Mercoledì 13 Novembre 2019
   
Text Size

Asso-Consum contro l’oppressione fiscale

vignetta

 Dal Coordinatore dell'Asso-Consum di Cassano-Acquaviva-Santeramo, avv. Massimo sapone, riceviamo e pubblichiamo.

 

Da tempo la nostra Associazione protesta, sia a livello nazionale che locale, contro una tassazione sempre più elevata e contro una politica che continua a prendere provvedimenti sbagliati, che non fanno ripartire l’economia ma vanno a pesare solo sulle tasche delle famiglie. E, nel frattempo, la crisi continua, anzi si aggrava sempre di più, la disoccupazione continua ad aumentare, i consumi sono ridotti al minimo e la maggior parte degli italiani non hanno più la forza di sopperire alle mancanze di una classe politica che non riesce a fare alcune scelte.

Dobbiamo continuare a ricordare ai politici che la gente è sempre più povera e che è necessario “cambiare registro”.

Senza la buona politica non si esce dalla crisi!

La rotta da tracciare è quella di andare verso un nuovo modello di politica economica nazionale e locale, attraverso investimenti sul lavoro e sui giovani, nonché attraverso l’ “allegerimento” della pressione fiscale sulle imprese, in quanto questa rappresenterebbe l’unica strada per ridare potere d’acquisto alle famiglie.

In questo grave scenario nazionale e locale, l’amministrazione Lionetti, al governo del Comune di Cassano delle Murge, ha deciso di aumentare ulteriormente le tasse, gravando oltremodo su famiglie, imprese e commercianti.

Infatti, nella seduta consiliare del giorno 4 settembre 2014, avente ad oggetto, tra l’altro, l’approvazione dei Regolamenti per la disciplina dei tributi, la comunità cassanese ha appreso, con non poco stupore, di dover pagare più tasse rispetto al passato.

In particolare:

-          la TASI è stata fissata al 1.50 per mille e graverà su TUTTE LE ABITAZIONI PRINCIPALI, con un introito per le casse comunali di circa € 500.000,00, a fronte di zero euro del 2013;

-          la TASI al 1.00 per mille SUGLI IMMOBILI RURALI E STRUMENTALI, con un introito per le casse comunali di circa € 100.000,00, a fronte di zero euro del 2013;

-          l’IMU su altri fabbricati (seconde abitazioni) passa dal 9,35 per mille del 2013 al MASSIMO previsto dalla Legge, ovvero il 10,60 per mille;

-          l’IMU sui fabbricati di categoria D passa dal 9,35 per mille del 2013 al 10,00 per mille;

-          l’IMU sui fabbricati di categoria C1,C3,C4 e C5 passa dal 9,35 per mille del 2013 al 10,00 per mille.

Insomma, nonostante i vari emendamenti proposti dell’opposizione, nati da espresse istanze dei cittadini e valutati favorevolmente dagli organi tecnici, contabili e di controllo del Comune di Cassano delle Murge, la maggioranza “Non guarda in faccia nessuno”!

Infatti, molti dei suddetti emendamenti, finalizzati a contenere le aliquote mediante un intervento, tutt’al più, di riduzione della spesa pubblica piuttosto che di aumento della pressione fiscale, miravano soprattutto a tutelare le fasce più deboli ed, in particolare, ad introdurre nei Regolamenti delle detrazioni per le famiglie con minori, con anziani e con disabili.

L’opposizione chiedeva, inoltre, di introdurre delle agevolazioni per le case date in comodato ai parenti più “stretti”, riduzioni per unico occupante, riduzioni per i residenti all’estero, ecc…

Nessuna agevolazione per i cittadini, questa maggioranza “Non guarda in faccia a nessuno”!

Inoltre, nei Regolamenti approvati nell’ultimo Consiglio comunale manca ogni riferimento al cosiddetto “sconto Tasi” per i cittadini che riqualificano il territorio.

Infatti, mentre l’attuale maggioranza si impegna fortemente nella istituzione della figura del Rappresentante di quartiere ed aderisce al progetto “Decoro urbano” per consentire ai cittadini di inviare via computer o smartphone segnalazioni al Comune su situazioni di incuria, dimentica che il decreto sblocca Italia, all’art. 26, prevede che «…l’esonero dal pagamento del corrispondente tributo…» può essere concesso a «…comunità di cittadini, associazioni non profit, rappresentanze di categorie economiche che abbiano presentato un progetto di riqualificazione…». E che il progetto può prendere diverse forme, come la «…pulizia di una limitata zona del territorio, la manutenzione e l’abbellimento di aree verdi, piazze o strade anche mediante le collocazione di elementi di arredo urbano o la realizzazione di eventi…».

