del nostro paese?

Dov’è la Cassano del presepe vivente da migliaia di visitatori, i concerti nelle chiese, i presepi “teologici” della Parrocchia “Santa Maria Assunta”, le mostre d’arte? Dove sono i veglioncini per i bambini, gli addobbi per le strade, le gare di poesia?

Dov’è, insomma, tutto quello che faceva vivo questo paese fino a qualche lustro fa, invidia di tutta la provincia, vanto per quei baresi che qui avevano la villa, orgoglio della Murgia?

Affidare la responsabilità di tutto ciò a questa o quella amministrazione civica sarebbe non solo ingeneroso ma anche inutile. Non è solo la politica o le azioni di chi amministra una comunità che possono farla declinare verso il baratro o elevarla alle stelle.

Non c’è un solo colpevole per questo Natale “bonsai” e per giunta con le radici spezzate.

Tutti abbiamo responsabilità e colpe, chi più, chi meno.

Dai commercianti ai politici, dal comune cittadino agli imprenditori, dai giornali al clero, dagli artisti alle scuole, dalle banche ai facebookisti, dagli amministratori pubblici agli intellettuali ai professionisti, qualunque mestiere facciano.

Certo, ognuno ha mille scuse e mille ragioni per tirarsi fuori dalle proprie colpe: i soldi che non ci sono, le priorità, l’invidia e la gelosia, l’averci provato subendo mille critiche e così via.

Qui quello che manca, e da anni, è il sentirsi, appunto comunità, quel senso di appartenenza che pare smarrirsi di giorno in giorno. Il non avere più nessuna voglia di mettersi in gioco per far crescere e prosperare non solo se stessi ma l’intera cittadina.  Il non avere alcuna visione del futuro. E forse neppure quello.

Buon Natale, Cassano!

 

Commenti  

 
#40 verace 2016-01-04 18:34
E basta con questa farsa dei Cassanesi e non Cassanesi, forestieri e non. Ha ragiore Brunelli (che spesso non condivido) la colpa è di tutti, specie di quei cassanesi doc, lo zoccolo duro dell'ignoranza più becera. Smettiamola e rimbocchiamoci le maniche, rivitalizziamo questo posto, tutti quanti, baresi, albanesi, cassanesi,cinesi...sentiamoci comunitàe forse si potrà ricominciare.
Buon Anno a tutti ma prorio tutti!!!
 
 
#39 ciccio p. 2015-12-29 15:43
Forestiero, le cose che scrivi le sento e le risento da 40 anni, quello che conta sono i fatti! La situazione è che Cassano è diventato un dormitorio perchè negli ultimi 20 anni è stato l'unico paese in cui si poteva costruire a iosa. Un sacco di gente ci è venuta ad abitare solo perchè qui le case costavano poco.
IL risultato lo vediamo!
 
 
#38 Forestiero 2015-12-28 15:40
Caro "Ciccio p "....
Non diciamo stupidaggini,...perchè troppo spesso certi cassanesi hanno un comportamento ostile verso chi viene da altri paesi a vivere qui....
Chiunque è venuto da fuori per proporre qualcosa , viene sempre ostacolato....proprio dalla vostra stessa mentalità che tende alla chiusura piuttosto che all'aprirsi a nuove idee o a nuove proposte....e questo accade con molta probabilità perchè in molti di voi c'è il timore che chi viene da fuori possa portarvi via qualcosa che fino a ieri ritenevate solo vostra......
Quello che non avete capito, è che spesso l'arrivo di gente "forestiera" dovrebbe essere visto come un arricchimento per questo paese...mentre invece , troppo spesso la gente( compresi gli stessi Cassanesi" )la fate fuggire da questo luogo che voi stessi avete reso arido grazie ad una mentalità priva di apertura.....
Se questo paese è giunto al capolinea, se le strade sono tutte rotte, se a Natale non ci sono le luminarie, se l'estate non ci sono iniziative, se ai borghi non ci sono piu' i forestieri , se Villa Bianca ha chiuso, se il Camping è devastato, se in Villa non ci và piu' nessuno, se i giovani escono altrove, se i negozi muoiono di fame, se non esiste un parco giochi funzionante, ecc...ecc E' SOLO COLPA VOSTRA!!....non dei "forestieri" ...che forse avrebbero voluto dare il loro contributo per migliorare il luogo dove vivono!!
Avete sempre ostacolato qualsiasi iniziativa...e avete il brutto vizio di sparlarvi uno contro l'altro per pura e mera invidia....e che cosa volete che cresca in questo modo???...NULLA!
 
