Domenica 17 Ottobre 2021
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/contrassegno_ufficiale_Di_Medio_Sindaco_-_x_crederci_ancora_copy_copy_copy_copy.png) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/contrassegno_ufficiale_Di_Medio_Sindaco_-_x_crederci_ancora_copy_copy_copy_copy.png in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

Mensa e scuolabus: le bugie del Sindaco

contrassegno ufficiale Di Medio Sindaco - x crederci ancora copy copy copy copy

Dal Gruppo Consiliare “Per Crederci Ancora”, riceviamo e pubblichiamo.

 

In questi giorni il nostro Sindaco e l’Assessore alle politiche sociali hanno incontrato alcuni genitori per spiegare gli aumenti previsti da gennaio 2016 per alcuni servizi a domanda individuale (trasporto e refezione scolastica).

 

Ancora una volta sono state raccontate un sacco di fesserie tanto da indurci a scrivere per spiegare meglio cosa hanno previsto. E in che mani siamo finiti.

Il primo punto riguarda il servizio di refezione scolastica: con la nuova gara d’appalto si è registrato un aumento del costo del singolo pasto che passa da 3,42 euro del 2014 a 3,93 del 2015/2016 con un incremento del 13%.

Non si comprende pertanto, come mai vengono chiesti aumenti che arrivano fino al 35%.

Per il trasporto scolastico addirittura si prevedono aumenti del 130% in più, rispetto al costo totale del servizio, che ricordiamolo bene, è diminuito rispetto agli anni scorsi.

Come giustifica l’Amministrazione Lionetti questi aumenti? Il sindaco dice alle famiglie cassanesi che lo impone la legge, affermando che il Comune di Cassano ha l’obbligo di garantire una certa percentuale di copertura delle spese

Ma è una falsità.

L’art. 243 del Dlgs 267/2000 di cui parla il sindaco si riferisce agli Enti strutturalmente deficitari - e il Comune di Cassano delle Murge non lo è -  che hanno l’obbligo di coprire il costo complessivo dei servizi a domanda individuale in misura non inferiore al 36%.

Perché, poi, dire che le tariffe sono state approvate dal Consiglio Comunale quando invece le tariffe sono di competenza esclusiva della Giunta Comunale, come dimostra la Delibera di Giunta Comunale n.120 del 30/07/2015?

Perché, infine, ignorare che la Regione Puglia eroga ogni anno circa 30.000 euro di contributo per il funzionamento della mensa e di 3.600 euro per il trasporto?

Le bugie (la brutta figura del sindaco di Roma non le ha insegnato niente?) hanno le gambe corte.

Caro Sindaco, Le facciamo noi una bella proposta: aumenti i costi dei pasti nel giusto per coprire le spese del servizio, ossia per ogni blocchetto da n. 22 buoni euro 52,50 e preveda soprattutto le agevolazioni per le fasce più deboli.

Una volta tanto, faccia qualcosa di sinistra, meno feste e festini e più attenzione per le famiglie!

 

 

Commenti  

 
#8 X genitore 2015-10-10 14:36
D'accordo con la loro proposta???e mi spieghi xke io dovrei pagare quanto i figli di un imprenditore che ha il doppio dei miei soldi?
 
 
#7 ester 2015-10-10 14:11
Le fasce isee che ha proposto l amministrazione sono una presa in giro.
 
 
#6 Simone 2015-10-10 12:27
Vorrei sapere se il PD organizza un banchetto per raccogliere le firme come l'altra volta? Fatelo sapere grazie
 
 
#5 x pasquino 2015-10-10 10:35
Grazie pasquino meno male ci sei tu con la tua sagezza e competenza finalmente hai commentato grazie,ora la gente ha veramente capito grazie ancora
 
 
#4 sandra 2015-10-09 18:18
stiamo a guardare tutti i peli nell'uovo,per i vizi invece i soldi ci sono a qualsiasi costo.ma fatemi il favore.....preoccupatevi invece della qualità del cibo che i nostri figli mangiano non del risparmio!!!!
 
 
#3 PASQUINO 2015-10-09 17:50
SEMPRE CON DATI DI FATTO.Come mai c'e sempre un surplus di approvvigionamenti nella mensa,tale da fare si che gli addetti ai lavori

+++MODERATO+++

Domandare e' lecito rispondere e' cortesia.
 
 
#2 genitore 2015-10-09 17:03
Concordo con la proposta dell'opposizione, mi sembra più accettabile. Mi farò da promotore fra i genitori.
 
 
#1 #svaporoni 2015-10-09 11:33
egregi sindaci, se invece di regalare i 6/7 mila euro ai vostri portavoce, piuttosto che giornalai o giornalisti , atteggiandovi alle necessità delle mega metropoli dove i sindaci forse hanno bisogno di qualcuno che gli detta e scriva i discorsi o mantenga le relazioni con la stampa e i media,tipo sindaco di NY, e forse immedesimandovi piu' nelle esigenze reali dei cittadini che alle vs fisime di "grandeur", potevate assicurare 1500 pasti ai bambini e ridurre le rette magari partendo dai redditi reali più bassi.... se poi si fa una attenta analisi di riduzione della spesa e magari riducendo gli straordinari, francamente indecifrabili e ingiustificati, considerando che il personale non sembra cosi saturo di lavoro, semmai poco controllato e gestito ,visto gli ultimi episodi dove si ha l'impressione che ognuno è capo di se stesso e che nessuno ha il dovere di rendicontare a nessuno ,forse l'intera spesa poteva essere sostenuta senza ricorrere ad aumenti di sorta.
e' troppo facile amministrare come fate voi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.