Lunedì 24 Febbraio 2020
   
Text Size

A Cassano una giornata di studio sulla innovazione didattica

d05a1d_DSC_0214_Modifica_HomeIm_799x400

Venerdì 31 Gennaio 2020 alle ore 18,00 nell’Auditorium dell’I.I.S.S. “Leonardo da Vinci” di Cassano delle Murge si terrà un seminario dal titolo: “Insieme per costruire il futuro: l’istruzione trasforma le vite”, in occasione della Giornata Mondiale dell’Educazione (24 gennaio).

L’incontro è organizzato dall’associazione APS Senza Zaino per una Scuola Comunità di Cassano delle Murge, dal Club per l’Unesco di Cassano, dall’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” e dall’I.I.S.S. “Leonardo da Vinci” di Cassano delle Murge.

Dopo i saluti dei Dirigenti delle Istituzioni scolastiche, Prof. C. Crapis e Prof.ssa I. Lazazzera, della Presidente del Club per l’Unesco, Dott.ssa M. Campanile e della Referente Associazione Scuola Senza Zaino, Dott.ssa A. Pietroforte, interverranno il Prof. M. Orsi, Ideatore della scuola Senza Zaino e la Dott.ssa M. P. Pietropaolo, Referente Senza Zaino per il Sud Italia. Interverranno, poi, i Docenti del “Leonardo da Vinci”, scuola capofila nazionale di
Avanguardie Educative per l’idea ”oltre le discipline” con il Prof. D. Bracciodieta sul tema “Oltre le discipline e il metodo scientifico” e la Prof.ssa I. Paradiso su: “Il valore della cultura umanistica in ambito scientifico”.

L’incontro, aperto al pubblico, sarà coordinato dalla Prof.ssa M. Simone e vuol essere un momento di riflessione comune delle Scuole con il territorio per ripensare il ruolo dell'istruzione, dell'apprendimento e della conoscenza alla luce delle enormi sfide e opportunità dei “futuri previsti, possibili e preferiti” anche in ragione del Quadro di azione Education 2030 dell’UNESCO.
Nella mattinata il Prof. Marco Orsi la Dott.ssa Maria Paola Pietropaolo opereranno con i
docenti dei plessi dell’I.C. “Perotti-Ruffo”, e alle 15,00 nel plesso di via Convento tutti i
docenti incontreranno il prof. M. Orsi per fare il punto sull’attuazione del metodo SZ e per
individuare le prospettive di sviluppo.

 

Commenti  

 
#20 Attilio 2020-01-31 14:18
Secondo me la falla è laddove si pretende di capovolgere i metodi classici dell'insegnamento senza preoccuparsi prima di formare adeguatamente chi dovrebbe attuare questa rivoluzione culturale.
Gli insegnanti a cui vengono assegnate le classi s.z. sono abilitati a questo tipo di insegnamento?
Se la gente parla male di questo metodo vuol dire che un fondamento di verità c'è e non bisogna lavarsi le mani dicendo che la colpa è di chi non fa cambiare corso al figlio o di chi è al primo anno di insegnamento.
Chi si inventa un programma nuovo dovrebbe istruire e rendere capaci chi deve mettere in atto tale programma, altrimenti tutte le teorie scientifiche su cui si regge rimangono solo teorie.
Spero, da non scienziato in materia, di aver dato un modesto contributo alla società ed a coloro che affidano i loro figli allo Stato, che si mantiene e può pagare gli insegnanti grazie a loro.
 
 
#19 5 stalle 2020-01-30 16:27
A Cassano si applica il motto uno vale uno. Basta un diplomino qualunque, una ricerca su Google, un post su fessbuk e sono tutti esperti. Ci attende un futuro meraviglioso.
 
 
#18 Checco 2020-01-30 13:58
Se continuano con questo metodo Senza Zaino, mi vedrò purtroppo costretta ad accompagnare i miei figli ad una scuola fuori paese....come tutte le altre cose che ormai riusciamo a fare solamente fuori paese....
 
