Venerdì 20 Settembre 2019
   
Text Size

Istat e fili spezzati: le riflessioni di un cassanese

panorama di Cassano

 

Un incremento demografico del 19% in dieci anni non è socialmente sostenibile, tanto più quando l'incremento non è generato da un aumento della crescita economica del territorio (es. avvio di nuove attività produttive) o dall'incremento della natalità, ma solo dall'andamento del mercato immobiliare.

Qualche settimana fa il Direttore scriveva di come Cassano sia ormai diventato un luogo in cui abitare e non più un luogo in cui vivere, frase azzeccata che condivido in pieno.

I numeri del censimento sono contemporaneamente una conferma e la spiegazione di quello che è accaduto e che accade sotto gli occhi di una cittadinanza incapace di imporre ai propri amministratori scelte che tutelino la qualità di vita del paese.

20 anni di scellerata politica edilizia hanno prodotto i risultati che sono sotto gli occhi di tutti: dallo scempio del territorio al disfacimento sociale di una cittadina. Per di più con la beffa che alle imprese ed ai lavoratori di Cassano sono andati, e continuano ad andare, solo le briciole della "torta edile" che è stata spartita.

Sulla materia potevano essere fatte scelte differenti, privilegiando il rispetto del territorio e la qualità urbana, piuttosto che la cementificazione selvaggia; e non mi riferisco solo a quanto accaduto sulle nostre colline, ma anche quello che è stato fatto nel centro urbano.

Chissà se nella campagna elettorale che verrà si parlerà di scelte strategiche, fra cui cosa farne di questo paese; il mio timore è che si giocherà tutta sulla raccolta dei rifiuti e sui vasconi.

Vito A. Smaldino

 

Commenti  

 
#9 ippi 2013-08-23 17:51
Ha proprio ragione Brooke: che scempio la collina nella quale soggiornano i vip di Cassano, alcuni dei quali gridavano allo scandalo quando si prolungava la via di zippo zippo fino alla Panoramica.
Oggi abbiamo quello che ci meritiamo. Possiamo denunciare tanto altro ma forse ci sta bene così. Magari tra qualche anno ci lamenteremo di qualcos'altro già realizzato O IN CORSO DI Realizzazione che oggi facciamo finta di non vedere o di non voler vedere... E' sempre un discorso di convenienza e mai di bene comune
 
 
#8 brooke 2013-08-23 07:42
murgia stuprata da cemento selvaggio...venendo a cassano da bari si può notare con esattezza dove l'intervento dell'uomo è stato devastante per buona parte del nostro territorio boscato.. quella collina rovinata, oltre ad essere diventata brutta, è anche l'emblema del menefreghismo ambientale di tutti! compresi coloro che devono denunciare e non lo fanno.. perché a questo punto dopo gli articoli sul progetto lame, sulla via barigena non parlare dell'edificazione selvaggia che ha deturpato nell'ultimo decennio il nostro territorio?
 
 
#7 Altruista 2013-08-22 17:20
x commento #6
Proprio ai "privilegiati" della Collina Santa Lucia dei vasconi non gliene può fregà de meno, li avrebbero al di sotto del loro livello.
Data la delicatezza dell'argomento, se non si riesce a mettere in funzione il cervello meglio tenere a freno la lingua!
 
 
#6 Salvare la murgia? 2013-08-22 12:34
Ma avete fatto un giro sopra la collina santa lucia??? Stanno costruendo ancora le ville.. Cosa vi aspettate? I primi a non volere i vasconi, sono proprio loro!
 
 
#5 Altruista 2013-08-21 23:17
Beh, Smaldino, anche la raccolta dei rifiuti e i vasconi rientrano sicuramente tra le vere scelte strategiche, concordo pienamente con te, che bisogna avere il coraggio di mettere sul tavolo e prendere di petto. Intanto la stessa raccolta rifiuti e' ben lontana dall'andare a regime e bisognerà vedere a consuntivo i costi effettivi (di risparmi manco a parlarne!) e i risultati conseguiti. Per i vasconi ritengo che sia meglio che l'Amministrazione ci metta una pietra sopra, perché non è detto che non scappi il morto (intendo in senso figurato). Per il resto, occorrerà orientare le scarse risorse verso la tutela del territorio e la salvaguardia e il rafforzamento della cassanesita', pur rimanendo il paese ospitale che Cassano e' sempre stata.
Insomma la penso sostanzialmente come te e Brunelli, ma è urgente provi mano dandosi priorità .
 
 
#4 franco 2013-08-21 21:44
oltre alla raccola e ai vasconi, si giocherà anche sull'immigrazione,una risorsa inutile non solo per cassano.
 
 
#3 mina 2013-08-21 20:06
Vito e tu le elezioni stai ad aspettare?
Stam appost...
La storia si ripete: i flussi di voti die medici, dei geometri e dei costruttori (o distruttori) deciderà chi governerà il paese. Sul come sarà l'ennessima fotocopia sebbene peggio della Di Medio è veramente difficile.

Cmq concordo con la tua analisi: ma cosa ti aspetti se abbiamo gente che invece di amministrare progettando il futuro e pianificando Cassano fra 20 e 30 anni... abbiamo degli incompetenti che non sanno cosa fare da qui a tre mesi? Che non sanno mantenere il territorio... e lo devono valorizzare?
Cerca su youtube i comizi delle scorse elezioni. Ne avrai da ridere. O piangere.
 
 
#2 fustigatoresoft 2013-08-21 19:20
-------------- l'incremento demografico non è dovuto alla crescita per natalità dei Cassanesi, bensi' dall'aumento degli stranieri che nel decenno si è verificato, facendo non crescere bensi' impoverire il paese.....vedi la corsa al ribasso per il costo delle loro prestazioni.....lavoro in nero ed altro....
 
 
#1 SALVIAMO LA MURGIA 2013-08-21 18:35
Complimenti bellissimo articolo e anche per la stupenda veduta di Cassano , vedo che qualcosa si muove nei cittadini Cassanesi . Meglio così con la critica si migliora , sperando di non sbagliare come in passato
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.