Mercoledì 21 Novembre 2018
   
Text Size

DOPO GLI SCHIAFFI IN FACCIA...I CALCI IN CULO

Non bastavano gli schiaffi in faccia, adesso anche i calci in culo! E lo so, qui scadiamo nella volgarità…ma come dicono non so dove “Quanno ce vò, ce vò”.

 

Passi per il “Garden Village” per il cui recupero il Comune di Cassano ha fatto un Bando senza ascoltare alcuna associazione locale. Ma adesso pure con “Bollenti Spiriti”, i laboratori urbani ideati, pensati e progettati dalle associazioni di Cassano ed Acquaviva!

 

Fatemi capire: quando si tratta di mettere le idee, il tempo e le capacità, le associazioni locali (Acquaviva compresa) vengono interpellate. Quando, invece, occorre GESTIRE dunque avere a che fare con soldi e investimenti, bè lì le associazioni locali sono a priori escluse. Nessuno sapeva niente di ‘sto Bando: nessuno. Nessuno era stato interpellato prima, magari per suggerire una diversa forma di gestione. Viene dato tutto ad un unico soggetto (coop, associazione o quant'altro): arrivederci e grazie!

 

E non mi si venga a dire che la Regione Puglia attendeva da mesi la pubblicazione: ma perché nessuno ci ha pensato prima…una riunione, un incontro. Se ne fanno tanti, perché quando si tratta di “gestire”, gli indigeni non esistono!

 

Perché c’è gente che riesce a compromettere le cose più intelligenti e potenzialmente sane?

 E  poi sarei io quello volgare? Non è forse più volgare una certa gestione del potere? Un fare tutto sopra la testa dei cittadini? E dei cittadini organizzati quali sono le associazioni?

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI