Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/sindaco_gentile_2.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/sindaco_gentile_2.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

GENTILE RINGRAZIA LA CITTA' DOPO L'EVENTO LUTTUOSO

sindaco_gentile_2.jpg

Il Sindaco di Cassano, Giuseppe Gentile, ha diffuso un messaggio di ringraziamento alla città dopo l’evento luttuoso che lo ha colpito domenica scorsa, quando sua madre Giovanna Cristiani, al termine di un periodo di malattia e sofferenza, ha lasciato questo mondo.

Ecco il testo del messaggio.

 

Desidero ringraziare, anche sul piano istituzionale, quanti sono stati vicini all’immenso dolore per la scomparsa della mia cara mamma; vi abbraccio idealmente tutti, pur stretto nella morsa di un’ afflizione senza pari. Una mamma è sempre, naturalmente, vicina ai propri figli: la mia lo è stata in maniera speciale, anche in questi lunghi anni di esperienza amministrativa messa al servizio della comunità. Non ne ha potuto vedere, purtroppo, la conclusione, ma è stata compagna insostituibile, sempre silenziosa, sobria e discreta, in questo difficile e impegnativo percorso della mia vita.

Mai gli uffici comunali hanno conosciuto forme d’intrusione materna nella vita pubblica del figlio: non una visita, non una telefonata, come a voler tenere totalmente fuori dalla dimensione pubblica lo scrigno, a Lei più caro, quello dentro il quale custodiva gelosamente l’esclusività del proprio amore materno. Ella ha accettato di pagare pegno anche alla sua grande sete di affetto filiale, purché la comunità fosse servita all’altezza delle problematiche di ogni giorno, pur non nascondendo la sofferenza per la durezza dello scontro politico, quando negli ultimi tempi lo stesso aveva ormai toccato, con tangibile evidenza, livelli di brutale imbarbarimento.

Per quanto mi riguarda non posso tacere che molto è cambiato dentro di me; questo particolare evento luttuoso mi ha scosso molto, mettendo a durissima prova il mio animo oltremodo sconvolto; ed è per questo che mi perdonerete se nel prosieguo del mio impegno istituzionale, sino alla sua naturale conclusione, senza nulla togliere ai doveri d’ufficio, anche nel rispetto dell’insegnamento materno, manterrò un profilo assai defilato, sapendo di poter contare, in questo difficilissimo momento della mia vita, sulla collaborazione di amministratori, dirigenti e dipendenti valenti, ma soprattutto sul sostegno morale e affettivo dei miei amatissimi concittadini.

Un grazie come Sindaco a tutti Voi, ma un grazie, me lo consentirete, come figlio, alla mia dolcissima mamma, senza il cui amore non avrei certamente potuto spendermi per servire, al meglio delle mie possibilità, questa comunità per quasi dieci anni.

Con immenso affetto, il Vostro Sindaco, Giuseppe Gentile