 
#37 ciccio p. 2015-12-27 19:27
E ce ne accorgiamo a Natale?
Io sono nato e cresciuto in questo paese e l'ho visto degradarsi in parallelo all'aumento della sua popolazione; 30 anni fa eravamo molto meno di 10.000 adesso siamo ad oltre 15.000 (effettivi), il tessuto sociale è semplicemente sconvolto!
Il paese è popolato di NON cassanesi che per lo più ci sono arrivati contro voglia, che si sentono di passaggio e che quindi hanno poco interesse a curare il luogo in cui vivono.
 
 
#36 sveglio 2015-12-27 09:57
Pasquino ogni commento che scrivi dimostri di non aver capito nulla dell'articolo ma soprattutto di essere un concittadino di cui vergognarsi perché non hai il minimo senso di comunità e appartenenza.
Almeno a Natale potevi risparmiarti le tue seghe mentali.
 
 
#35 PASQUINO 2015-12-27 05:26
Il virus LIONETTIADE,ha colpito chi ha postato comm.33.Se la prende con Brunelli!Leggete bene il comm.33!!!!!!Deve essere qualche COMPAGNO DI MERENDE,e come tale MICROCEFALO.X 33 tante sono le colpe di Brunelli,,,,Il post di 33 e' quasi alla pari delle xxxxxxxte di LIONETTI.Comunque dobbiamo ringraziare Brunelli che ci da voce e che ci permette,di vedere sempre piu' chiaro sulla gentucola che gravita intorno ai PALAZZARI. :-x
 
 
#34 1x2 2015-12-26 13:14
ADDOBBI PICCOLI...COME I NOSTRI AMMINISTRATORI!!!!
 
 
#33 x Brunelli 2015-12-25 17:17
Il problema è che di responsabilità, anzi, direi colpe, e tante!, ne hai anche TU!

Non basta avere intelligenza e sensibilità, se poi non si mantiene una certa linea di coerenza..

E adesso non partire con le tue solite pippe ment...!!!

Buon Natale!
 
 
#32 Checco Zel. 2015-12-25 16:05
SINDACO CI FACCIA UN REGALO DI NATALE SI DIMETTA. Non vorremmo aspettare come per la vecchia amministrazione le prossime elezioni per mandarla a casa.
SI IMPEGNI UN PO NON VOGLIAMO IL MASSIMO
 
 
#31 il santo 2015-12-24 22:22
Non mi parlassero di soldi o di fondi che non ce ne sono!!!!Ho dato una botta di soldi TRA IMU E TASI!!!!Dove sono andati a finire insieme a quelli degli altri contribuenti e commercianti?????Se in paese non ci sono nemmeno le luci per guardarsi in faccia per riconoscersi e salutarsi cosa volete dai cassanesi?????Se l'amministrazione non si accorda con i i commercianti per creare una sinergia e fusione di idee e contribuire economicamente per rendere il natale e le festivita' piu' accogliente che colpa hanno i cassanesi?Basta andare in villa per vedere quelle luci da cimitero!Tutti hanno ragione e tutti la colpa,ma qualcuno ha colpa piu' di tutti!!
 
