Covid-19, le decisioni prese nella riunione del C.O.C.

safe_image

Convocato per la mattinata odierna dalla Sindaca di Cassano delle Murge Maria Pia Di Medio il Centro Operativo Comunale che ha discusso delle azioni da intraprendere nei prossimi giorni e settimane su alcune questioni riguardanti la pandemia.

All'incontro, oltre la stessa Sindaca anche in qualità di fiduciaria dei Medici di Famiglia cassanesi, erano presenti il vice-Sindaco Angelo Giustino, l'Assessore alla Polizia Locale Michele Campanale, il Responsabile della Polizia Locale Nicola Dentamaro e il Maresciallo dei Carabinieri Ugo Coppola nonchè la pediatra Dott.ssa Bosco, la Dott.ssa Aprile e il Presidente di Volontari della PA (Protezione Civile), Alessandro Giustino. 

"Si è affrontato - spiega in una nota la Sindaca - il problema dell’organizzazione dell’area in cui somministrare i vaccini per la cittadinanza non rientrante nei gruppi già vaccinati, anche in vista dell'incontro, previsto per domani, fra i Sindaci Metropolitani, i vertici ASL e l’Assessore regionale proprio per programmare, in attesa dell’arrivo dei vaccini, un protocollo che possa identificqare per tempo i luoghi e rendere più semplice l’accesso dei cittadini e più rapida la somministrazione delle dosi in modo da vaccinare più persone nel più breve tempo.

Come Fiduciario dei MMG e PLS, ma lo stanno facendo anche i Fiduciari degli altri Comuni, ho già acquisito la disponibilità dei colleghi di Cassano ad essere Medici Vaccinatori per eventuale turnazione da effettuarsi presso il luogo che sarà scelto. Stiamo valutando diverse possibilità di spazi da destinare alle vaccinazioni che, si prevede, dureranno per alcuni mesi e che dovranno rispondere a caratteristiche individuate dalla ASL".

Altro argomento affronatto, i tamponi: "Alcuni soggetti - rivela la Di Medio - a domicilio somministrano abusivamente tamponi che non sono affidabili perchè poco sensibili, rischiando di far circolare il virus, sia trasportandolo personalmente sia dando risultati negativi falsi stante la scarsa sensibilità dei tamponi effettuati. Si vuole ricordare che i tamponi affidabili sono solo i molecolari, effettuati solo presso la ASL o gli ospedali, o i cosiddetti “rapidi”, effettuati presso i laboratori analisi, dotati di sensibilità altissima anche nei confronti delle varianti. Si è, inoltre, evidenziato che ogni tampone deve essere seguito da certificato con il risultato".

Infine i conrolli sul territorio.

Ieri sera - con un'azione congiunta fra Polizia Locale e Carabinieri - sono stati controllati aree pubbliche, gli H24 nonchè altri locali pubblici e comminate una quindicina di sanzioni nei confronti cittadini per la mancata osservanza delle norme anti-Covid (assembramenti, senza mascherina, ecc.).

"La Polizia Municipale ha incrementato i controlli - spiega infine la Sindaca Di Medio - che sono diventati molto severi, in accordo con i Carabinieri. I punti critici sono stati individuati con la prossimità di Pub e H24, verso i quali saranno più stretti i controlli. Inoltre, non è da sottovalutare il problema Foresta di Mercadante nella quale ci sono assembramenti, in particolare la domenica e nei giorni di festa, per pic-nic o raduni ginnici. Per questo problema ci sarà un incremento di controlli e sarà chiesto un intervento della Regione e del Parco dell’Alta Murgia".

L'aumento vertiginoso dei casi non solo a Cassano ma in tutto il territorio del Barese deve costringere tutti a osservare scrupolosamente le misure di prevenzione per la salvaguardia propria e degli altri.