Sabato 19 Settembre 2020
   
Text Size

Il nuovo Progetto Lame mi piace...e molto!

Canalone imbocco

Mi sono deciso, ho fatto una richiesta, ho ricevuto una telefonata, sono andato al Comune e mi è stato, gentilmente, consegnato un CD contenente tutta la stratosferica documentazione tecnica sul nuovo Progetto Lame, così come fortemente voluto dalla Amministrazione Lionetti.

Ebbene, dopo aver attentamente esaminato quelle parti che erano ‘alla portata’ della mia competenza in materia (pur non del tutto adeguata, ma fortemente aumentata in questi 2 anni di battaglia contro il vecchio progetto!) ho tratto due conclusioni, a mio avviso, inconfutabili:

CONCLUSIONE 1: -il precedente progetto (quello dei 2 mega vasconi) era assolutamente INUTILE, perché andando ad intercettare modestissime quantità di acque piovane (vascone1 -bacini 1 e 5- e vascone2 -bacino 3-), lasciava completamente irrisolte le problematiche procurate dal bacino 4 (centro storico) soprattutto per ragione della consistente quantità di acqua piovana immessa (per altro non del tutto irreggimentata) senza che potesse trovare, dopo l’attraversamento del c.d. canalone,  adeguato sbocco a valle (zona industriale);

CONCLUSIONE 2: -il nuovo progetto, incentrando per intero l’attenzione sull’esistente, va al cuore del problema: migliora e ripristina, sin dall’insorgere, l’adeguatezza della via d’acqua, la rende immissaria del river che si riversa su Via F.lli Rosselli, ne ripristina l’adeguatezza della portata (con numerose riprofilature del tracciato interno), ne scongiura il rischio di crollo (sia della sagomatura interna che delle solette di copertura, ormai destinate a strade di transito) e, soprattutto, affronta a piene mani e risolve la madre di tutte le problematiche a valle (causa esclusiva e inconfutabile degli allagamenti registrati nella zona industriale: la strozzatura del c.d. canalone) attraverso interventi significativi sullo sfioratore laterale esistente (giudicato insufficiente e pericoloso) con adozione della sezione totale di sbocco (5 m larghezza per 1,8 di altezza) con riprofilatura dell’alveo della lama, dopo lo sbocco, sino al ponte di valle con consistente abbassamento della quota di sfioro a seguito di importanti lavori di scavo.

Quanto alla prima conclusione, così come confermato dallo studio in progetto degli aspetti morfologici ed idrografici del territorio di Cassano, il Centro Urbano e la zona industriale risultano interferenti con 3 reticoli idrografici denominati Reticolo SUD (Bacino n. 5), Reticolo SUD-OVEST (Bacino n. 1), entrambi provenienti dal Costone di Bruno, e Reticolo OVEST (Bacino n. 2) proveniente da zona adiacente Via/Contrada San Canio.

Ancora, sempre stando ai calcoli desunti dagli elaborati progettuali è stato possibile delimitare anche il Reticolo del CENTRO URBANO (Bacino n. 4) che, attraverso una rete di reticoli idrografici interferenti (non meglio specificati), in buona sostanza è affluente del c.d. Canalone attraverso una poco efficiente e precaria rete di fogna bianca.

            Ebbene, dai calcoli esposti in progetto e prendendo a parametro gli ideogrammi di piena riferiti ad eventi con tempi di ritorno di 200 anni, il Bacino n. 5 (Reticolo SUD) avrebbe una portata di 1,06 mc/secondo, il Bacino n. 1 (Reticolo SUD-OVEST) di 0,59 mc/s, il Bacino n. 2 (Reticolo OVEST) di 2,84 mc/s, , il Bacino n. 4 (Reticolo CENTRO URBANO) di 8,31 mc/s. In sostanza, su un totale di 12,8 mc/s riferito ai 4 bacini che confluiscono nella zona industriale, il progetto Di Medio sarebbe andato a trattenere, con i 2 mega vasconi, la bellezza di 1,06 mc/s col primo e 2,84 mc/s con il secondo, meno di 1/3 della portata di piena complessiva. Lasciando completamente irrisolto il problema della strozzatura di fondo valle nella zona industriale, problema che, invece, avrebbe continuato a sussistere!! Senza parlare dello stato di fatiscenza, degrado e pericolosità in cui sarebbe rimasto il canalone!! Il tutto spendendo per 3 volte rispetto a quanto si spenderà adesso!!!

