Fondazione "S. Maugeri": una riflessione del Presidente Zullo

ignazio zullo 1

Dal Presidente del Consiglio Comunale di Cassano, Ignazio Zullo, riceviamo e pubblichiamo.

 

Il battibecco politico non può negativizzare il buon andamento dell’azione amministrativa

Intervengo, sig. Direttore, a tutela del buon andamento dell’azione amministrativa che si è sviluppata in merito al progetto di ampliamento del Centro medico di Riabilitazione Fondazione Salvatore Maugeri.

E’ un dovere che mi tocca perchè alcuni comunicati, legittimi nella misura della partigianeria, ledono la credibilità e il proficuo lavoro della massima assise cittadina che è il Consiglio Comunale.

Parto dalla considerazione di fondo dirimente e cioè che nella Pubblica Amministrazione vige la separazione dei poteri nel senso che il potere gestionale è attribuito ai dirigenti mentre il potere di indirizzo è attribuito ai politici.

Nessun ritardo può essere attribuito alla politica nell’approvazione del progetto. E’ vero invece il contrario e questo può e deve essere testimoniato dai Capigruppo in Consiglio che non possono negare la circostanza per la quale ho dovuto riconvocare la Conferenza dei Capigruppo per riformulare l’ordine del giorno di un Consiglio Comunale già definito per permettre immediatamente l’esame del progetto in Consiglio non appena il dirigente competente ha ultimato le proprie valutazioni tecniche sul progetto stesso trasmettendolo alla parte politica per le valutazioni di competenza della politica.

Quanto alle interruzioni in Consiglio esse non vanno interpretate come elemento di negatività ma come segno tangibile del senso di responsabilità e di ponderazione che pervade tutti i Consiglieri Comunali che di fronte alle perplessità e ai dubbi che legittimamente scaturiscono dalla discussione che si evolve in Consiglio Comunale con umiltà si fermano per analizzare, approfondire, esaminare con piena cognizione di causa affinchè il voto che si va ad esprimere possa essere consapevole, libero e sereno.

Se da un lato mi dichiaro orgoglioso di presiedere un Consiglio Comunale di elevata qualità, dall’altra mi dolgo di un battibecco avviato sui siti che, pur di difendere come assolutamente vere e giuste le proprie posizioni, getta discredito su una politica che nel caso specifico ha dimostrato di aver compiuto fino in fondo il proprio dovere nel rispetto del mandato ricevuto dai cittadini nel rispetto di una doverosa risposta che si doveva a portatori di bisogni e di interessi legittimi.

Ai cittadini voglio rendere noto, ove non lo fosse, che tutto il dibattito che si sviluppa in Consiglio è registrato parola per parola e che è visibile sul sito istituzionale del Comune.