Lunedì 22 Luglio 2019
   
Text Size

Un governo per l'Italia: il M5S ci pensi bene

parlamento

Da un nostro lettore riceviamo e volentieri pubblichiamo una riflessione sulla elezione dei Presidenti di Senato della Repubblica e Camera dei Deputati, alla luce del Governo che verrà.

Lo confesso, stamattina mi sono svegliato sul pigro andante e la temperatura esterna ha finito per accentuare l'andazzo: colazione tardiva, lettura dei giornali online e televisione accesa sui talk show politici del mattino.

La notizia del giorno è quella della elezione dei presidenti delle Camere con annessa spaccatura del M5S e relativo editto di Grillo: fuori i traditori!
Sono andato sul blog di Grillo a leggere gli ultimi, fra i quasi 6000, commenti all'editto e non ho resistito alla tentazione di scrivere alcune considerazioni per mettere ordine nella mia testa.

Partiamo dai commenti, come sempre si dividono tra chi condivide l'editto e chi invece appoggia la linea dei "siciliani". I "siciliani" appunto, perchè pare che che i voti del M5S a Grasso siano venuti proprio dagli eletti in Sicilia che le cronache raccontano abbiano detto: "se viene eletto Schifani, quando torniamo a casa ci fanno un mazzo così"; in una terra straziata dalla mafia, Schifani o Grasso non sono proprio la stessa cosa.

Ed ecco qui il nodo da sciogliere, il duropurismo a cosa deve essere finalizzato? A migliorare il Paese oppure a farlo precipitare nel baratro della reincarnazione berlusconiana o dell'ingovernabilità?

Il duropurismo di Grillo sembrerebbe finalizzato allo sfascio catarchico del paese da cui ripartire per ricostruirlo. Ma chi lo pagherà questo sfascio? Chi rimarrà sotto le macerie? Certamente non la "casta", sicuramente il ceto medio per non parlare di quelli, ancora più deboli, che già vivono fra le macerie.

E' di ieri la notizia che l'Europa ha sbloccato gli aiuti a Cipro imponendo durissime misure di austerity, fra cui il prelievo forzoso dai conti dei cittadini del 9% per i depositi sopra i 100.000 euro e del 6% per quelli sotto. Indovinate dove sono depositati i soldi della loro "casta"?
Tutto questo nonostante il Fondo Monetario Internazionale abbia pubblicamente ammesso che i "parametri" da loro usati per imporre le misure di austerity ai Paesi in difficoltà finanziaria (dall'Argentina in poi) siano palesemente sbagliati.

In questa settimana Draghi ha rassicurato l'Europa: "in Italia le riforme procedono con il pilota automatico"; forse è appena il caso di ricordare il percorso che questo "pilota automatico" sta seguendo:
1) Tares (eredità di Monti, ma prevista da tempo)
2) Aumento dell'IVA (eredità di Tremonti, più volte rimandata)
3) Manovra correttiva di 14 Mld per rispettare il Fiscal Compact (eredità di Monti su impegno di Tremonti) e che attualmente prevede il taglio orizzontale di tutte le detrazioni irpef (altra eredità di Tremonti); per capirci, si parla di spese mediche, interessi passivi sui mutui, spese per l'istruzione, ... E non basteranno, il Sole 24 ore prevedeva la necessità di agire anche sul lato della tassazione.

Altro che ripresa, qui si parla di misure che ammazzano il paese.

E' evidente che gli italiani se la sono andata a cercare con il loro voto degli ultimi 20 anni (almeno!), ma la domanda che dobbiamo porci è un'altra:
chi ha sempre votato con la sua testa e non con quella dei teleimbonitori se la merita? e le nuove generazioni, che non hanno votato, se la meritano?
Perchè è ovvio che il peso della ricostruzione cadrà sulle loro spalle, esattamente come il peso più grande della ricostruzione del dopoguerra non è caduto sulle spalle di chi si fece abbagliare dall'"uomo della provvidenza", ma sui loro figli. Ma si sa, la storia sarà anche “magistra vitae”, ma continua ad insegnare ad una classe di asini (cit.)

Il M5S ha vinto quando ha imposto il cambiamento, quando ha portato all'elezione di due persone fuori dai giochi di partito. Il M5S continuerà a vincere se costringerà la politica alla trasparenza ed alla sobrietà.

Fallirà miseramente, trascinando con se il Paese, se si arroccherà su sterili posizioni duropuriste.