            Quanto alla seconda conclusione, mi permetto di elencare per sintesi i passaggi e i lavori più rilevanti partendo da monte a valle, seguendo il percorso inverso a quello che viene ritenuto opportuno da seguire tecnicamente, cioè a partire dalla zona industriale:

1..Ripristino strutturale dei muri di ala di imbocco del canale sotterraneo e protezione con materiale lapideo del fondo;

2..Innalzamento degli argini in c.a. lungo il tratto del canale a cielo aperto a maggiore protezione degli abitati limitrofi. In particolare gli argini di sinistra e destra saranno innalzati di 1.00 mt nel tratto a cielo aperto a monte della condotta;

3..Realizzazione di opera di intercettazione delle acque del deflusso superficiale del reticolo SUD-OVEST su Via Costone di Bruno per 194 mt di lunghezza, costituita da una condotta dotata di n. 22 pozzetti di salto e ispezione e di n. 22 caditoie che si innesta sul tronco previsto in Via Santeramo;

4…Realizzazione di un sistema di intercettazione e drenaggio delle acque di deflusso superficiale su Via Santeramo costituito da una serie di caditoie accoppiate a sbarramento su sede stradale caditoie laterali per 186 mt che convogliano le acque nel canale sotterraneo prima del tratto a cielo aperto. Previste n. 90 caditoie e n. 10 pozzetti;

5…Realizzazione di un sistema di intercettazione e drenaggio delle acque di deflusso superficiale su Via F.lli Rosselli:

--angolo Via Sergente Giustino, n. 26 caditoie che convogliano le acque intercettate nel collettore di 98 mt di lunghezza che scarica le acque nel canale sotterraneo;

--angolo Via P. Angelo Centrullo, n. 57 caditoie, collettore lunghezza 58 mt che scarica le acque nel canale sotterraneo;

--angolo Via Paolo IV, n. 17 caditoie, collettore lunghezza 23 mt che scarica le acque nel canale sotterraneo;

--angolo Via 5 maggio, n. 26 caditoie, collettore lunghezza 47 mt che scarica le acque nel canale sotterraneo.

            6…Riprofilatura dei tratti:

--tra le sezioni 42-44. In questo tratto è stato prevista la realizzazione di un salto di fondo a circa 2 mt a monte della sezione 42 e un raccordo (riprofilatura) fino alla sezione di fondo 44 (eliminando il salto nella sezione 44) con aumento della pendenza del canale;

--a monte della sezione 48 ed eliminazione della brusca ostruzione. A monte della sezione 48, per un tratto di 63 mt, viene innalzato il fondo alveo (con operazione di riporto) modificando la pendenza;

--a monte della sezione 19. Nel tratto di 45 mt a monte della sezione 19, si rende necessaria la sostituzione della soletta di copertura del canale con una nuova struttura progettata per i carichi stradali, e secondo le ultime norme tecniche. Il suo spessore comprensivo del pacchetto stradale risulta attualmente di 20 cm e andrà portato ad almeno 50 cm. Questo abbassamento comporterà la riprofilatura del fondo alveo, garantendo una altezza minima di 2,10 mt per permettere l’accesso agli addetti alla manutenzione;

            7…Realizzazione di uno sfioratore laterale. Per eliminare la più grande criticità dell’intero tracciato, costituita dal restringimento di valle del canale sotterraneo, ridotto in una minima condotta di 1,5 mt di diametro, è stato prevista la realizzazione di uno sbocco nel canale sotterraneo realizzato allargando la luce esistente. Conservando la lunghezza (5,2 mt) e l’altezza (1,87 mt) attuali ma riposizionando il petto ad una quota di 0,60 mt (dagli attuali 1,80) dall’alveo in maniera da far transitare anche la portata delle acque di prima pioggia verso l’impianto di trattamento.

            Per consentire il deflusso in sicurezza idraulica è stato previsto anche il rimodellamento della lama fino al ponte della SP 184 scavando una sezione rettangolare di circa 5,00 mt, di profondità variabile tra 1,60 mt iniziale e 0,95 mt in corrispondenza del salto al di sotto del ponte della SP 184. Le sponde della nuova sezione saranno protette con gabbionate e materassi (tipo Reno),

            8…Realizzazione di botole grigliate, direttamente sulla soletta di copertura sul canale sotterraneo per il drenaggio delle acque zenitali e per l’accesso degli addetti alla manutenzione. In particolare le botole avranno dimensioni di 1,00 x 2,00 mt suddivide in 2 parti apribili e realizzate in griglia in acciaio carrabile progettato per carichi stradali di prima categoria. In particolare sono previste:

