Lunedì 22 Luglio 2019
   
Text Size

Mentre i cittadini urlavano, i politici facevano...altro!

reichelin con locorriere

Continua il dibattito post-elezioni sulle pagine di CassanoWeb. Dopo i comunicati (trionfanti o autocritici a seconda delle circostanze) di alcune forze politiche cassanesi e i contributi attraverso articoli e commenti da parte di numerosi cittadini, riceviamo e pubblichiamo una riflessione del sig. Giuseppe Locorriere, già segretario cassanese dei Democratici di Sinistra.


 

UNA LEZIONE DA NON DIMENTICARE……SPERO

La “vittoria” limitata del csx e la “sconfitta” reale del cdx in queste elezioni politiche, certamente non è dipesa dal risultato locale anche se occorrono serie e severe riflessioni su come la politica in questo paese è totalmente inesistente, e ovvio, dal mio modo di concepire, ” fare politica” .

I confronti e le valutazioni si fanno con i numeri”reali”, e non con le aspettative e con le previsioni di voto: basta confrontare i risultati di questa tornata elettorale con le elezioni del 2008 per capire come si sono mossi gli elettori; continuare a proclamarsi vincitori quando invece gli elettori hanno bastonato i partiti, vuol dire ancora una volta essere orbi e stupidi.

Il csx in questa tornata elettorale ha perso circa 3 milioni di voti e il cdx ne ha persi circa 6 milioni (vedi box in fondo pagina, NdR).

Proclamarsi soddisfatti o quasi vincitore significa perseverare nelle bugie e nelle falsità oltre a continuare a considerare i cittadini una razza inferiore ai politici eletti.

Inverosimilmente i cittadini finalmente viaggiano piu’ veloci dei politici ed hanno la capacità di scuotere la classe politica e spesso dimostrano di stare qualche passo avanti agli illusi del potere: la dimostrazione è stata data proprio da questo voto.

I cittadini oramai da tempo stavano urlando, implorando, quasi supplicando i partiti  disattenti al richiamo del popolo, alle preoccupazioni delle famiglie, ai disagi che giornalmente investono chi deve mettere insieme pranzo e cena, agli anziani che stanno limitando gli acquisti dei farmaci per sopravvivere, ai genitori che hanno limitato il futuro dei propri figli perché impossibilitati a sostenerli negli studi e a tutti i disagi che bisogna vivere giorno per giorno, dai conti della spesa alle bollette da pagare ….e al lavoro che manca e che riduce a schiavi gli uomini e le donne, imprese e lavoro.

I cittadini urlavano …..ei i politici di riferimento non ascoltavano…..la piazza gridava, ma loro erano impegnati altrove.

E i politici cosa hanno fatto: hanno continuato con i loro privilegi, annunciando riforme mai fatte realmente e che rimandavano alle future legislazioni la loro applicazione….mentre sono stati tutti bravi ad approvare leggi che pesavano sui cittadini indistintamente …una tra tutte , quella sciagurata legge Fornero sul lavoro.

Loro, i politici in buona sostanza hanno continuato a vivere con i privilegi e ruberie della casta, chi piu’ e chi meno, e i cittadini invece dovevano sobbarcarsi il peso della crisi con rinunce e sacrifici.

Quale è stata la rabbia degli elettori del csx, o forse la mia: da sempre abbiamo pensato che mandare al parlamento i “nostri “ rappresentanti doveva servire a moralizzare la politica, pensare che chi comanda e guida la nazione è migliore dei suoi elettori e che la politica deve essere un sacrificio e non acquisire del benessere solo per sè.

Purtroppo non è sempre stato cosi, una volta eletti, superate quelle maledette soglie del parlamento e del senato ci si è dimenticati dei propri elettori pensando di avere un mandato eterno.

E ovvio che gli elettori del cdx avranno anche loro di che analizzare i propri “ guai” con un po’ di onestà intellettuale ed evito di entrare in merito proprio per evitare inutili conflitti “tra poveri” …..poi ognuno decide da che parte stare.