 
#17 maddai 2020-01-30 13:50
il dibattito affidato solo ai docenti , i genitori fuori a fare i genitori a casa , la dannazione di averli inseriti nei progetti ha innescato il declino della scuola italiana , non ne sanno nulla e si credono docenti , i docenti fatelo a casa vostra
 
 
#16 Luca Lor 2020-01-30 12:43
Quanti commenti sotto falso nome, ma chi credete di prendere in giro? Chi sono veramente questi commentatori?
#14 Pina der.
Hai bisogno che te lo dica un esperto se il s.z. non è adatto a tuo figlio? Se hai dubbi, non lo iscrivere, punto e basta.
#7 Genitore
Se hai già iscritto tuo figlio al liceo di cosa ti preoccupi? In ogni caso non farà il s.z. Goditi pure la tua cultura come meglio credi.
#8 e #13 Lasciateperdere
Hai postato un articolo del 2018 preso da facebook e scritto da tale Mirella Molinaro, prima di farlo hai visto chi è l'autrice? Si tratta di una giornalista cosentina che si occupa di cronaca locale, in tutto l'articolo non è citata una che sia una fonte, uno studio o gli autori di uno studio. E poi ti chiedo, l'hai letto? Cita una generica "prof", una "docente nel suo primo anno di insegnamento", insegnanti di una mitica scuola del grossetano; un articolo con ZERO VALORE scientifico, buono per i social e il gossip. Non contenta fai un secondo intervento in cui riporti un passaggio sempre dello stesso articolo. Se la fonte delle tue certezze è quella, allora te lo dico con il cuore, LASCIA PERDERE TU.

Quello che si vede qui è il riflesso della guerra intestina in corso nella scuola elementare e nella scuola media, tra chi si mette in gioco e spende i propri soldi e tempo per aggiornarsi e chi per giustificare le sue scelte denigra l'impegno altrui, salvo rosicare quando si accorge di quali famiglie scelgono cosa. Guerra per la quale, soprattutto i conservatori, cercano l'alleanza dei genitori; guerra che 5-6 anni fa ha avuto una fiammata nel liceo e che adesso rischia di esplodere pure in quella scuola.

Presunti esperti e presunti genitori, da nessuna parte c'è l'obbligo di iscrivere i propri figli al s.z, al digitale o ad altre sperimentazioni, chi non li ritene validi faccia serenamente la sua scelta e soprattutto smetta di spargere veleno.
 
 
#15 Scacarella Felice 2020-01-30 09:15
L’incontro, comunque, pare non abbia come solo ed esclusivo obbiettivo il senza zaino, ma l’innovazione didattica in generale, cosa di cui ci sarebbe un grande bisogno.Per quanto riguarda il senza zaino: non sarebbe la prima volta che una novitá in campo scolastico-educativo, buona e valida nei contenuti e nelle finalitá, viene applicata male.
 
 
#14 Pina der. 2020-01-29 20:57
Invitate al tavolo gli esperti che ritengono non idoneo il senza zaino per i nostri figli
 
 
#13 Lasciateperdere 2020-01-29 14:06
Sig. Ruby, sig. Vitone: riporto solo poche righe dell'articolo sulla scuola s.z e già quest'articolo fa da interlocutore idoneo "per competenza scientifica e pedagogica" :“Così, c’è un caos totale – racconta una docente nel suo primo anno di insegnamento – non riesco a gestire la classe, a seguire un programma. I miei alunni pensano di essere al parco e non a scuola. Faccio difficoltà a far comprendere loro la finalità didattica dello studio senza libri e senza compiti. Si tratta di un metodo efficiente solo sulla carta. Tante buone idee, difficili da applicare. Durante 5 ore di lezione non ti possono bastare i cuscini colorati” ecc ecc
 
 
#12 vitone 2020-01-29 11:07
Per #3 Maria L
Immagino che durante l'incontro porterai la tua esperienza diretta a confutazione delle tesi dei relatori. Assisterò con interesse.
 