                        -n. 1 all’incrocio di Via Michelangelo/Via Convento

                        -n. 1 all’incrocio di Via Verdi/Via Rosselli

                        -n. 2 lungo il marciapiede di Via Grumo, dotate anche di bocche di lupo

                        -serie continua su Via Fornace (l. 8 mt) poste trasversalmente alla strada;

9…Opere di implementazione della rete di drenaggio esistente, consistente nella realizzazione di nuove caditoie ad integrazione di quelle esistenti per il potenziamento, appunto, della capacità di drenaggio del sistema, soprattutto nella parte centro-nord dell’abitato e nella zona industriale. In particolare sono state previste caditoie 60x60 con pozzetto e fognolo di collegamento:

---Viale della Repubblica: n. 72 caditoie e n. 4 pozzetti;

---Via De Amicis angolo Viale della Repubblica: n. 12 caditoie e 1 pozzetto;

---Via Convento: n. 172 caditoie (n. 45 a dx idraulica al canale sotterraneo e n. 129 a sx) con n. 13 pozzetti;

---Viale Unità d’Italia: n. 72 caditoie (n. 54 a dx e n. 18 a sx) e n. 4 nuovi pozzetti;

---Via Generale Magli: n. 60 caditoie e n. 4 nuovi pozzetti;

---Via Grumo: n. 149 caditoie e n. 8 nuovi pozzetti;

---Via Padre Pio: n. 32 caditoie e n. 1 nuovo pozzetto.

Concludendo meritano di essere adeguatamente sottolineati 3 aspetti fondamentali:

1) il primo riguarda le verifiche richieste in sede progettuale dall’Autorità di Bacino alle quali è stata dato ampio risalto e puntuale riscontro in sede di progettazione;

2) il secondo riguarda le ampie rassicurazione fornite dai progettisti i quali hanno, formalmente e ampiamente assicurato, che la nuova soluzione progettuale, che elimina la criticità di valle del canale tombato, progettata per la piena bicentenaria (10 mc/s), è in grado di smaltire portate molto superiori in assoluta sicurezza idraulica;

3) il capitolato speciale d’appalto (riguardante tre macro categorie di lavori: nuovo sfioratore laterale, canale tombato, ampliamento fogna bianca) è stato quantificato in 2,123 milioni di euro (salvo ribassi in sede d’asta). 

 

 

Commenti  

 
#32 LACASELLA 2015-07-27 17:22
VAI A FARE IL RAGIONIERE E FRIC' GLI ALTRI
 
 
#31 curioso 2015-07-27 08:50
Sig. Fiore Lei batte sempre su un tasto del quale non frega niente a nessuno.
Premetto che anche io sono profano delle materia, e mi limito a leggere le carte come ha fatto Lei. Ma un parete tecnico dell'AdB non si può definire poco tecnico e sibillino.
Lei si fida solo del Genio Civile? Io no! Mi fido di chi ha competenze in merito sul piano di assetto idrogeologico. Ma naturalmente Lei non converrà mai che se negli anni 50 quel canale poteva assolvere alle sue funzioni, oggi le cose sono cambiate e di tanto, guardi Santeramo l'altro ieri o Acquaviva in occasione di piogge di portata consistente. Poi continua a sostenere che i vascone sono stati definiti deleteri, inutili e pericolosi. Un giorno si parla dell'inutilità delle vasche, il giorno dopo della pericolosità. Sono due cose che confliggono tra di loro. Sulla vasca n. 2 non si è mai letto nulla del genere, sono state solo le parole di chi evidentemente voleva solo alimentare polemiche dietro la bandiera della difesa dell'ambiente per qualche tornaconto personale.
Posso solo dire che alcune opere previste nel progetto attuale, sono totalmente inutili. Vedremo.
 
 
#30 Fiore Lorenzo 2015-07-25 11:52
Gentile Sig. Curioso, ti ripeto che io non ho titoli per esprimere pareri di specifica competenza tecnica e/o professionale. Se leggo ‘che il nuovo progetto è meno sicuro del precedente’, sic et simpliciter, permetti che rimane un parere “poco tecnico e sibillino”, seppure di una struttura tecnica regionale? A te basterebbe per convincerti del contrario?