Adesso ci vuole un governo di galantuomini che ponga mano alla politica economica e sociale, correggendo i disastri degli ultimi anni, evitando demagogie e facendo la voce grossa in Europa per correggere le follie imposte dai "tecnici" e dai loro predecessori. Insomma bisogna fermare il "pilota utomatico" che ci sta portanto dritti dritti a sbattere.


Se questo governo vedrà mai la luce dipende dal M5S.

Auguri Italia.

Vito A. Smaldino

Commenti  

 
#23 pio...pio....pioooo. 2013-04-05 14:31
ed io che ho detto? Tutti bravi con l'aspirasangue ,con il succhiamidollo, con l'abilità dei prestigiatori a giocarci come polli da spennare e poi spellare. pio ...pio...pioooo
 
 
#22 DOVE SIETE? 2013-04-05 08:11
politici vecchi e nuovi...non esiste differenza,la politica non è più quella di una volta,quella che nel bene o nel male ti faceva dormire tranquillo. ennò caro Pio,non c'è nessuna differenza tra ieri (in negativo,ovvio),e per ieri si intende berlusconi,prodi,d'alema ecc,e l'oggi.
un personaggio che prima giostra e manipola la gente,ottiene fiducia e consensi a destra e a manca e poi,una volta arrivato a destinazione,scarica tutte le promesse fatte in campagna elettorale per crogiolarsi al sole nel suo posticino privilegiato...tanto il peggio è passato. adesso ci saranno le putt*** di berlusconi a far da diversivo,vero?

caro outsider,tutti prendono vitalizi,tutti e nessun nome escluso,c'è chi chiedeva,o meglio,ricercava un segretario personale per quasi 3 euro all'ora...non ti dico di che partito era....troppo facile intuirlo.
 
 
#21 pio...pio... piooooo 2013-04-04 21:41
si tutto quello che volete...ma se ce ne stiamo tutti buoni dopo passate le votazioni e ci addormentiamo fino alle prossime, ehi voglia i vari Monti, Tremonti, Draghi , la merkel,i politici vecchi e nuovi a succhiarci il sangue come vampiri,a bersagliarci con tasse e tasse, restiamo svegli invece, stiamogli col fiato addosso, alziamo la voce quando loro si cullano sulle loro poltrone macchinette mangiasoldi,costringiamoli a stare su certe righe, se Grillo è in grado di far diventare trasparente la politica, facciamo in modo di tenerli d'occhio, per scompaginare le loro intenzioni malsane...quando diamo il voto informiamoci di chi stiamo parlando, dobbiam essere più partecipi, quando la Finanza scopre gli imbroglioni, facciamo in modo da fargli sputare tutto quello che hanno rubato e poi dopo la galera, l'esilio come traditori della Patria ma soprattutto dei meno abbienti....il comizio potrebbe continuare ma mi fermo qui...ciao
 
 
#20 Outsider 2013-04-04 15:58
I vitalizi e robe varie li prendono tutti,non è una novità,anche quelli del movimento percepiscono il loro sostanzioso stipendio.
Fare la guerra non serve,l'ho sempre sostenuto,una volta accomodati sulla poltrona,diventano tutti della stessa pasta.
 
 
#19 DOVE SIETE? 2013-04-04 11:10
Ma la smettiamo di rivangare il passato? O meglio,di continuare a descrivere il presente ed anche il futuro? Partiti e banche sono uno binomio indissolubile e che resiste da anni e anni,non è una novità questa,adesso è troppo tardi per fare gli intelligentoni che, per difendere il partito, mettono in tavola queste carte. Vi pare? Lo avete sempre saputo ma per comodità non avte mai proferito parola sino ad oggi.
Per voi è troppo facile nascondersi quando la barchetta di carta si bagna ed è incapace di proseguire il suo normale cammino, quindi, subentrano le confessioni di qualcuno che dice: «Ma cosa credete che non ce ne frega niente? Io non ci dormo la notte. Vi posso assicurare che Grillo è una settimana che non si fa sentire. Siamo noi sotto pressione. E ci stanno già spaccando».
Morti ancor prima di iniziare. Ed è una settimana che papà Beppe se la stà ridendo. Non solo lui ;)
 
 
#18 x DOVE SIETE 2013-04-03 21:44
Cosa c'è? Qualcosa bloccato in Parlamanto che ti interessa?
O credi anche tu a questa crisi?
Chi è in crisi? Noi cittadini? Noooo, noi siamo vittime.
In crisi sono le banche che stanno pagando le follie del capitalismo del secondo dopoguerra. In crisi sono i politici che non sanno più dove trovare i soldi (visto che non si possono più stampare come una volta) per coprire gli amici banchieri.
Ma tranquillo: adesso la Corea del Nord ci risolve tutti i problemi.
Qualche milione di morti ed il sistema riparte.
 