Grillo non ha fatto altro che amplificare le voci di questo popolo scontento che ha dato una bella “scoppola” riportando spero, la politica arrogante a capire che questa volta le cose bisogna farle senza se e senza ma.

Mi auguro che questo patrimonio pesante non resti solo protesta ma che si renda protagonista del cambiamento (se non ora, quando!) insieme alle forze progressiste di questo paese ……senza sedersi per aspettare che passi il cadavere….. dell’Italia; la campagna elettorale è finita, sono rimasti i problemi degli italiani da risolvere!

Come finirà o meglio come inizierà questa nuova stagione politica e difficile pronosticarla…..l’importante che d’ora in avanti la politica sia sottomessa ai cittadini e non il contrario, che il csx abbandoni qualche “scarpa sottile” e chi ha “la puzza sotto il naso” e ritorni ad essere faro della società, anche in questo paese.. … non so voi ma questa è la politica che a me piace e che vorrei continuare a fare.

Buona fortuna !

g.ppe locorriere

voto colnfronto cifre

 

Commenti  

 
#3 Franco 2013-03-01 10:54
Non c'è alternativa il M5S deve allearsi con il PD per una legislatura di vere riforme, se questo non dovesse accadere sarà rivoluzione civile!
Lo scenario è questo: 1) con il governissimo PD e PDL ci aspettano 1 o 2 anni di inciuci e alle prossime elezioni un KO per la Sinistra e la fine del PD.
Il PDL continuerà a mantenere almeno il 30% dei voti nazionali, perchè è ormai chiaro che quella percentuale è data dagli elettori (dai 50 anni in sù) che avendo già acquisito una certa sicurezza economica e finanziaria preferiscono che le cose rimangano sempre uguali per paura di perdere i loro privilegi acquisiti (tra di loro ci sono molti evasori fiscali, furbetti del quartiere e nostalgici del passato fascista).
Il M5S o come si chiamerà in seguito sarà l'unico movimento o partito che convoglierà i voti degli elettori che non si rispecchiano nè nel PD nè nel PDL e sono quelli che attendono da tempo il vero cambiamento, ma con il rischio di avere una mancanza di linea politica.
Pertanto ritengo che sia, adesso, il momento giusto per forzare questo cambiamento o sarà rivoluzione!
 
 
#2 Cittadino a 5 Stelle 2013-03-01 01:03
"Mi auguro che questo patrimonio pesante non resti solo protesta ma che si renda protagonista del cambiamento". Il M5S ha già dimostrato con i fatti la via del cambiamento: riduzione degli stipendi e dei privilegi della casta (vedasi in sicilia), rinuncia ai rimborsi elettorali, per es. Non so a quali forze progressiste pensanti si riferisce ma io vedo solo che tutti dovranno rincorrere il M5S se vogliono dare una mano a salvare l'Italia. Mi dica una riforma che hanno fatto per gli italiani queste forze progressiste.
 
 
#1 wuelà 2013-03-01 00:24
Ma la prima cosa che deve fare chi avrà l'incarico dal capo dell Stato è la riforma elettorale : basta con questi premi di maggioranza..per tutte le votazioni ( anche per Cassano con le comunali).
I primi due partiti maggiormente suffragati devono andare al ballottaggio se non raggiungono la maggioranza al primo turno...ORA L'INCARICO LO DEVONO DARE AL M5S perchè è stato il primo partito e Bersani rappresenta meno italiani di Grillo...( se fai i conti il 25% del 75% degli elettori. non rappresenta che il 18% circa degli italiani maggiorenni... e pretende poi di governare in nome di tutti gli italiani ..fate le regole giuste e non ci saranno più le ingovernabilità...Io mi sono già scocciato per tante polemiche e ragionamenti per una legge elettorale definita porcellum dallo stesso scienzato di relatore leghista, e per un Senato che non serve a niente ma solo a dare poltrone a vita e vitalizi intoccabili . Non intervengo più,basta per i prossimi vent'anni.Wuelà
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.