Ti ricordo, come fortemente sostenuto in tutte le sedi dal Comitato Lamafutura (in piazza, nei plessi scolastici, nelle sedi regionali, presso i Tribunali, sui media, …), che i 2 vasconi venivano definiti (‘carte’ in mano del Genio Civile) deleteri, inutili e pericolosi. Veniva dimostrato che per risolvere i problemi degli allagamenti nella zona industriale bastava ripristinare la originaria funzione del ‘canalone’.

Io, ma proprio terra terra, guardando le carte ho desunto che il nuovo progetto differisce dal precedente per 2 sostanziali particolari: eliminazione dei 2 (inutili e pericolosi) vasconi e concentrazione dell’attenzione sul ripristino della piena agibilità e dell’intera portata della via d’acqua, mirabile opera di intelligenza, competenza e onestà intellettuale dei nostri pubblici amministratori di inizio anni cinquanta.

Ripristinata la più che adeguata (forse addirittura ridondante, visti i calcoli inseriti in progetto) rispondenza del canale principale, integrata da ristrutturazione e rinforzo dello stesso, coadiuvato dalla funzione ancillare dei numerosi tratti di fogna bianca provenienti dalla rete viaria confluente, a me pare, per non saper né leggere e né scrivere (in materia), che il problema sia stato avviato a definitiva, efficiente ed efficace soluzione.

Se, poi, i 2 vasconi dovevano servire a scongiurare gli espropri oggi ‘comandati’ a valle se non, addirittura, a ‘battezzare’ una nuova mega lottizzazione nella parte terminale della lama (quella oltre Via Bitetto) allora la cancellazione dei 2 ‘mostri’ è stata anche provvidenziale, lungimirante e rispettosa dell’ambiente!!
 
 
#29 curioso 2015-07-24 17:16
Si ma perché L'Autorità di Bacino dice che questo progetto è meno sicuro di quello precedente? Nessuno ne parla? Anche Lei Sig. Fiore lo ha definito nell'Altro artico un parere poco tecnico e sibillino. Stiamo parlando del Prof. Rosario Di Santo mica di un pinco-pallo qualsiasi.
 
 
#28 Fiore Lorenzo 2015-07-24 09:25
Preciso che ho semplicemente letto una 20ina di relazioni sul progetto, per circa un migliaio di pagine (oltre le tavole), peraltro redatto sempre dallo stesso gruppo di progettazione (Advenco Srl), che aveva redatto il precedente, Per l’esperienza sul campo che ho fatto come esponente del Comitato Lamafutura (negli ultimi 2 anni), nonché quale co-attore dei ricorsi legali (che ho contribuito a pagare!!) presentati ai Tribunali competenti, ho agevolmente desunto alcune semplici informazioni: mi sono, quindi, limitato a fare un riassunto delle nuove opere progettate, elenco che ho ritenuto di offrire alla discussione sul tema, per quanto utile a chi ha a cuore la problematica.
Non ho, quindi, espresso alcun parere di specifica competenza professionale e/o specialistica, ma ho semplicemente elencato le opere che il nuovo progetto ha previsto, in sostituzione e/o integrazione delle precedenti.
D’altro canto, chi avesse avuto il tempo e, soprattutto, la voglia di approfondire poteva, come ho fatto non solo io -ma anche numerosi esponenti dell’attuale minoranza (già vecchia maggioranza), che numerosi (mi risulta) sono rimasti anch’essi destinatari (a richiesta) del famoso CD- si sarebbe reso conto che la semplice diligenza è bastevole per “capire” quanto necessario sul progetto.
Ai soliti commentatori che mi ‘onorano’ delle loro rabbiose battutine (arrivando a manipolare graziosamente anche il mio cognome) indirizzo un semplice sorriso.
Do atto ai commentatori ##5, 7, 10, 13, 15, 16, 21, 25 di aver letto il mio “riassunto” e sono contento che lo abbiano trovato utile.
 
 
#27 LaCaSassanocheVogliA 2015-07-24 09:25
Praticamente saranno utilizzati oltre 2.000.000 euro per fare manutenzione straordianria al canalone, ipotesi questa distante anche dalla scheda progettuale presentata a suo tempo per essere ammessi al finanziamento. Speriamo che passi inosservato questo aspetto.
 
 
#26 X fiore 2015-07-24 06:04
Per esprimersi su un progetto così complesso le assicuro che non basta una laurea in ingegneria e geologia che lei non ha, ma c'è bisogno di aver realizzato diversi progetti simili/equivalenti.
Con rispetto.
 