Insomma lo Stato ha previsto una sorta di “pagamento in natura” del tributo: ad esempio, se davanti alla tua attività commerciale provvedi a risistemare le fioriere, a ripulire la facciata del palazzo, il Comune non ti farà pagare un pezzo di Tasi, per esempio sulla tassa imposta ai tavolini esterni. Oppure, se insieme agli altri condomini ti metti d’accordo per ripianare le buche, illuminare il vicolo buio, cancellare le scritte sui muri, ripristinare l’utilizzo del giardino abbandonato, il Comune ti concede uno sconto tasse.

Ovviamente non è uno scambio automatico, ma serve un intervento del Comune il quale deve, infatti, con un'apposita delibera, decidere cosa devono fare i cittadini per pagare meno, visto che lo Sblocca Italia indica solo il principio generale. In ogni caso cercherà di premiare fiscalmente chi si prende cura del territorio, sostituendosi in quel momento all’Amministrazione pubblica.

Allora ci chiediamo: meglio seminare il paese di tante “microspie umane” ed aumentare le tasse, oppure incentivare i cittadini a prendersi cura del territorio comunale premiandoli con uno “sconto” sui tributi?

       

         Avv. SAPONE Massimo B.

Coordinatore Cittadino Asso-Consum        

                                                                                                   Comuni di Cassano delle Murge,

       Acquaviva delle Fonti, Santeramo in Colle e Gioia del Colle

Commenti  

 
#20 SSS 2015-12-01 18:00
AVVOCATO LEI E' UN GRANDE!!!!
 
 
#19 La verità fa male 2014-09-10 10:54
Quanta ignoranza ed invidia in questi stupidi commenti! Mai nessuno, però, ha il coraggio di firmarsi e di prendersi le proprie responsabilità! Ormai è risaputo, siete sempre i soliti a scrivere, mossi solo dalla rabbia e dalla consapevolezza che quanto indicato nell'articolo corrisponde al vero e che, purtroppo per voi, non andrete da nessuna parte!
 
 
#18 twix 2014-09-09 21:26
Mars sei davvero dolce...ma almeno tu ti comprendi quando parli?
 
 
#17 Sapone Massimo 2014-09-09 21:25
Per commento #14: io parlo per quel che so. Se c'è sotto dell'altro, poi avremo modo di discuterne. Non sono abituato ad insinuare...vedremo.
Per commento #16: Sig. Mars, Lei é fantastico/a.
 
 
#16 mars 2014-09-09 14:02
Quante chiacchere ????? Signor Sapano a Cassan nisciun è fesssss. E lei intende prenderci in giro offendendo la intelligenza di noi cassanesi.
 
 
#15 promessa 2014-09-09 13:34
le tasse sono aumentate e le chiacchiere stanno a zero!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#14 iocispero 2014-09-09 10:40
sig. sapone , bisogna presentare i progetti nella loro completezza , non in parte : il fotovoltaico riceve un contributo a fondo perduto di 100000 euro ,ma quanto costa tutto il progetto ? E' possibile che devono sempre dare notizie incomplete ? Poi uno pensa a male
 
 
#13 Sapone Massimo 2014-09-08 14:46
Per commento #5: Le volevo ricordare che il sottoscritto non faceva parte della precedente Amministrazione e che, pertanto, alcun merito o demerito può essere individuato in capo allo stesso. Inoltre, l’associazione ASSO-CONSUM ha avviato la propria attività sul territorio di Cassano soltanto qualche mese fa di guisa che nulla poteva fare se non esisteva. Capisco la Sua rabbia nel richiamare un’amministrazione prefettizia ma, nel contempo, il sottoscritto pensa che in quel caso i danni sarebbero sicuramente maggiori dei benefici per Cassano. L’attuale maggioranza è stata eletta democraticamente ed ha il DIRITTO di amministrare. L’opposizione, le associazioni, i cittadini tutti, però, devono essere attenti osservatori della vita politica, al di la di ogni colore politico. Per quanto riguarda la posizione di Asso-Consum, il sottoscritto non ha timore a dire che sarà pronta a fare un plauso all’attuale maggioranza ogni qualvolta si adopererà positivamente per il paese (così come ha gia fatto in occasione dell’ottenimento del finanziamento per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico nella scuola di via Convento), ed allo stesso modo non la dispenserà da critiche quando non farà gli interessi della collettività!
Saluti a tutti.
 
 
#12 Sapone Massimo 2014-09-08 14:45
Per commento #3: il mio recapito telefonico è 3382917482.

