Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

Violenza ostetrica: stasera un incontro per saperne di più

 ginecologo copy

Come nasce la violenza ostetrica e come la si riconosce? Molte sono le donne non consapevoli di averla subita o di subirla. Si tratta di un delicato argomento che presenta riscontri a livello mondiale, eppure in Italia è ancora poco conosciuto. Quali sono i giusti metodi per tutelare le donne e i loro bambini? Di questo ed altro si parlerà giovedì 16 novembre alle ore 19.00, presso la Sala Conferenza del Palazzo “Miani-Perotti” (via Miani 1 - Cassano delle Murge).

Tale conferenza sarà occasione per parlare, per la prima volta in Puglia, di questo delicato argomento. Interverranno la Dott.ssa Caterina Casalino - ostetrica- che ci spiegherà come nasce la Violenza Ostetrica, ci parlerà delle procedure ostetriche in uso non basate sull’evidenza di una “buona assistenza al parto”, della Legge sulla violenza ostetrica, e infine dell’importante ruolo dei movimenti italiani come “Basta Tacere” e “Non Una di Meno”; la Dott.ssa Angela Giustino - psicologa dell’Ass. No More Difesa Donna- parlerà del disturbo post-traumatico da stress e della sintomatologia da trauma; infine la Dott.ssa Alessia Petruzzellis - pedagogista dell’Ass. No More Difesa Donna - affronterà il tema del parto, della nascita “non violenti”nella diade madre-figlio, e del “Lotus birth”: una modalità di parto nella quale non viene reciso il cordone ombelicale e la placenta e gli altri annessi fetali rimangono sempre attaccati al neonato dopo il secondamento, distaccandosi da esso in modo naturale dopo alcuni giorni.

Ricordiamo che la conferenza La Violenza Ostetrica è il terzo appuntamento degli incontri organizzati da No More - Difesa Donna di Cassano delle Murge.

Infine, il quarto appuntamento si terrà venerdì 17 novembre alle ore 19.00, sempre presso la Sala Conferenza del Palazzo “Miani-Perotti” (via Miani 1 - Cassano delle Murge): reading con proiezione sulla Violenza di Genere “Ana e Artemisa”, due epoche, due artiste, la scrittura di un dialogo. Interpreti: Iula Marzulli e Yara Marzulli - produzioni Alauda.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI