Minacce e percosse al padre: arrestato pregiudicato

arresti-carabinieri-777x437

 

Arrestato dai Carabinieri di Cassano delle Murge un giovane pregiudicato accusato di aver minacciato e percosso in diverse occasioni suo padre a cui chiedeva denaro per acquistare la droga.

E’ accaduto l’altra sera in uno dei borghi extraurbani, dove i militari sono intervenuti dopo l’attivazione da parte delle vittima del “codice rosso” ovvero il sistema di allerta che permette l’intervento immediato in caso di maltrattamenti in famiglia.

Il giovane, L.G. le sue iniziali, poco più che trentenne, si è trasferito da qualche tempo da Bari a Cassano dove vive assieme a suo padre, cassanese.

Coinvolto in vicende di spaccio di stupefacenti e tossicodipendente egli stesso, il giovane ha minacciato il suo congiunto in diverse occasioni, pretendendo soldi per l’acquisto di droga ma le scarse entrate economiche dell’uomo, che vive grazie al Reddito di Cittadinanza, non permettono più di tanto al padre di soddisfare le richieste sempre più pressanti del figlio. Da qui una serie di minacce, liti e scontri che l’altra sera si sono trasformati in un vero e proprio pestaggio.

All’uomo, 57enne, non è rimasto altro che attivare il “codice rosso” e chiamare in aiuto i militari della Stazione di Cassano che hanno fermato ed arrestato il giovane mentre era ancora in casa del padre, trasferendolo al carcere di Bari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.  

 

Immagini d'archivio