 
#30 A Natale... 2015-12-24 19:58
Ma perché insistere con la storia della comunità e dei commercianti
Ma perché dovrebbe essere colpa loro?
Maiullaro dovrebbe essere la persona che si dovrebbe intersare a creare un qualcosa che li coinvolgesse ma tanto mica a Natale c'entra la focaccia
 
 
#29 roy 2015-12-24 15:40
visto che gli amministratori non hanno voglia di fare qualcosa di valorizzare il nostro paese ,al posto di polemizzare noi cittadini dovevamo cercare di far rendere questo paese piu' vivo e che potevamo rendere piu' speciale come fanno i santermani nel propio paese rendendo piu' accogliente sia per i propii cittadini che per i forestieri
 
 
#28 silvano d. 2015-12-24 14:59
Ogni giorno che passa è peggiore di quello precedente. Nessuno ha il coraggio di difendere lionetti, ma la cosa più sconcertante è che nemmeno loro si rendono conto che la gente gli ha voltato le spalle. Dignità zero.
 
 
#27 disgustato 2015-12-24 12:37
Sono convinto che le lucine da discoteca sono opera di bat-dj.
 
 
#26 rinascente 2015-12-24 11:57
Mai visto un Natale così desolante e privo di iniziative degne di nota.
Bravo Brunelli, continua a fare il tuo mestiere correttamente e vai avanti a testa alta. La dignità non si può comprare. Sarai anche una "spina" nel fianco come ti definisce qualche buontempone, ma hai dimostrato di saper fare bene il tuo mestiere con saggezza.


G. Brunelli

La ringrazio
 
 
#25 cose da pazzi 2015-12-24 11:19
Un Natale bonsai, che rispecchia una amministrazione bonsai.
Auguri cassanesi.
 
 
#24 Cassanese puro 2015-12-24 09:20
Ormai regnano solo la delinquenza e il degrado sociale
 
 
#23 Auguri 2015-12-24 08:04
A chi crede che basti un albero e qualche lucina a cambiare una mentalità...Buon Natale!
Condivido quanto detto da pecora nera:Viaggiate!
...ma poi tornate! Non regaliamo le nostre eccellenze ad altri.
Saluti, agli straordinari e annichiliti miei compaesani.
 
 
#22 Show 2015-12-24 07:17
Scusate ma non riesco a capire perché la colpa sia della comunità.
Vi ricordo che pochi giorni fa abbiamo vinto il premio per essere stati uno dei paesi più recicloni.
Qualcuno si è anche gonfiato il petto tirando in ballo la bravura della comunità.
Gli addobbi natalizi sono e devono essere di competenza delle Amministrazioni quindi come io sono stato bravo a fare la differenziata altrettanto tu Comune devi essere bravo a farmi vivere l'atmosfera del Natale!!!!!
Non voglio arrivare sempre alla solita considerazione,è chiaro però che mi incavolo quando vedo le foto delle belle statuine sorridenti poi esco e trovo il grigio.
Così come qualcuno dovrebbe maggiormente spremere le meningi e darsi di più da fare al posto di stare continuamente nei bar a prendere caffè tanto lo stipendio da assessore non glielo toglie nessuno
Buon Natale
 
 
#21 il bue 2015-12-23 21:42
Colgo occasione anch'io per fare i complimenti a G. Brunelli per il buon articolo scritto. Ciò detto, ricorderemo questo Natale come uno dei più tetri, se non il più tetro degli ultimi decenni. È la testimonianza ennesima di una indegna amministrazione, capeggiata da Vito l'inetto, che subisce e ottempera agli ordini che gli vengono impartiti sappiamo bene da chi. Ma è un sindaco non all'altezza circondato da lacchè, opportunisti, incompetenti, gente che ha come unico obiettivo solo la riconferma tra 5 anni, che non potrà arrivare, perché il potere preso con l'inganno a circonvenzione di incapaci che li hanno votati, non può essere riconfermato.
Gli auguri la cittadinanza generosa di Cassano ve li porge lo stesso, ma non ci restano che i ricordi dei begli anni passati per questo Natale. E ricordarci altresì che siete la peggiore amministrazione della storia di Cassano. Il ridicolo è che hanno criticato la precedente amministrazione che non metteva le luminarie, ma al confronto, ricordando quegli anni mi sembrava di essere a las vegas!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.