Lunedì 22 Ottobre 2018
   
Text Size

"La notte nazionale del Liceo Classico". Il programma del "Platone"

ragusa-notte-nazionale-liceo-classico-410

Torna anche quest'anno la Notte Nazionale del Liceo Classico, giunta ormai, con grande successo, alla sua quarta edizione. Venerdì 12 gennaio 2018, infatti, dalle 17:00 alle 24:00, gli studenti di tutti i licei classici italiani, con sette ore di apertura straordinaria, si esibiranno, come di consueto, in svariate performance. Si metteranno in atto letture pubbliche, recitazioni, concerti, rappresentazioni teatrali, degustazioni a tema, proiezioni di corti e dibattiti, coreografie e mostre fotografiche e artistiche.

Anche il Liceo Classico “Platone”, tra i migliori licei classici del barese secondo la Fondazione Agnelli, aderirà all’iniziativa, con una serie di attività che verteranno sul tema “L’evoluzione del concetto di virtù al femminile dall’antichità fino ai giorni nostri”.

Scopo precipuo dell’iniziativa è quello di far risaltare l'attualità del Liceo Classico all'interno del panorama del sistema formativo nazionale, nonché di promuovere ad ampio raggio la cultura umanistica, considerata elemento fondante per la costruzione di una società autenticamente libera, pluralistica e democratica. A tal proposito, gli studenti, supportati dai docenti, hanno pensato di affrontare una tematica di portata universale, concentrandosi, in modo particolare, sul rapporto di interazione uomo-donna, tra luci ed ombre, dal passato più remoto al presente.

Ad aprire le danze, la prof.ssa Federica Introna, autrice del romanzo La congiura, ambientato ai tempi del complotto nobiliare contro Nerone ed incentrato sulla sublime figura della liberta Epicari che dimostrò un’indomita fierezza nella lotta contro il dispotismo dell’imperatore, differentemente dai congiurati di nascita aristocratica.

A seguire, una rappresentazione teatrale che si dipanerà in un rapido excursus , dalla tenerezza di sposa e madre dell’Andromaca omerica, che invano cerca di persuadere il suo sposo a rinunciare al fragore delle armi e ad una morte gloriosa, alla controversa figura della Medea euripidea, capace di compiere un delitto efferato(l’infanticidio) pur di vendicare l’oltraggio subito a seguito del tradimento del proprio uomo. La Lucrezia liviana, simbolo eroico di pudicitia, capace di risvegliare le coscienze collettive contro i soprusi del governo regio, incanterà il pubblico.

Si passerà, quindi, ad illustrare la funzione sublimante ,sul piano spirituale, esercitata dalla donna della tradizione cortese e stilnovistica fino allo spregiudicato pragmatismo della Lucrezia machiavelliana, la quale, cedendo alle gioie dell’amore, manifesta la dote dell’individuo “virtuoso” (la duttilità nel saper cogliere l’occasione offerta dalla Fortuna); si focalizzerà dunque l’attenzione dello spettatore sul carattere imparziale ed egualitario  dell’amore materno della Filumena Marturano di Eduardo De Filippo, sulla strenua difesa del diritto dei suoi figli ad avere pari opportunità nella vita, fino allo straziante monologo di Franca Rame sulla violenza di genere.

Tanti gli interventi musicali, le coreografie e le proiezioni di video, i laboratori interattivi(i cibi e i prodotti cosmetici dell’antichità, rimedi omeopatici e “pozioni” tra verità scientifica e leggenda, giochi di squadra…)che renderanno la serata piacevole e preziosa per chi, si spera, avrà voglia di farsi travolgere dall’incomparabile bellezza della Cultura, ascoltando il richiamo della saggezza e della creatività dell’Antichità.

Si rinnova l’invito, quindi, a tutti gli amanti della bellezza, della meraviglia e dell’imprevisto, nella speranza che si riesca a colorare, anche solo per una notte, un mondo legato all’eccessivo pragmatismo e che ripudia la possibilità di rimanere estasiati davanti alla capacità meditativa dell’incanto.

 

Anita Malagrinò Mustica

 

L'articolo è tratto dal sito ufficiale dell'I.I.S.S. "Leonardo da Vinci" - Cassano delle Murge 

 

 

Commenti  

 
#4 M.R. 2018-01-18 12:54
Grazie, grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato,collaborato,studiato,e a tutti coloro che credono ancora nella bellezza,nella cultura,nelle radici,nel teatro,nel cinema,nella musica...
Grazie ragazzi e ragazze per l'entusiasmo che mettete in quello che fate e nel quale credete.Non lasciatevi e non lasciamoci tarpare(non so se si usa ancora questo termine) le ali.
Alè!
 
 
#3 volavolavola 2018-01-11 12:42
è proprio Treccani che porta il plurale : performances
 
 
#2 Maestrina 2018-01-10 14:02
Per #1
http://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/domande_e_risposte/grammatica/grammatica_391.html
E il 12 gennaio, vai a vedere i ragazzi del classico che sono proprio in gamba!
 
 
#1 volavolavola 2018-01-10 10:48
"performances "attenti liceali , visto che è tutto al plurale
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI