"Quando il disinteresse regna sovrano"

logo gruppo consiliare per crederci

 

Quando il disinteresse regna sovrano.

Assistiamo sgomenti all’opera di demolizione, a cura dei nostri disinteressati, stolti e sciatti amministratori, oltre che dell’organizzazione comunale e dei suoi servizi, anche delle più prestigiose manifestazioni che questo Comune abbia mai avuto e che erano cresciute negli anni con l’impegno di molti.

Prima è stato il turno di Jukebox, la grande manifestazione canora costretta ad emigrare in altri Comuni per la mancanza di qualsiasi sostegno  sia economico che organizzativo.

Adesso a farne le spese è la prestigiosissima manifestazione “Profumi e Sapori d’Autunno”, dell’associazione Ferventazione, che anche quest’anno è saltata per mancanza di sostegno da parte di chi, evidentemente, ha mirato a destinare tutte le risorse disponibili alla manifestazione dell’assessore e delle sue focacce alla faccia delle altre Associazioni.

Ma non è finita. Ferventazione, impegnata a portare alto il nome del Comune di Cassano delle Murge, partecipando ad un protocollo di ricerca con le Università, ha avuto un prestigiosissimo riconoscimento per l’impegno nei confronti della coltivazione del “Cece Nero di Cassano delle Murge”, di cui si erano perse le tracce.

Il tutto sotto la totale indifferenza dei nostri amministratori, (impegnati nelle gite turistiche o a fare gli inutili presenzialismi con immancabile foto), che continuano  volutamente ad ignorare  quanto di meglio c’è nel nostro territorio e che, invece, potrebbe essere motivo di orgoglio e di ritorno economico, proprio nei rapporti con l’estero e per il turismo.

Abbiamo  già denunciato la prolungata assenza dei nostri amministratori, in occasione della gita in Germania,  che ha creato non pochi problemi alla nostra comunità (come la rimozione di alcune carcasse di ovini abbandonate, prontamente segnalate dagli uffici il primo di dicembre, e ovviamente avvenuta solo al  rientro del Sindaco dalla gita in Germania, il 7 di dicembre, perché era necessaria, come di norma, la sua ordinanza…)

Adesso denunciamo altri  fatti e torniamo a chiedere loro di comportarsi da Amministratori seri, consapevoli  e, soprattutto, RESPONSABILI.

Ormai sono trascorsi circa 20 mesi dal loro insediamento, Cassano è piombata nel baratro più profondo. Ma noi viviamo qui e non è questa la Cassano che vogliamo.

                                   NON POSSIAMO PIÙ ACCETTARE TALI SITUAZIONI

.

Cassano delle Murge, 10 dicembre 2015

Gruppo Consiliare “Per Crederci Ancora”