Martedì 16 Luglio 2019
   
Text Size

"MAGNA INVENTIO": il programma della rievocazione storica

BANNER Madonna di Basc

Si intitola “MAGNA INVENTIO” ed è un ampio progetto di riscoperta delle radici storico-sociali e religiose cassanesi legate alla festa della “Madonn d’ basce” che ogni anno si celebra a Cassano nella terza domenica di Maggio dal lontano 1855 quando il paese veniva chiamato “Cassano de Bari”.

Festa di fede ma soprattutto appuntamento identitario di una intera comunità.

Ed è proprio un lungo salto indietro nel tempo quello che si propone di fare “MAGNA INVENTIO” nelle tre giornate del 17, 18 e 19 maggio prossimi.

Un Corteo storico, uno scorcio della Cassano di quegli anni, la fiera delle merci varie, musica, arte, cibo e… tanto altro animerà le giornate che precedono la festa e che si concluderanno con la tradizionale processione religiosa nella serata della terza domenica di maggio.

L’ideazione e l’organizzazione di “MAGNA INVENTIO” sono a cura di un nutrito numero di associazioni, gruppi, cultori delle tradizioni e delle storie cassanesi, che volontariamente hanno  lavorato per mesi con l’obiettivo di dare vita ad un evento mai visto prima a Cassano delle Murge.

L’iniziativa, sostenuta e patrocinata dal Comune di Cassano delle Murge, ha il sostegno della Parrocchia “Santa Maria Assunta”, della Comunità Agostiniana presso il Santuario “Santa Maria degli Angeli” e del Comitato Festa Patronale  ed è organizzata da: Associazione OFFICINE DEL SUD – Pro Loco “LA MURGIANELLA” Unpli – Associazione “INSIEME” – UTE Università della Terza Età di Cassano delle Murge – Associazione “IL TAPPETO VOLANTE” – Associazione “Inter Club – Giacinto Facchetti” - AGESCI  “Cassano 1°” – Associazione “AMICI DEL CAVALLO” – Associazione “AMICI DI TUTTI” – Club per l’Unesco di Cassano delle Murge –Vespa Club di Cassano delle Murge – Associazione “La Ginestra Clelia Nuzzaco onlus” – Associazione “LUCI A TEATRO” – Esperia Football Club – AVO delle Murge – “Murgia Trekking and more” – Gruppo C.a.P. onlus – Gruppo Telecomunicazioni G.T.C. oltre a tanti volontari e attività commerciali.

Il programma

Venerdì 17 maggio

Ore 19.00: arrivo dei frati francescani in Piazza Moro e annuncio del ritrovamento dell’Immagine sacra;

Ore 19.30: partenza del corteo storico con figuranti, carrozze, musici fino al piazzale del Convento;

Ore 21.30: spettacolo delle ombre a cura dell’UTE sul ritrovamento dell’Immagine sacra nella Grotta, ideato e diretto dalla prof.sa Dina Colaninno.

Presso l’Aula Magna dell’Università della Terza Età di Cassano, in piazza Garibaldi, alle ore 17.00 sarà inaugurata la mostra “Cassano, la madonna, il Convento” a cura dei docenti e degli studenti dell’UTE. La mostra resterà aperta fino al 26 maggio dalle ore 18.30 alle ore 20.30. Ingresso libero.

Sabato 18 maggio

Ore 19.00: in via Chimienti arrivo dei frati francescani e annuncio del ritrovamento dell’Immagine sacra;

Ore 19.30: in piazza Moro Concerto del Coro Civico di Santeramo in Colle.

Parteciperà la soprano Stefania Sabino.

Ore 20.15: presso la chiesa di san Nicola Concerto dell’Orchestra Sinfonica dell’Alta Murgia offerto dalla Fondazione “Albenzio-Patrino”. Direttore: Domenico Nuzzaco. Soprano: Anna Giove.

Ore 22.00: in piazza Moro concerto dei Tarantinìdion.

Per tutta la serata, lungo il percorso fra via Cesare Battisti e via Chimienti ci saranno botteghe, mostre, animali, giochi di una volta.

Domenica 19 maggio

Ore 17.30: in piazza Moro benedizione del pane a cura dell’Associazione “Amici del Cavallo” e partenza per il Convento.