Per commento #4: Per commento #4: Egr. Sig. cittadino razionale, ma che di razionale in ciò che scrive mostra poco, il sottoscritto è fiero di sottrarre del tempo al proprio lavoro per combattere le “ingiustizie sociali”, come Lei le chiama, e Le dirò di più: al sottoscritto la cosa non pesa neanche, diversamente dal fatto di togliere del tempo anche alla propria famiglia! Ma quando il dovere chiama, il sottoscritto è abituato a rispondere PRESENTE e non a scrivere sterili ed inutili commenti anonimi sul web. Nell’articolo suindicato il sottoscritto ha riportato dei dati presenti in atti stilati dall’attuale maggioranza e si è permesso, senza ALLEGRIA e dopo attenta cura, di commentarli. Poi Lei è libero di confutare quei dati e di indicare al sottoscritto dove sbaglia. Per non parlare, poi, della seconda parte del Suo commento che, oltre ad essere poco attinente con l’oggetto del discutere, non corrisponde alla realtà dei fatti atteso che l’associazione ASSO-CONSUM ha intrapreso migliaia di azioni in favore dei cittadini, la stragrande maggioranza delle stesse conclusesi con successo.
Inoltre, Le rammendo che il sottoscritto non è in cerca ”d’autore”, perché non ne ha bisogno, né è stato “messo a capo” dell’associazione Asso-Consum da nessuno (La sfido a dimostrarne il contrario) ma, viceversa, è stato scelto, per competenze e valori morali, fra centinaia e centinaia di partecipanti, né rappresenta un’associazione “faziosa e inutile” ma, bensì, un’associazione che, soprattutto per le attività intraprese in favore dei cittadini, rappresenta una delle più importanti associazioni, e che fra le innumerevoli associazioni dei consumatori presenti sul territorio a livello nazionale la stessa è stata una delle poche ad essere riconosciute dal Ministero dello Sviluppo Economico (Autorizzazione n. 0080234/10).
Infine, non metta in bocca al sottoscritto parole che lo stesso non ha mai proferito (tipo, la nuova giunta “amministra la cosa pubblica con allegria") in quanto l’associazione Asso-Consum starà sempre in prima linea pronta a coadiuvare, ove occorra, l’attuale amministrazione, con idee, consigli, istanze…ma anche con critiche quando sbaglierà!
 
 
#11 Sapone Massimo 2014-09-08 14:44
Per commento #1: Egr. Sig. Shampoo, nel comunicarLe con immenso dispiacere personale che è oramai da tempo che ho interrotto qualsivoglia tipo di "frequentazione" con i prodotti atti alla cura del capello, Le volevo confermare, semmai ci fosse qualche dubbio, che il sottoscritto è lo stesso che si è candidato alle scorse elezioni amministrative con un discreto risultato elettorale. La credibilità di cui Lei parla, tra l'altro firmandosi in maniera anonima (quindi proprio alla credibilità Lei non dovrebbe fare alcun riferimento), a nulla rileva in quanto fondata su un pregiudizio e non su obiezioni sui contenuti dell'articolo stesso. Infine, Le volevo evidenziare che le associazioni DEVONO partecipare alla vita politica di un paese, così come avviene da sempre, non fosse altro per offrire il loro apporto alla collettività e portare a conoscenza delle Amministrazioni, di qualsiasi colore politico, i malumori dei cittadini. Poi, visto che Lei fa riferimento alle passate elezioni amministrative, Le volevo rimarcare che lo spirito che animava ed anima il sottoscritto, tanto da spingerlo a candidarsi alle ridette elezioni, è quello di offrire il proprio apporto alla comunità SENZA ALCUN TIPO DI INTERESSE PERSONALE. Ciò non è avvenuto, anche se al fotofinish, ma ciò non esclude che il sottoscritto continuerà ad adoperarsi in tal senso anche fuori dal Consiglio Comunale, non solo per rispetto delle 298 persone che nel sottoscritto hanno riposto la loro fiducia, non solo per rispetto degli oltre 700 tesserati all'Associazione Asso-Consum su Cassano, ma soprattutto per rispetto della COLLETTIVITA'.

Per commento #2: La discussione aperta dal sottoscritto con il suindicato articolo non attiene esclusivamente alla introduzione della TASI, obbligatoria per Legge, ma ai criteri adottati per fissare le aliquote ed alla scelta di ELIMINARE le detrazioni per le fasce più deboli. Evidentemente Lei fa parte di quelli, buon per Lei, che non hanno alcuna difficoltà a reperire qualche 100 euro in più per far fronte agli incrementi della pressione fiscale, ma Le ricordo che, purtroppo, ci sono famiglie che con soli 100 euro vivono forse un mese. Pensi anche a queste "teste", così come Lei Le chiama in maniera poco rispettosa e poco dignitosa, che magari, senza essere lavati di testa, vorrebbero solo vivere più degnamente.
 