 
#17 pio.. pio...pioooo 2013-04-03 18:27
x Dove siete?- mah ..stavi sognando tua suocera e ti sei svegliato in preda ad un incubo.?..su su svegliati..rilassati..che c'entrano i grillini con tutto il casino che hanno fatto i nostri governanti, ormai la quinta colonna dell'economia internazionale sta sfondando su tutti i fronti e noi ci ritroviamo già di culo a terra...W le banche...i banchieri...gli Europeisti solidi...gli intrallazzatori...quelli dei derivati...tutti coloro che guadagnano più di 5.000 euri al mese senza alcun problema e senza fare un ca...volo. W la nostra zavorra dei politici che succhiano in eterno i vitalizi, le prebende, i risarcimenti dei Gratta e vinci , e così di seguito...su su "DOVE SIETE?" torna alla realtà..
 
 
#16 DOVE SIETE? 2013-04-03 18:02
...ovviamente la colpa è dei mass media,avete ragione...ma dove volete andare? ma vi aspettate davvero che la gente vi creda ancora? avete fallito prima ancora di metter piede in terra...
c'è addirittura gente che ha commentato dicendo che l'alleanza col PD è necessaria...rendetevi conto di come siete messi.
però si dai,Prodi era una vera mer**,e trà poco lo proporrete pure come prossimo presidente della repubblica...
 
 
#15 Em 2013-04-03 15:30
Il rimbecillimento dovuto ai mass media procede inesorabile.
Caro "DOVE SIETE". Troppo semplice dare la colpa dell'ingovernabilità agli ultimi arrivati. Eh no!
Questa legge elettorale, il PORCELLUM, è stata creata da Calderoli, LEGA NORD; e votata da tutta la destra! Sai quando? Nel 2006…
E' la terza volta che votiamo con questa legge: 7 anni fa Prodi cadde proprio perché a causa di questa legge non aveva una maggioranza solida al Senato. Questa Legge infatti premia su base regionale e così ti ritrovi un mare di leghisti al Senato!!!
Ma torniamo a Prodi: nonostante avesse subito gli effetti del Porcellum forse si preoccupò di cambiare la Legge elettorale immediatamente? No!!! Ed ora ci si lamenta? Chi l'ha votata questa legge e chi non l'ha cambiata… questi sono gli artefici dello stallo istituzionale, non i grillini.
 
 
#14 ops 2013-04-03 15:07
e che caspita... dategli almeno tempo di capire dove si trovano, per snidare il minotauro Teseo dovette girare un pò per il labirinto...per farsi l'occhio, per fiutare il pericolo ecc.. diamine , non è ancora cominciateo nulla e già giudicate...
 
 
#13 DOVE SIETE? 2013-04-03 11:02
Grillini? Dove siete? Dove? Dove?

Siamo di nuovo con il governo Monti.
Nonostante il voto, che ha visto il 90% degli italiani rigettare il governo dei tecnici, Napolitano, vero custode dei poteri forti italiani, ha deciso di propogarlo fregandosene degli elettori. E cio' che piu' diverte è che almeno con i golpe sudamericani c'è la drammaticità degli arresti o di qualche fucilazione, qui invece sono tutti d'accordo, tranne qualche pentito del giorno dopo.
E Grillo, molto a suo agio in questo scenario che di democratico non ha nulla, si vanta pure di essere stato il primo a poporlo.
Purtroppo siamo di fronte all' involuzione della politica, che non e' piu' cosa di popolo o di movimenti: oggi tutto viene deciso nei
comitati d'amministrazione e nei salotti "superbene" in cui puoi trovare Casaleggio, Prodi, Di Pietro (la penultima proposta di Grillo per la presidenza della Repubblica) o un Letta a scelta.
Però sono tutti fermi o perchè ricattati o perchè non sanno proprio più che fare mentre avanza silenzioso l' inferno sociale e il default alla cipriota.

EVVIVA IL MOVIMENTO CHE DOVEVA CAMBIARE IL MONDO,IL MOVIMENTO DEI CITTADINI...EVVIVA EVVIVA!
Dicevate in campagna elettorale? Dov'è il cambiamento? Dove? Dove?
Complimenti vivissimi.
 