 
#11 vitone 2020-01-29 11:05
Leggo tanti commenti "velatamente" contrari al metodo s.z. e critici nei confronti dei relatori.
Io mi chiedo, quali titoli e quali esperienze avete a supporto delle vostre tesi?
Vediamo di fare qualche ipotesi.
1) Le maestre che lo contestano sono quelle che evidentemente non lo applicano (o almeno lo spero) quindi basano le loro tesi su quello che vedono fare alle loro colleghe. Pochino direi per supportare tutto il livore che ci mettono.
2) Le famiglie che lo contestano evidentemente non sono quelle dei ragazzi che lo adottano perchè altrimenti li avrebbero già cambiati di classe. Quindi si tratta di notizie di seconda o terza mano raccolte dall'amica, dalla cuGGina, dalla vicina di casa, ... Anche qui poca sostanza e molte chiacchiere.
Potrebbero essere anche famiglie di ragazzi che hanno iniziato il s.z. e che poi hannno cambiato; ammesso che ce ne siano, queste parlerebbero per la loro esperienza personale, che non è poco, ma si tratta sempre il LORO caso.
3) Ultimo che mi viene in mente, gli insegnanti che si sono formati, hanno sperimentato per diversi anni il metodo s.z. ed hanno concluso che è meglio non adottarlo.
Io direi che solo questa ultima categoria ha diritto di parola sull'argomento, tutti gli altri farebbero bene a tacere sui social e caso mai mi aspetto di vederli contestare nell'incontro pubblico.
 
 
#10 vitone 2020-01-29 10:46
A #1 Genitore s.z.
Se davvero sei un genitore di uno studente s.z., visto quello che scrivi, immagino che lo avrai già cambiato di classe, vero?
 
 
#9 Ruby 2020-01-29 10:15
L'invito è aperto a tutti anche agli scettici, ai critici e ai leoni da tastiera che per puro diletto si limitano alle chiacchiere della strada.. L'invito, quindi, è esteso anche ai primi 6 che hanno commentato la notizia
(Occasione ghiotta per contestare metodi, modelli e scelte dando prova di essere in possesso di elevata competenza scientifica e pedagogica)
 
 
#8 Lasciateperdere 2020-01-28 21:29
Leggete questo articolo e fatevi un'idea di cosa stanno parlando: https://www.lanotiziagiornale.it/bocciata-la-scuola-piu-leggera-fallisce-il-progetto-degli-istituti-senza-zaino-tutte-le-falle-del-modello-sperimentato-in-toscana/?fbclid=IwAR3kvgssrH776s4y7aUHbtmxLtRlluDAX5YNph3liQEgZSPcoisDMUMpvqU
 
 
#7 Genitore 2020-01-28 21:14
Gent.mi Dirigenti fatemi capire, avete intenzione di "esportare" questo modello anche al Liceo? Ritiro immediatamente l'iscrizione di mio figlio. Da genitore non voglio sostenere questo business a discapito della cultura.
 
 
#6 Laterza 2020-01-28 18:22
La prof. Simone si rende conto di quale modello di scuola si fa paladina? Non la riconosco proprio!!!
 
 
#5 colino 2020-01-28 16:40
Vanno alla ricerca di consensi perche' stanno perdendo la credibilita'?
 
 
#4 Delusa 2020-01-28 16:33
Per carità...pensare alla scuola dei "futuri previsti, possibili e preferiti" e associarla al modello senza zaino? No grazie, abbiamo già dato!
 
 
#3 Maria L 2020-01-28 13:28
Dovreste invitare al tavolo anche professoroni che sono contro il senza zaino.
Questo è il vero confronto se lo volete.
 
 
#2 le comiche 2020-01-28 09:40
Il liceo sta preparando un altro bluff come quello di 5 anni fa quando fece iscrivere i nostri figli a classi digitali che non sono mai state fatte?
E dall'altra parte, vogliamo parlare delle maestrine che continuano a sparlare delle classi senza zaino? Fior di maestre plurititolate con lauree, dottorati e master danno consigli su quale metodo scegliere alla scuola media. Siccome loro hanno fatto centinaia di ore di formazione specifica, hanno fatto anni di esperienza con le classi digitali e con quelle senza zaino, indovinate cosa consigliano?
 
 
#1 Genitore s.z. 2020-01-28 09:06
....un altro giorno di scuola perso nel "dolce far niente" del senza zaino. Per carità non coinvolgete il Liceo in questo lento declino.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.