Ore 18.30: processione del Quadro della Vergine (da piazza Moro al Convento)

Ore 19.30 circa: Celebrazione Eucaristica sul piazzale del Convento.

 

Un po’ di storia

Il ritrovamento dell’affresco, dopo lunghe ricerche, fu a cura dei padri francescani (che all’epoca custodivano il Convento, oggi retto dai padri Agostiniani) padre Vincenzo da Turi e frate Michele da Bari dei Minori Riformati di san Francesco guidati dal Ministro Provinciale del Padri Riformati di san Nicola di Bari, padre Daniele da Valenzano. Della immagine nella grotta si erano perse le tracce, per non si sa bene quale motivo, tanto che la stessa era diventata quasi un deposito, un luogo dove scaricare materiali di risulta ma sulla base di documenti dell’epoca i padri francescani riuscirono prima a individuare la grotta quindi a rinvenire la Sacra Immagine della Madonna degli Angeli.

Dopo lo scoprimento dell’Immagine, i frati si precipitarono in paese, dando la bella notizia alle autorità ed al popolo tanto che fu subito deciso di organizzare un pellegrinaggio di ringraziamento verso il Santuario disponendo che ogni terza domenica del mese di maggio si celebrasse la Festa della “Madonn de basce”, ovvero la Madonna che si trova in basso, con riferimento alla Grotta: era il 19 maggio 1855!

Ma com’era la Cassano dell’epoca?

Nel 1862, primo Censimento del Regno d’Italia, Cassano –  da quell’anno chiamato “delle Murge” per distinguerlo da altri Comuni omonimi - contava 4.219 abitanti; l’80% degli uomini e il 90% delle donne era analfabeta. Solo nel 1861 la scuola di Cassano divenne di terza classe.

La popolazione cassanese dell’epoca era dedita per lo più all’agricoltura, al piccolo allevamento e all’artigianato. Nel 1855 Sindaco era Francesco Giuseppe Paternostro, 72 anni, a capo di una amministrazione facente parte del Regno delle due Sicilie, ultimi anni prima dell’Unità d’Italia.

Altri notabili erano don Carlo Caracciolo, Giudice e l’avv.to Antonio Maria Galietti, assassinato nel 1861. L’Arciprete era don Raffaele Turitto, primicerio don Giovanni Gentile a capo di un Capitolo che contava ben 16 sacerdoti.

Vescovo della diocesi  era mons. Michele Basilio Clari.

L’attuale “piazza Moro” non esisteva, almeno come tale: al suo posto c’era un ampio spazio sterrato con vigne, depositi di frumento e grano, qualche bottega e alcuni mulini. 

Fra il 1820 ed il 1842 vengono basolate alcune strade attorno alla Chiesa e solo nel 1859 si vara il progetto per il completamento della basolatura.

Nel 1861 arrivano le prime “lampade pubbliche”, con un servizio di illuminazione.

Cassano aveva la Pretura con annesso carcere (soppressi nel 1892) presso il Palazzo del Giudicato Regio in via Chimienti.

Nel 1875 comincia la costruzione dell’attuale Municipio, completato nel 1887.

C’erano due porte: quella “di sopra” o “della Croce” (via Chimienti) che fu abbattuta nel 1857; e quella “di sotto” in via Cesare Battisti nonché la terza porta, “calabrese” su via Santo Stefano.

Si contavano centinaia di pozzi, non essendoci né acquedotto né fogna.

Nel 1858 fu abbattuta la Chiesa Madre a causa di grave pericolosità di tetto e murature e fu ricostruita secondo l’attuale posizione. I lavori durarono 30 anni.

Nel 1852 fi riaperta al culto l’attuale chiesa di san Nicola, allora detta “del Purgatorio”.

Nel 1867 fu riaperta al culto la Cappella di san Rocco (originariamente chiamata di Sant’Angelo e di san Michele Arcangelo) e affidata alla Congregazione di san Rocco.

 

Commenti  

 
#51 PAOLA 2019-06-16 01:12
Per Paolone: mi scusi ma la mia vita privata non la metto assolutamente in pubblica piazza.... sono problemi miei se sono fidanzata oppure no. Si tratta
della mia vita privata. Tra l'altro non mi interesserebbe assolutamente sapere della sua.Per quanto mi riguarda la sua opinione mi scivola assolutamente addosso, non mi colpisce tanto meno ferisce.Se si fosse trattata di una critica costruttiva l'avrei anche accettata, ma trattandosi di "gossip", è un qualcosa che non mi riguarda.
 