 
#10 contribuente 2014-09-08 13:18
Buongiorno a tutti, sono un contribuente come tanti altri, il problema delle tasse è comune in tutti i paesi ormai da sempre, anche se ultimamente con il federalismo fiscale e le riduzioni di trasferimenti la situazione è precipitata.
Da anni assistiamo ad una tassazione sempre più pesante e sistematicamente ci lamentiamo delle scelte fatte da chi ci amministra.
Devo dire che i diversi commenti che si alternano sui blog sono frutto di appartenenze politiche di una piuttosto che dell’altra parte, mai nessuno ha commentato in modo onesto quello che si stava subendo.
Oggi, purtroppo, assistiamo all’ennesimo salasso che arriva in un momento assai difficile per tutte le famiglie. Il problema che io sollevo, e credo non sia l’unico, è che molti come me si erano illusi che il salasso fosse terminato, e che, dopo l’amministrazione Dimedio, fosse giunto il momento di inversione di marcia.
Ritrovarsi al punto di partenza, se non peggio, dopo aver subito proclami e promesse, significa aver subito la più pesante presa in giro. Mi chiedo cosa sarebbe accaduto se l’Amministrazione fosse rimasta la stessa.
Spero che comprendiate lo sfogo di chi le tasse le paga ed è stufo di subire continue prese per i fondelli.
Anche io mi associo a chi ha dichiarato di aver sprecato il proprio voto.
 
 
#9 sconcertato 2014-09-08 12:08
La lettura di alcuni commenti tipo: "nel 2013 la tasi non esisteva" ti da la dimensione di quanta disinformazione circola negli ambienti della così detta “sinistra” che tiene molto alle classi meno abbienti. La tasi sicuramente nel 2013 non c’era, ma è anche vero che il legislatore da facoltà ai comuni di ridurla e/o addirittura azzerarla.
Allora, perché non ammettere che i cittadini sono stati presi per c….. solo per scopi elettorali?
Perché non dire che questi dilettanti allo sbaraglio non conoscevano le dinamiche dei conti del comune?
Perché si tassano le prime case e le aree fabbricabili no?
Chi possiede aree fabbricabili sulle quali non si è voluto tassare?
Vede caro commentatore n.2 qui siamo di fronte all’ennesima batosta nei confronti dei più deboli.
Se questo significa favorire i più deboli, allora i ricchi possessori di aree edificabili cosa sono?
 
 
#8 Finalmente 2014-09-08 10:30
Avv. Sapone non ti curar di loro ma guarda e passa...pensano a far adottare le aiuole e a riempire il paese di microspie ma non ad agevolare i cittadini...se non pochi intimi
 
 
#7 finalmente 2014-09-08 09:47
Finalmente qualcuno che si preoccupa dei consumatori con un linguaggio comprensibile. Un suggerimento: intervenga anche per la salute pubblica legata all'abbandono dei rifiuti e sulla sicurezza tradale.
Grazie.
 
 
#6 rappresentante 2014-09-08 08:36
Il problema è, e rimane quello che hanno ingannato i cittadini promettendo di non aumentare le tasse in cambio di voti.
E questo è deplorevole.
Io sono strapentito di averli votati.
Andate a lavorare.
 
 
#5 mars 2014-09-07 22:42
Quindi ???? La vostra ricetta quale è ??
Si ricordi signor Sapone che fino a qualche mese fa la vecchia amministrazione ci ha salassato di tasse e assoconsum non ha detto niente. Perché ??????
La verità è che a Cassano tutti i consiglieri devono andare a casa. Meglio il prefetto.
 
 
#4 cittadino razionale 2014-09-07 22:38
E'siamo alle solite:i'esimio avv.Sapone difensore dei poveri contribuenti,e,che per loro abbandona il suo studio, paladino delle ingiustizie sociali, e'incomiabile ii suo zelo a spiegare come la nuova giunta comunale aumenti le tasse,e amministra la cosa pubblica con allegria.Peccato pero' che non lo credi nessuno poiche'queste prediche non possono arrivare da gente che fino a ieri ha contribuito a mandare a gambe all'aria il nostro Paese approvando lepolitiche Berlusconiane di Tremonti e dello stesso Monti,siamo stanchi di questi canti e controcanti fatte da gente in cerca d'autore messi a capo di organizzazioni faziose anche se non a scopo di lucro ma inutili perche' non hanno mai aiutato nessuno.
 
 
#3 Non ci posso credere 2014-09-07 10:48
Ma certo...perché pagare meno tasse? Si devono vergognare soltanto...così ci portano al massacro. Venisse a parlare con me il rappresentante del quartiere.
Per redazione: come è possibile contattare il coordinatore dell'associazione in commento?
 
 
#2 a sapone 2014-09-07 09:33
Guarda che nel 2013 la tasi non esisteva!!!
vai a lavare la testa a quelli che ti hanno votato vai
 
 
#1 shampoo 2014-09-07 07:42
ma è lo stesso sapone che si è candidato con la di medio? ah ah, ma che credibilità pensate di avere? è tutta politica
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.