Sagre, basta con l'usa e getta: sì al bio

istanza bio

Dall'associazione "Cassano in Movimento", riceviamo e pubblichiamo.

 

Il gruppo Cassano in MoVimento ritiene che l’Amministrazione comunale debba favorire tutti gli interventi che portino ad una riduzione della produzione dei rifiuti. Pertanto nelle feste di paese, nelle quali viene generata una notevole quantità di materiale “usa e getta” non riciclabile vada introdotto l’uso di stoviglie in materiale biodegradabile e compostabile che contribuirebbe a diminuire notevolmente la quantità dei rifiuti non riciclabili, favorendo l’opera di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini. Ormai sono in commercio variegati tipi di stoviglie fatte di materiale vegetale e non derivante dal petrolio(pla, polpa di mais, polpa di cellulosa, legno, bamboo, polpa di patata ecc. ), che, dopo l’uso, possono essere riciclabili assieme alla frazione organica. Numerosi comuni hanno adottato ordinanze che incentivano l’uso di materiale “BIO” in alternativa ai materiali plastici. 

Invitiamo quindi l'attuale amministrazione: 

- 1) Ad attivarsi, nelle forme che ritiene più opportune, al fine di limitare il più possibile l’utilizzo di stoviglie di plastica e suoi derivati introducendo l’obbligo di utilizzo di materiali biodegradabili durante tutte le manifestazioni cittadine, politiche e non, sagre, feste di paese;

-2) A collocare nei luoghi pubblici e nelle piazze appositi raccoglitori che facilitino la raccolta differenziata;

 -3) A sollecitare chi organizza manifestazioni sul territorio comunale affinché si abbia una seria raccolta differenziata esponendo su ogni raccoglitore in bella vista le istruzioni per una corretta selezione tra plastica, vetro, umido, alluminio, etc... ;

- 4) Ad agevolare coloro che organizzano manifestazioni, eventi e tutte quelle attività commerciali che, occupandosi di somministrazione bevande e alimenti, si impegnano nell’utilizzo di materiali bio compostabili con una riduzione della tassa rifiuti pari almeno al 50%;

Confidiamo nei buoni propositi dell’amministrazione che ha fatto della rigenerazione urbana un punto fondante del proprio programma e che speriamo voglia portare avanti come promesso.