 
#50 PAOLA 2019-06-15 13:46
Non rispondo più alle provocazioni per un semplice motivo: non ne vale davvero la pena. Vi auguro davvero ogni bene ma ho capito che discutere con persone che attaccano solamente senza ascoltare è inutile e dannoso.
 
 
#49 bastaaa 2019-06-05 17:00
Manca questo, manca quello...ci mancavi pure tu a dire tutte ste minghiate!!!!! e basta smettila che sei veramente ridicola
 
 
#48 Libellula 2019-06-05 16:58
Ahhhhhhh.... Così parlò Zarathustra!
 
 
#47 Paolone 2019-06-05 16:57
Paola ma ce l'hai un fidanzato?
Sennò parliamone, anzi no. Meglio che non inizi a parlare. Ma secondo me hai tanto bisogno di affetto, di comprensione, di coccole ... Dimmi dove ti trovo che vengo a prenderti. Sai è primavera e le murge sono in fiore
 
 
#46 PAOLA 2019-06-05 13:18
Non sono logorroica..ho semplicemente notato che qualcosa in questo paese non va...a mio avviso mancano le basi per poter andare avanti....mancano l'educazione, il rispetto reciproco e la buona volontà.
 
 
#45 basta 2019-05-28 09:34
scusi: logorroica
 
 
#44 BASTA 2019-05-28 09:32
PER PAOLA : E BASTAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!! ACCIDENTI QUANTO SEI LOGORROICA!!!!!
 
 
#43 PAOLA 2019-05-27 23:09
Mi dispiace per voi...ma il 19 mattina non ero l'unica persona presente in piazza e ahimè nessuno ha saputo darmi informazioni riguardanti i mercatini. In altri paesi, sono più organizzati e in caso di cambi improvvisi di programma la popolazione viene avvisata prima.
Un cambio di programma può anche starci ma non si può cancellare un evento all' improvviso senza avvisare nessuno. Stiamo scherzando? Di certo non sono io ad essermi messa in ridicolo esprimendo la mia delusione e il mio rammarico per l'accaduto.
 
 
#42 PAOLA 2019-05-27 22:40
Purtroppo la mattina del 19 maggio nessuno sapeva nulla dei misteriosi mercatini che avrebbero dovuto allestire... Non sono impazzita anche perché era previsto da programma. Preferisco essere educata anche perché se reagissi alle provocazioni passerei dalla parte del torto.
 
 
#41 Esperto 2019-05-27 21:52
x Paola, commento 38.
Altettanto a lei.
 
 
#40 Umiltà 2019-05-27 14:29
Signora Paola, lei rasenta il ridicolo.
Lei scrive " il rispetto lo si da nel momento in cui lo si riceve". Veramente a me hanno insegnato di rispettare per primo, poi sarai rispettato. Lei si attende onori e riverenza, trasfigura la verità dei fatti, si dichiara fiera di se stessa (Ma di che??), si dichiara persona colta. Ma non ci faccia ridere, da come scrive traspare benissimo lei chi è.
 
 
#39 Peppe65 2019-05-27 08:57
x Paola, commento 38.

Uff! lei ci prende per stanchezza. Legga semplicemente le castronerie che ha scritto nei messaggi precedenti e ci dica se sono critiche costruttive o se sono parole di biasimo e di disprezzo. Continua impropriamente, anzi, buffamente a recitare la parte dell'offesa. Eppoi guardi, questa sua spocchia di essere superiore:
- la sua associazione la adora!
- lei è fiera di se! Sic!
- lei avrebbe un "bagaglio culturale ed esperienza"!
- lei si attenderebbe delle scuse ma ci perdona se le scuse non arrivano!

Lei pensa che noi siamo dei fantozzi qualsiasi che dobbiamo inginocchiarci di fronte a lei che sarebbe il megadirettore galattico-siderale!

Va bene, ci ha preso per stanchezza. Noi ci inginocchiamo tutti di fronte a lei! Siamo indegni di essere al suo augusto cospetto! Con quale ardire osiamo rivolgerle le parola?! Lei è colta, noi no, lei è esperta, noi no, lei è adorata, noi no, lei è venerata, noi no! La imploriamo di volerci rimettere i nostri peccati e la supplichiamo di volerci perdonare di avere preso una iniziativa senza averla prima consultata!
Poveri noi, meschini! Vorrà accettare le nostre supplichevoli preghiere e la preghiamo - con il coro degli angeli e dei santi - di accordarci la sua misericordia!

Suo devotissimo, in ginocchio davanti a lei con il cilicio, con la cenere sul capo e le bucce delle mandorle sotto le ginocchia, Peppe65
 
 
#38 Paola 2019-05-26 08:52
Il rispetto lo si dà nel momento in cui lo si riceve...ho semplicemente fatto notare una mancanza e ahimè sono stata letteralmente presa di mira. Con quale spirito volete andare avanti? Aggredire una persona solo perché ha espresso un parere non credo sia il modo migliore per andare avanti.Personalmente vado avanti a testa alta Fiera di essere la persona che sono. Ho un mio bagaglio culturale e sappiate che l'esperienza si acquista con il tempo.Non dovete chiedermi scusa...le scuse non servono a nulla...serve Rispetto per sé stessi e per gli altri. Vi porgo distinti saluti e vi auguro un buon lavoro per i prossimi eventi.
 
 
#37 Rurik 2019-05-24 14:31
Sig.na Paola, le è stato chiesto scusa, gli organizzatori hanno capito di aver commesso una mancanza e si sono scusati.
Mi chiedo, cosa vuole di più?
Qual'è lo scopo del suo esprimere 30 volte le stesse parole?
Cosa spera di ottenere?
 
 
#36 X PAOLA 2019-05-24 14:19
Nel leggere la forma del suo testo riconosco una somiglianza con una ex articolista locale, forse potrei sbagliarmi o forse no! Abbiamo tutti appreso la sua denuncia per i mancati mercatini, apprezziamo il suo interessamento, la invitiamo ad accettare le scuse e a chiudere questa inutile polemica in cerca di consensi, che difficilmente troverà.
Si dedichi alla sua "ASSOCIAZIONE" che sicuramente avrà bisogno di lei, magari anche nel direttivo.


Detto questo approfitto per fare i complimenti ad organizzatori, associazioni e partecipanti per averci messo la faccia, il tempo e anche il proprio denaro per creare qualcosa di nuovo. E stato un azzardo ma alla fine è riuscito bene.
I piccoli contrattempi o imperfezioni? Sono cose che capitano a chi fa qualcosa!
Bravi tutti e in bocca al lupo per l'edizione del 2020 ;)
 
 
#35 Gervaso 2019-05-23 15:50
Sono uno SCOUT e ho partecipato attivamente al magna inventio e volevo congratularmi con gli organizzatori per l’idea del magna inventio e ringraziarli per aver regalato a tutta Cassano un vero momento di gioia ???? . Volevo sottolineare la bellezza di tutti i costumi ma soprattutto quello della marchesa Miani Perotti.????
 
 
#34 Peppe65 2019-05-23 08:07
X Paola, commento 33.

E dalle n'altra volta! Adesso la mette sul fatto che noi saremmo curiosi della sua vita. Veramente è lei che si è atteggiata a persona venerata dalla sua misteriosa associazione. Noi abbiamo soltanto difeso qualche benevolo volontario che ha provato a organizzare una cosa carina in paese dalle sue frustranti accuse che andavano oltre le lamentele o le critiche costruttive. Ora, come giustamente ha scritto qualcuno, ci deve soltanto rendere noto quando la sua associazione organizzerà anche solo una panzerottata e noi accorreremo solerti a questo evento storico organizzato secondo la sua precisione anglosassone che non ammette sbavature e che farà da scuola a tutti noi, poveri improvvisatori. Siamo anche disposti a consegnarle le chiavi della città per mano del Sindaco.
Grazie.
Suo devotissimo Peppe
 
 
#33 PAOLA 2019-05-22 16:52
Mi dispiace per chi vorrebbe avere maggiori informazioni sulla mia vita ma non sono tenuta a rispondere in alcun modo. Vi auguro ogni bene e buona fortuna per tutto.
 
 
#32 Esperto 2019-05-22 13:34
Signora Paola, quando é prevista la prossima manifestazione organizzata dall`associazione cui lei appartiene?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.