SCOPPIO IN PIAZZA

luminarie

Un fuggi fuggi generale che ha fatto temere il peggio.

Si è verificato intorno alla mezzanotte del 2 agosto, in piena festa patronale nei pressi dei giardini di piazza Rossani, con i fast-food mobili e le macellerie in piena attività e centinaia di persone che mangiavano e bevevano ai tavolini e per strada.

Si è dunque udito distintamente un boato, un forte scoppio proveniente da uno dei generatori utilizzati per l’illuminazione artistica della festa.

Si saprà da lì a poco – come hanno spiegato dal Comando dei Vigili Urbani - che si è trattato solo di uno sfiato d’aria, un piccolo problema tecnico dovuto alla cattiva combustione del motore diesel del generatore.

Il forte rumore ha spaventato un po’ tutti i presenti che non capivano che cosa stesse succedendo e hanno cominciato a correre da ogni parte: una signora, spintonata, ha travolto una bancarelle di frutta secca mentre le mamme cercavano di consolare i bambini piangenti e tutti si chiedevano che cosa fosse successo.

Tra l’altro, qualche ora prima proprio in quella zona era scoppiata una zuffa tra due giovani che per poco scoppiava in rissa e qualcuno ha creduto che si stessero sparando colpi di pistola.

La calma, comunque, è tornata subito dopo e in tanti si sono rivolti ai Vigili per le spiegazioni del caso. Il danno più visibile è stata l’illuminazione spenta in via Miani e lungo via Maggior Turitto: il generatore andato in tilt, infatti, forniva energia elettrica propria a quella zona.