 
#25 Psyco Killer 2015-07-23 17:51
xPellegrino
Concordo pienamente con il Suo commento e Le faccio i complimenti .Mi dispiace solo che la Redazione abbia censurato qualche pezzo,ma forse è meglio cosi.
xlook
Ma che ne sai tu di ENORMI CONFLITTI D'INTERESSE? In quello sparuto gruppo di cittadini non vi era nessuno che doveva guadagnarci o perderci un solo EURO dalla realizzazione o meno di quel vascone(TOTALMENTE INUTILE) e questo basta e avanza .
X LaCaSassanocheVogliA
"a patto che si eliminasse la vasca n. 1"(TOTALMENTE INUTILE).Ti sei mai chiesto perchè la DIMEDIO non l'ha fatto anche se gli ingegneri del comitato erano disposti a modificare il progetto gratuitamente?Ed alla luce dei fatti il tempo non gli sarebbe mancato anzi ha difesoil progetto in svariate occasioni e se non ricordo male addirittura querelando chi informava i cittadini. La risposta credo che tutti i cittadini la conoscano solo chi è policitizzato continua a rifiutarla.
"non dispongono di opere a monte di intercettazione e laminazione dei deflussi"
Basta leggere il punto n3 dell'elenco fatto dal sig.Fiore per dire che non è vero e che il vascone n 1 era INUTILE , DANNOSO E PERICOLOSO.
 
 
#24 look 2015-07-23 14:52
x pellegrino .. "sparuto gruppo di cittadini" in ENORME CONFLITTO DI INTERESSI .... giusto per precisare ....
 
 
#23 xy 2015-07-23 11:39
Sig fiore ma lei ha la laurea in ingegneria o geologia per poter dare un parere tecnico da prima pagina quasi da rassicurare sull'efficenza e validita' del progetto tutti i cassanesi????
 
 
#22 DIMOSTRAZIONE 2015-07-23 11:29
Da Fb.di LIONETTI L’apertura del cantiere del progetto “Lame” segna la vittoria di una “buona battaglia”, conquistata nel silenzio del lavoro quotidiano, nell'esclusivo interesse e per l’amore della città di Cassano.Una battaglia vinta contro chi non vuol bene a questa città.

Abbiamo vinto una buona battaglia, altre sono in corso e altre ci attendono. Un duro combattimento per dare a Cassano solide basi su cui costruire la Rinascita del paese, finalmente.FINALMENTE, SPERIAMO CHE ABBIATE FINITO DI DIRE CAVOLATE....."SILENZIO DEL LAVORO QUOTIDIANO".....La massima espressione del guitto becerismo.
 
 
#21 Pellegrino 2015-07-23 10:36
Una vicenda finita bene, da non crederci. La morale, l'impegno, la sensibilità e l'altissimo senso civico di uno sparuto gruppo di cittadini che si oppone alle istituzioni, si impegna sia dal punto di vista economico che mettendoci la faccia e mostrando i denti. Subendo insulti, umiliazioni, confrontandosi con +++MODERATO+++. Mettendo in piazza le assurdità di un progetto definito dagli enti competenti "criminale e pericoloso". Oggi qullo sparuto gruppo alla faccia delle istituzioni complici o assenti ha vinto! Ultimo atto la relazione del sig. Lorenzo che dall'inizio pur non essendo della materia, come hanno fatto gli "UOMINI" che si sono impegnati in questa battaglia, si è documentato, ha studiato, ha fatto sopralluoghi, si è confrontato, ha fatto scoprire +++MODERATO+++ Il "comitato" ha fatto proprio la mancanza di responsabilità degli assenti, dei latitanti, degli indifferenti. Oggi quello sparuto gruppo ha vinto. Oggi, molti salgono su quel carro, parlano di "buona politica" senza averne meriti, argomenti e contributi. Molti denigrano, criticano, tirano in ballo argomenti che non conoscono, +++MODERATO+++ dal loro vigliacco anonimato parole insulse, servili e asservite. Oggi quel piccolo comitato di cittadini ha vinto. Ha vinto sull'ignoranza, +++MODERATO+++ sulla prevaricazione e tutto il resto è "fuffa".
 
 
#20 Show 2015-07-23 08:54
Caro Signor Fiore, questi sono i pareri che contano purtroppo, non il suo "mi piace".
Va bene che il Sindaco é social ma sto progetto non é un post di Facebook
 
 
#19 LaCaSassanocheVogliA 2015-07-23 06:40
Continua inesorabile la mancanza di trasparenza su atti di notevole importanza.
Nei vari comunicati, prima di un inesperto diparte, dopo di Rinascita, il nuovo progetto viene definito come la panacea dei problemi idraulici. Invece non è così. Vi riportiamo alcune affermazione degli organi più importanti che si sono espressi sul progetto. Partiamo dal parere dell’Ex Genio civile con il quale esprimeva parere favorevole sul vecchio progetto a patto che si eliminasse la vasca n. 1 e si adeguasse il canale nel tratto dove subiva un restringimento. Nulla diceva sulla vasca n. 2. Naturalmente l’Autorità di bacino aveva, sul vecchio progetto, espresso parere favorevole.
Sul nuovo progetto, l’Ex Genio Civile nel suo parere scrive: considerato che avete ottemperato alle prescrizioni in precedenza richieste rilascia parere favorevole a condizione che……..
Il bello viene quando a rilasciare il parere è l’Autorità di Bacino che scrive: valutati gli elaborati progettuali, si evince che la nuova progettazione si diversifica dalla precedente con variazioni non tutte conseguenti al parere espresso da questa autorità…………………..;
viene confermato l’intervento già esistente nella precedente progettazione riguardo la sezione terminale del vecchio canale a contorno chiuso………………..
ecc……. ad un certo punto nel parere scrive: le nuove opere progettuali, rispetto alle precedenti, non dispongono di opere a monte di intercettazione e laminazione dei deflussi, conferendo al sistema un funzionamento idraulico meno rassicurante rispetto alla soluzione precedente. Tale circostanza, dovuta a scelte dell’Amministrazione proponente, non potrà in futuro essere attribuita a questa Autorità.
In sostanza il nuovo progetto è stato arricchito di una miriade di caditoie e il rifacimento di qualche tratto con la sistemazione di qualche copertura giusto per raggiungere gli oltre 2.000.000 di euro per le opere.
Adesso ci spieghiamo il perché i documenti progettuali compreso i pareri sono ancora latitanti sul sito ufficiale dell’Ente, insieme a dinamiche tecniche di vecchio stampo, tecnici nuovi, ditte nuove, subappalto ecc....
 
 
#18 Lamafutura 2015-07-23 05:01
Io non giudico nessun progetto, io voglio solo sapere i diversi pareri degli enti competenti
Si possono sapere oppure no??!!
A me non mi interessa nulla del parere del Signor Fiore o chi che sia che si vogliono preparare solo per la prossima campagna elettorale
 
 
#17 7 stelle 2015-07-22 21:39
Sig. Fiore, si ricordi quando, solo pochi mesi fa, strenuamente si oppose alla candidatura di Vito Lionetti a candidato sindaco, invitando (insieme a qualche altro amichetto) gli elettori addirittura al non voto!!!

Leggete qui: http://www.cassanoweb.it/index.php?option=com_content&task=view&id=24447&Itemid=11&utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+CassanoDelleMurge-notizie+(Cassano+delle+Murge)

A conferma che la Politica non fa per lei, prima di pontificare (come fece con l'articolo qui sopra) abbi un po' più di rispetto per chi non la pensa come lei!
 
 
#16 Ei tu 2015-07-22 19:23
Io ritengo che il sig fiore invece di essere messo in gioco da 4o5 qualunquisti del dettaglio quotidiano va presi più in considerazione per appositi programmi
 
 
#15 Ci credete solo voi 2015-07-22 18:46
Per quelli che volevano i vasconi quanto vi rosica il nuovo progetto
 
 
#14 cassanese68 2015-07-22 17:58
per commento 9. Ringrazio ma non ho sonno. E' evidente che molte cose le sono sconosciute. Continui a dormire.
 
 
#13 FALSA POLITICA 2015-07-22 17:44
Apprezzo molto l'operato del sig. Fiore, e spero che in tanti lo imitiamo. Si e' prima opposto ad un progetto orrendo, si e' documentato sul nuovo ed infine ha espresso il suo parere. Ora sara' pure una persona che non ha le competenze tecniche, tra l'altro anche da lui stesso ammesso, ma prima di proferire si e' documentato, cosa che in tanti non fanno pur continuando a blaterare. Premesso cio', da cittadino che ha tutto l'interesse per il nostro e, soprattutto, bene dei nostri figli, credo che il progetto che si stia per realizzare sia migliore del precedente in termini ambientali, di sicurezza e di costi. Credo, con tutta onesta’, sia stato evitato un oltraggio all’ambiente e lo sperpero di denaro pubblico per realizzare l’ennesima opera inutile per la collettivita’ ma, probabilmente, molto utile per alcuni.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.