 
#12 Franco 2013-03-19 08:52
Aspettiamo e vedremo, se il m5s non si prenderà la responsabilità che una parte degli elettori gli ha dato, sparirà nel giro di sei mesi. Il m5s deve servire al Parlamento per controllare l'operato del prossimo governo di sinistra costringendolo a fare finalmente le riforme che hanno promesso.
 
 
#11 Ok ,ma...... 2013-03-18 11:52
Non ho votato 5 stelle, ma ho apprezzato i buonji intenti di questo movimento. Non mi piace il clima di terrore che sta creando Grillo nei confronti dei suoi senatori, e non mi piace questa mancanza di volontà di trovare inisieme una strada per questa nostra ITALIA.
 
 
#10 LOL 2013-03-18 11:17
ma quì non si parla di altri esponenti,si parla di M5S,quello che avete voluto far passare per salvagente...e che invece è zeppo di incongruenze ed incoerenza su più fronti.
Ah,dimenticavo pure l'ignoranza di chi deve rappresentare il movimento eh!
 
 
#9 ITS ME 2013-03-18 09:25
Per LOL:
Chi segue le Iene sa che figuracce simili le hanno fatte anche esponenti degli altri schieramenti: evidentemente l'ignoranza è bi anzi tri-partisan :-|
 
 
#8 LOL 2013-03-18 06:54
Durante un'intervista la neo-deputata del Movimento 5 Stelle Gessica Rostellato, dinanzi a delle banalissime domande poste della "iena",ha risposto così (testuali parole):

- Cos'è la BCE?

"Ehm.....pfff...oddio...che domanda....ehhhm...."

- Banca...

"Sì, sicuro...ehm bancaaa....banca....oh, no dai... non chiedermi ste cose, sono proprio fusa, sai..."

- Va bene, e Draghi chi è? Chi può essere sto Draghi?

"...ehm, è stato il nostro....mhh.... come si chiama....ehm... il Presidente....no il Presidente, scusa, petta... della banca d'Italia ma adesso non mi viene la parola..."

- Ma adesso che fa sto Draghi secondo te?

"eeeeehhhhhhh.....vuole farsi candidare come Presidente della Repubblica? ahahahah"

- Ma rispetto alla BCE chi può essere Draghi?

"Rispetto alla BCE?? Non lo so. Posso andare?"


IN CHE MANI CI AVETE MESSO MAMMA MIA!!!
 
 
#7 mah 2013-03-18 01:24
Quindi secondo lei potrebbe esserci un governo di galantluomini capace di eliminare i balzelli promessi ai cittadini? Bene, mi dica, in quale Stato?!
 
 
#6 eminem 2013-03-17 20:41
IL mio voto è uguale a quello di milioni di idioti e, purtroppo, va rispettato. Dare a Grillo la responsabilità delle sorti del paese dopo che ancora una volta milioni di idioti hanno votato i soliti maiali mi sembra ingeneroso. Sta a maiali sbrogliare la matassa e pagare pegno per anni di immobilismo. Sta a loro prendersi le responsabilità. Non ai Grillini.
Per cui Smaldino, che predichi a molti di essere vittime dei teleimboniutori, tu non sei da meno se segui la stampa in mano alle banche.
 
 
#5 FALSA POLITICA 2013-03-17 18:39
Grillo ha a cuore la sua esclusiva sopravvivenza. Ha messo in piedi un movimento cittadino composto da un mix di ex elettori di dx e di sx delusi della politica, ma sopratutto di cittadini che, per svariati motivi, si sono sempre disinteressati della politica. La fiducia ad un governo di csx causerebbe grosse spaccature all'interno del movimento con la conseguente autodistruzione. Per questo l'ingovernabilita' e le successive elezioni rappresentano per Grillo e seguaci la possibilita' di avere la maggioranza assoluta e quindi di poter governare da soli. Pura utopia perche' su tutti sovrasta ancora re Silvio sostenuto dalla maggioranza degli italiani(?). Al M5S va riconosciuto il merito di aver dato uno scossone al modo di fare politica che ha portato ad una ventata di rinnovamento della classe politica e, almeno nei programmi, all'introduzione di provvedimenti orientati all'equita' sociale e alla cancellazione di sprechi e privilegi. Ma se tutto cio' non si traduce in fatti, su di loro pesera' la responsabilita' di aver contribuito allo sfascio del paese.
 
 
#4 obiettivo 2013-03-17 18:29
Io penso che il M5S non interessa niente della nostra ITALIA e che a loro interessa solo far casino facendo perdere il treno della ripresa.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.